Permettete a vostro figlio di annoiarsi

17 Marzo 2019
Credete davvero che stimolare costantemente i bambini favorisca la loro crescita? Leggete questo articolo per scoprire perché dovreste permettere a vostro figlio di annoiarsi.

“Mamma, mi annoio”: è il titolo del peggior film dell’orrore di cui le mamme sono protagoniste ogni giorno. In numerose occasioni, gli specialisti hanno espresso la propria opinione su questo sottogenere cinematografico. Il consiglio che se ne ricava può risultare di una certa importanza per quelle madri che scelgono di trasmettere un eccesso di stimoli ai propri figli. Permettete a vostro figlio di annoiarsi.

Sì, avete letto bene: consentite a vostro figlio di annoiarsi tranquillamente, senza alcun senso di colpa. Perché quando fate ricorso ai tanti marchingegni tecnologici della vita contemporanea non fate che sottrargli l’opportunità di crescere alla luce del sole. In questo modo, il bambino non può svilupparsi psicologicamente come dovrebbe.

Il fatto è che, ogni volta che ricorrete al tablet o alla televisione, una parte della sua immaginazione e della sua creatività muore un po’ ogni giorno. Dunque, perché è così importante permettere a vostro figlio di annoiarsi? Scopritelo leggendo questo sorprendente articolo di Siamo Mamme.

Ragioni per le quali dovreste permettere a vostro figlio di annoiarsi

Dimenticate tutte quelle tecniche che credevate necessarie per intrattenere, educare e stimolare vostro figlio. Mettete via il tablet e il cellulare e spegnete il televisore. Secondo alcuni esperti in materia, è importante che i bambini non dipendano e non abusino degli strumenti tecnologici che, anche se con le migliori intenzioni, i genitori offrono loro.

La ragione? Dovete permettere a vostro figlio di annoiarsi, per fare in modo che possa concedere un po’ di silenzio alla sua mente, almeno per alcuni secondi. In questo modo, il piccolo avrà il tempo per osservare il mondo e cogliere dei frutti da questa osservazione. Solo così avrà la possibilità di immaginare, pensare, sentire e credere.

annoiarsi dona silenzio alla mente

Inoltre, l’eccesso di stimoli forniti da uno schermo esercita un effetto controproducente. Non fa che diminuire la sensibilità dei bambini nei confronti degli stimoli naturali che provengono dall’ambiente che li circonda. In questo modo, capacità come la concentrazione, la creatività e l’immaginazione si deteriorano gradualmente.

Sono molti gli psicologi specializzati nella prima infanzia che concordano sulla questione. È consigliabile offrire al piccolo uno spazio dedicato al riposo dalle attività programmate. Se gli regalate del tempo libero, ha la possibilità di migliorare la propria capacità di risolvere problemi.

Allo stesso tempo, un altro grande vantaggio che deriva dal permettere a vostro figlio di annoiarsi consiste nel risveglio delle sue abilità motivazionali. Le quali sono, naturalmente, di importanza vitale per la sua vita futura. Quindi, non è affatto una brutta cosa che il bambino si senta annoiato: deve solo imparare a trarre profitto da questa situazione.

Non abbiate paura del fatto che vostro figlio si annoia

Non abbiate paura se vostro figlio si annoia: non è necessario fare ricorso al suo “ciuccio elettronico”. Quando il bambino non sa che cosa fare, mette in gioco la sua ricchezza più grande e inestimabile: l’immaginazione. Questa, se viene correttamente alimentata, si trasforma nella creatività che, in età adulta, gli consentirà di aprire una quantità innumerevole di porte.

la noia è la porta per accedere all'immaginazione

Creare giochi e storie misteriose e indagare impiegando la sua immensa curiosità sono il risultato di questi “tempi morti”. Trovandosi connessi per tutta la giornata, i bambini si dimenticano di guardare dentro se stessi. E, quando accade, diversi sogni finiscono per affondare senza avere il minimo contatto con la realtà.

Allo stesso modo, a causa di questi brutti scherzi che noi genitori giochiamo involontariamente ai piccoli, i nostri legami si indeboliscono. Durante i pasti, infatti, a tavola è scomparsa l’unità familiare; allo stesso tempo, i bambini hanno ormai perso l’abitudine di guardare negli occhi. Il contatto personale con persone reali in carne e ossa è in grave pericolo di estinzione.

La soluzione consiste, semplicemente, nel lasciare che il bambino giochi e crei con ciò che gli viene in mente. Nel caso in cui al bambino l’idea non piaccia, offritegli delle alternative, proprio come facevano i vostri genitori. Non ricordate anche voi quegli interminabili viaggi in auto, quando cercavate di dare un nome alla forma delle nuvole che passavano sopra di voi?

Quindi, come mamme, non c’è niente di meglio che permettere a vostro figlio di annoiarsi. Ovviamente, solo di tanto in tanto. Non per questo sarete una cattiva madre né starete danneggiando il piccolo: esattamente il contrario. Dopo tutto, non c’è niente di più bello che condividere del tempo di qualità con i piccoli di casa.