Un buon sonno è sinonimo di buona salute del bebè

3 luglio 2018
Un buon sonno del bebè è sinonimo di buona salute, mentre un sonno interrotto e difficoltoso può indicare che qualcosa non va. In questo articolo vi spieghiamo perché.

La buona salute del bambino si può valutare grazie alla qualità del sonno. Un buon sonno tranquillo dimostra che il bambino sta crescendo e sta bene. A volte ci capita di notare che i piccoli fanno fatica ad addormentarsi o che si svegliano subito. In questi casi, è possibile che ci sia qualcosa che non va bene.

Allo stesso modo, un buon sonno permette il continuo miglioramento della salute, e aiuta il sistema immunitario e lo sviluppo neurologico. È per questa ragione che dobbiamo preoccuparci che il bambino riposi bene e che il suo sonno non sia interrotto.

Un buon sonno si può definire come uno stato di riposo attraverso il quale siamo in grado di mantenere un ritmo fisiologico ottimale. Nel caso dei più piccoli, risulta indispensabile perché possano crescere e svilupparsi nella maniera adeguata; inoltre, può contribuire al miglioramento di alcune malattie.

Un buon sonno previene le malattie

I bambini che dormono bene non solo sono sani, ma continuano anche a mantenere il loro stato di salute. Un buon sonno ristora e rafforza il sistema immunitario, in maniera continuativa. Di conseguenza, per ogni notte in cui dormiamo bene, stiamo prevenendo malattie e ottimizzando la salute del giorno successivo.

Anche lo sviluppo fisico del bambino si irrobustisce, grazie alla stimolazione dell’ormone della crescita. Pertanto, possiamo affermare che un buon sonno contribuisce alla crescita e, allo stesso tempo, crea i meccanismi per proteggere ogni organo sviluppato. Questo perché, con il procedere della crescita, aumenta anche la necessità di fornirsi di difese contro le malattie.

Un buon sonno previene le malattie

Un altro aspetto molto importante da prendere in considerazione è lo sviluppo neurologico. Mentre il bambino dorme, si rafforzano anche i suoi processi mentali e cognitivi. Si tratta di un sistema che ha bisogno di un’evoluzione adeguata, libera da patologie e complicazioni che possano provocare un eventuale ritardo o un problema di apprendimento.

Quali sono i fattori che influiscono sul buon sonno del bambino?

La mancanza di sonno può essere dovuta a numerose cause, che, in assenza di un riposo corretto, tendono a peggiorare. A volte sono le malattie a interrompere il sonno del bebè. Viceversa, anche il non dormire bene può avere conseguenze sulla salute e lo sviluppo del piccolo. Inoltre, può alterare la qualità del riposo del resto della famiglia.

Quando il sonno è incompleto, gli aspetti principali che possono risentirne sono, tra gli altri, l’apprendimento, il comportamento, il linguaggio e la motricità. Questi problemi possono riflettersi sullo sviluppo oppure verificarsi durante la fase scolare. In generale, provocano un certo ritardo che può comparire in qualunque momento.

Non tutti gli inconvenienti di carattere generale legati al sonno vengono identificati come disturbi. Tuttavia, la qualità del sonno si misura in base alla sua durata e alla sua profondità. In questo senso, potremmo pensare che il piccolo stia dormendo bene. In realtà, potrebbe non farlo per il tempo necessario oppure in maniera sufficientemente profonda da generare gli effetti desiderati.

A volte, siamo noi stessi a fare in modo che il bambino rimanga sveglio o che il suo ambiente di riposo non sia corretto. Al riguardo, gli esperti raccomandano la tranquillità, al momento di andare a dormire. Inoltre, avvertono di evitare di fare rumore e tenere accesa la televisione mentre trasmette un notiziario, un film dell’orrore oppure programmi stressanti.

Un ambiente pacifico contribuisce a garantire un sonno tranquillo

Spesso anche altri aspetti, come l’igiene, sono legati alla mancanza di sonno o a interruzioni del riposo. Per questo motivo, gli esperti ci raccomandano di adottare abitudini che comprendano un bagno rilassante prima di andare a dormire. Assicurarsi che il pannolino sia asciutto e pulito è molto importante per garantire un sonno confortevole. È opportuno che anche i vestiti siano adatti e che il luogo del riposo sia pulito.

Anche l’alimentazione è fondamentale per dormire bene. A volte il sonno dei bambini viene interrotto dalla fame oppure dall’aver mangiato troppo. Sia il genere di alimenti che consumano prima di andare a dormire sia la loro quantità possono favorire o compromettere un sonno piacevole.

Altre sane abitudini da adottare al momento di andare a dormire possono essere rappresentate da un massaggio rilassante, un canto melodioso, la lettura di una storia oppure semplici dimostrazioni di affetto. Al momento di andare a dormire, si raccomanda di assicurare un ambiente pacifico e tranquillo, così come di adottare delle abitudini sane che favoriscano un sonno duraturo, profondo e ristoratore.

Guarda anche