Scegliere un nome originale per un figlio potrebbe avere delle ripercussioni

· 6 Dicembre 2017

Molti genitori hanno la tentazione di scegliere un nome originale per un figlio. Si può pensare che in passato fosse più facile, perché si era abituati ad usare il nome del santo del giorno, o semplicemente si riprendeva il nome dei parenti più prossimi.

Anche se il nome dei propri genitori è sempre la prima opzione, negli ultimi anni sembra essere sempre più importante trovare ad ogni costo un nome originale per un figlio. Il che è accettabile e inoffensivo. Tuttavia, è possibile che questo inizi a modificare la sua personalità fin molto piccolo, soprattutto se lo si fa in un contesto poco appropriato ad esperimenti che potrebbero finire male.

La decisione che devono prendere i genitori riguardo al nome dei propri figli è fondamentale, perciò si raccomanda di pensarci con attenzione. Senza volerlo, potremmo servire nomignoli su un piatto d’argento, suggerire associazioni poco desiderabili, fino ad arrivare a ridicolizzare il bambino.

Dargli un nome poco comune può essere un errore per diverse ragioni, perciò molti psicologi raccomandano che non sia complicato da pronunciare o scrivere e che non suoni male con il cognome.

Un nome strano o che ha un significato molto particolare nella nostra lingua è un elemento che provoca derisione e il principale fattore scatenante di una condotta violenta, secondo gli esperti.

Cosa rappresenta un nome originale per un figlio?

Bambina isolata dai compagni: scegliere un nome originale per un figlio a volte non aiuta

Il fatto che vostro figlio abbia un nome poco comune non è un problema in sé, è necessario che si trovi nel contesto scorretto perché si produca un effetto avverso. In altre parole, una società con una mentalità aperta non interverrebbe negativamente nello sviluppo della sua personalità, dato che sarebbe tollerante nei confronti del diverso.

Lasciarsi alle spalle la tradizione ed essere originali sono le principali ragioni per cui i genitori preferiscono un nome particolare. Eppure questo può finire col ripercuotersi sul bambino già in età scolare e accompagnarlo fino all’età adulta.

In base a ricerche effettuate sull’argomento, il nome può essere collegato alla razza o alla condizione sociale. Questo può essere un problema in circostanze particolari come la ricerca di un lavoro.

In questo senso non si tratta del fatto che il nome causi una reazione avversa, ma che provochi una connessione a qualche contesto particolare. Un esempio è se si tratta di un nome usato più frequentemente da persone di una razza o etnia specifica.

Bambino isolato dai compagni di scuola

Perciò un nome originale per un figlio può avere effetti negativi fino dalla più tenera età. Lo può accompagnare per tutta la vita, modificare la sua personalità e persino precludergli delle opportunità. Tra i principali fattori che possono ripercuotersi sul bambino troviamo:

1. È un nome più usato per le bambine

Se scegliamo un nome per i nostri figli ispirandoci a qualche celebrità, a un personaggio di un libro o di un film, c’è la possibilità di sbagliarsi perché il contesto di riferimento è differente.

Uno dei principali errori è scegliere un nome per un bambino che è più comune tra le bambine. Questo potrebbe portare a seri problemi. In primo luogo, sarà oggetto di scherno a scuola e dovrà sopportare di essere chiamato signorina da chi non lo conosce. Se il bambino avesse una compagna di classe con lo stesso nome, questo aggraverebbe il problema.

2. Nomi di origine straniera

Anche se non è molto insolito, un nome straniero implica una difficoltà linguistica che provoca la comparsa di problemi di scrittura e pronuncia. Un bambino che impara a leggere e scrivere nella sua lingua madre avrà problemi con il suo nome, che per lui è linguisticamente scorretto. È una cosa che i genitori dovranno spiegare molto bene perché il piccolo riesca ad adattarsi alla situazione.

Gli specialisti credono che questo influisca sull’autostima del bambino in maniera positiva. Dall’altro lato, lo espone a dover dare interminabili spiegazioni sulle caratteristiche del suo nome.

Lo stesso accade con i nomi composti o molto lunghi. Già da piccolo dovrà fare i conti con chi sbaglia il suo nome o accettare un diminutivo, che in questi casi risulta obbligatorio.

3. Il nome alla moda

In ogni epoca, i nomi sono sempre stati collegati alla moda del periodo. Si sceglievano i nomi di personaggi, artisti o sportivi famosi. È arrivato però il momento in cui i personaggi sono rimasti nel passato e ora quasi nessuno li ricorda, per cui questi nomi possono sembrare strani.

Dover spiegare che ci hanno chiamati così in onore di tale celebrità che nessuno conosce potrebbe essere una scocciatura. Un obbligo che non sempre vostro figlio potrebbe prendere bene.

4. Un riferimento discutibile

Quando decidiamo di dar loro il nome di un personaggio il cui impegno sociale potrebbe essere discutibile, mettiamo i nostri figli a rischio di essere visti nel modo sbagliato. Magari abbiamo un orientamento politico o religioso che in certi ambiti potrebbe essere motivo di discredito o derisione, che nostro figlio si trascinerà dietro senza averne la responsabilità.