Come combattere le eruzioni cutanee nei neonati

· 16 ottobre 2016

È risaputo che la pelle dei neonati è estremamente morbida e liscia. Nonostante ciò, quella morbidezza e quella perfezione la rendono anche una pelle molto delicata, il che significa non solo la necessità di cure speciali, ma anche la possibilità di eruzioni cutanee. Ma come si fa a combatterle?

Prima di tutto, è fondamentale capire che la pelle di vostro figlio ha bisogno di cure speciali, se volete prevenire le fastidiose eruzioni cutanee dei neonati. Per questo motivo, bisogna fare attenzione con i pannolini, le variazioni di temperatura e le allergie cutanee, cioè quei fattori che scatenano eczemi e irritazioni sulla pelle di qualsiasi bambino.

Eruzioni cutanee dei neonati: che cosa sono e perché compaiono?

Le eruzioni cutanee dei neonati sono dei problemi della pelle molto comuni in tutti i bambini. Poiché sono simili alla dermatite o agli eritemi, possono sorgere in forma di bollicine rosse o di pomfi e avere diverse cause.

Nonostante ciò, di solito, la dermatite e le eruzioni cutanee si manifestano sulla pelle dei neonati perché, dopo il parto, la pelle inizia un processo di adattamento all’ambiente che si trova al di fuori del ventre materno, oltre al fatto che il loro organismo deve adattarsi al nuovo cibo.

Nonostante ciò, nella maggior parte dei casi, questi problemi compaiono fino a circa tre anni di età, fase in cui è normale notare, sulla pelle del neonato, degli arrossamenti, delle eruzioni cutanee con vesciche e con o senza pus, prurito e, in alcuni casi, persino febbre.

Cause più comuni delle eruzioni cutanee nei neonati

  • L’uso di certi capi d’abbigliamento. Per esempio, i vestitini fabbricati con fibre sintetiche.
  • Il contatto con prodotti contenenti sostanze chimiche. Può trattarsi di creme, shampoo, saponi, profumi, ecc.
  • Il contatto con il cloro. Se, per esempio, la loro pelle entra in contatto con l’acqua della piscina con del cloro.
  • Lo sfregamento causato dai pannolini usa e getta.
  • Un eccesso di calore.
  • L’introduzione precoce di certi alimenti nella dieta nel neonato.
  • La carenza di qualche nutriente nell’organismo del bambino.
  • Assorbimento difettoso dei nutrienti nel c del piccolo.
  • Irritazione, rabbia o ansia.
irritazione-braccio-bambino

Combattere le eruzioni cutanee del neonato

In generale, un buon modo di mettere fine alle eruzioni cutanee dei neonati, è applicando delle creme o delle polveri pediatriche che si vendono in farmacia e che sono fabbricate apposta per questi problemi cutanei che sono tanto comuni nei neonati. Inoltre, è importante rispettare le regole basiche di igiene del piccolo e la scelta dei vestiti giusti.

In questi casi, l’ideale sarebbe evitare l’uso dei pannolini usa e getta il più possibile, poiché sfregano la pelle e favoriscono l’accumulo dell’umidità, il che scatena i problemi cutanei tanto comuni e tanto odiati dai genitori.

Per questo motivo, molte madri scelgono di usare dei pannolini di stoffa che, oltre a garantire la buona salute della pelle del bambino, sono anche meno inquinanti. Nel caso in cui usiate dei pannolini usa e getta, vi consigliamo di cambiarlo frequentemente, per impedire che l’umidità si accumuli in questa zona.

Gli esperti consigliano anche di fare dei bagni di acqua tiepida e senza cloro, e una pulizia con sapone neutro e senza profumo. Inoltre, è necessario prendersi cura dell’alimentazione del bambino; quindi, l’opzione migliore è allattarlo al seno, poiché il latte materno rafforza le sue difese immunitarie e gli dona tutti i nutrienti necessari.

Infine, gli specialisti consigliano di non esporre il bambino a dei luoghi che possano essere inquinati, ventilati con aria condizionata o dove ci siano dei fumatori, e di evitare ambienti tesi in cui ci siano molte discussioni, stress o frette.

neonato-problemi-pelle

Combattere le eruzioni cutanee dei neonati con le erbe medicinali

Di solito, le erbe hanno delle proprietà medicinali per la salute di chiunque e, ovviamente, molti benefici anche per i bambini. Per combattere le eruzioni cutanee dei neonati vi consigliamo l’uso della camomilla e della mentuccia.

Sia la camomilla sia la mentuccia possono essere usate come calmanti del prurito, applicando un po’ di infuso sull’eruzione cutanea o sulla dermatite con un batuffolo di cotone. Una volta asciutto, noterete che il prurito inizia ad attenuarsi e che la pelle è più idratata.

Potete anche mettere queste erbe nel suo biberon o nelle sue bevande, poiché possiedono delle proprietà curative per la pelle, sono calmanti, digestive e riparatrici. Conoscete altre erbe medicinali che contengano tanti benefici così importanti per i vostri bambini?