Mamma, ti ringrazio per tutto quello che fai per me

29 settembre, 2018
Ti ringrazio per tutto quello che hai fatto per me da quando sono nato, cara mamma.

Cara mamma, ti starai chiedendo il perché di queste righe. È molto semplice, mi invade la necessità imperiosa di dimostrarti quanto apprezzo tutto ciò che fai per me. Mammina, ti ringrazio per tutto quello che fai per me, senza chiedere niente in cambio.

Ogni giorno di più vedo in te forza e saggezza. I tuoi sforzi per riuscire a compiere ogni impresa, tutti i successi che ti trasformano in qualcosa di più di un semplice modello da seguire. Sei il pilastro della famiglia, la pietra portante dell’unità.

Anche se non te ne accorgi il tuo valore è inestimabile. Sei la guida che ci sostiene ogni giorno. Protettrice di ognuno dei nostri cuori, difensore dei nostri sogni. Vegli su di noi e credi sempre fermamente nel nostro potenziale.

Sei la verità del mondo. Ti ringrazio per tutto. Perché sei sempre pronta a confortarmi, ad accompagnarmi, nei momenti belli e in quelli brutti. Hai sempre una parola di conforto pronta per me, mettendomi a disposizione una spalla su cui piangere o un’orecchio con cui confidarsi.

Ti ringrazio per tutto, mia dolce mamma

Ti ringrazio perché mi dai tutto, mamma; anche quando ti deludo. Apprezzo la tua determinazione e i tuoi sforzi. I tuoi sacrifici quotidiani. Ogni volta che metti da parte le tue necessità per soddisfare le nostre.

Sei la personificazione della generosità e della solidarietà. Una madre capace di fare l’impossibile. Tutto per vederci sorridere, per vederci felici. Ogni giorno ci dimostri come l’egoismo non conduca da nessuna parte.

Ti ringrazio per tutto quello che fai

Nobile, sincera ed ottimista. Con un cuore enorme capace di ospitare un’amore inimmaginabile. Bontà al 100%. Braccia confortanti e baci miracolosi capaci di guarire ogni sofferenza.

Una voce così dolce e soave. Perfetta per intonare le ninnananne più belle e leggere i racconti più avvincenti. Una grande lavoratrice, una cuoca provetta e la miglior maestra di vita che si possa desiderare. Possiedi il dono di trasmettere valori.

Pazienza, tenerezza e comprensione sono gli insegnamenti più preziosi che mi stai tramandando. Il tempo che mi dedichi è il mio più prezioso tesoro. Riempi la mia memoria di ricordi felici. Mi hai regalato la vita e sempre sarò orgoglioso di questa grande eredità.

Ti apprezzerò per sempre

Dal momento in cui sono stato concepito sono stato benedetto perché mi hanno assegnato l’angelo custode migliore del mondo. Qualcuno che mi guida e mi protegge. Mi dedica tutto il suo amore, il suo tempo e lotta ogni giorno per garantirmi un futuro promettente.

Ti ringrazio per tutto, dolce mamma

Nessuno più di te merita rispetto e ammirazione. Sei il mio orgoglio, la forza motrice che mi spinge a mordere la vita. Hai plasmato la mia vita e il mio cuore. Hai dissipato dubbi e alleviato le mie paure come una vera eroina delle fiabe.

Grazie al tuo amore incondizionato ho imparato cos’è il perdono, l’accettazione e l’importanza di essere amati nonostante tutto. Il tuo amore senza limiti, la gioia che ti esplode in petto quando ho successo in qualcosa dimostra che la felicità non esiste se non è condivisa.

Mi hai indirizzato sul giusto cammino. Per essere migliore, come te. Per questo oggi, voglio rendere omaggio all’essere più nobile e puro di tutta l’umanità, tu mia cara madre. Ti dono il mio cuore e la mia anima che hai conquistato dal primo momento in cui hai cominciato ad amarmi.

Probabilmente non riuscirò mai a darti tutto l’amore che tu hai dato a me in questa vita. Tutto quello che hai fatto e sacrificato per me. Tutto quello che mi hai insegnato. Ti ringrazio per avermi dato tutto, senza chiedere nulla in cambio. Il mio cuore non smetterà mai di amarti, cara mamma.

  • Bowlby, J. (1986). Vínculos afectivos: formación, desarrollo y pérdida. Madrid: Morata.
  • Bowlby, J. (1995). Teoría del apego. Lebovici, Weil-HalpernF.
  • Garrido-Rojas, L. (2006). Apego, emoción y regulación emocional. Implicaciones para la salud. Revista latinoamericana de psicología, 38(3), 493-507. https://www.redalyc.org/pdf/805/80538304.pdf
  • Marrone, M., Diamond, N., Juri, L., & Bleichmar, H. (2001). La teoría del apego: un enfoque actual. Madrid: Psimática.
  • Moneta, M. (2003). El Apego. Aspectos clínicos y psicobiológicos de la díada madre-hijo. Santiago: Cuatro Vientos.