Come creare un legame con nostro figlio giocando

· 25 settembre 2017

Esiste una regola d’oro per creare un legame con nostro figlio giocando: rispettare le regole del bambino, poiché è il suo gioco, è lui che decide. Rispettare questa dinamica, secondo Diomar Romero, madre di una bimba di cinque anni e di una giovane di quindici, è fondamentale e importante quanto impegnarsi seriamente nel gioco. “Giocare senza schemi prestabiliti è un toccasana per gli adulti!”, afferma la studiosa.

Creare un legame con nostro figlio giocando

Il gioco è un’attività imprescindibile per lo sviluppo e la formazione di ogni bambino: lo assicura la maggior parte dei testi di pedagogia. Secondo Romero il gioco è una sorta di mantra per i più piccoli.

“Giocare è essenziale. Lo è tanto al punto che i nostri pediatri dovrebbero interessarsi alle ore che trascorriamo a giocare. “Dalla qualità e dalla quantità del gioco dei nostri figli che scaturiscono le conoscenze e le abilità sociali necessarie per la vita adulta“, spiega Rosa Jove, psicologa autrice di molte pubblicazioni sull’infanzia.

Diomar Romero consiglia ai genitori di sedersi per terra coi propri figli, di spegnere il cellulare e lasciarsi coinvolgere completamente dal gioco.

La madre di queste due ragazze spiega che mediante queste strategie, è in grado di conoscere molte informazioni che altrimenti sarebbero difficili da ottenere.

“Quando mia figlia mi dice che vuole giocare a Mario Bros., vuol dire che io devo fare la voce di Mario. Ne approfitto per chiederle com’è andata a scuola, come va coi suoi compagni”. La donna consiglia di rispettare sempre le regole che stabiliscono i nostri figli e di non tentare mai di imporre le nostre. Si tratta di un gioco destrutturato e creativo, in cui non esistono né obiettivi definiti né premi.

Questo canale di comunicazione libero, come lo definisce Romero, serve anche per insegnare. Quando le fa il bagno, ad esempio, le spiega come si chiamano le parti del corpo, quando mangia, le dice il nome di ogni posata e a cosa serve.

Ma bisogna essere sottili. Il gioco è magico per il bambino, ma se si rende conto che l’adulto lo sta utilizzando per un secondo fine, smette immediatamente di giocare e perde tutto il suo interesse.

Creare un legame con nostro figlio giocando

Giocare sul serio

Quando giocate con i vostri figli, dovete crederci e farvi coinvolgere, altrimenti capiranno che siete distratti e molto probabilmente cercheranno di attirare la vostra attenzione o si offenderanno. Il momento del gioco è un regalo per i genitori.

Come creare un legame con nostro figlio giocando, quindi?

Dobbiamo giocare davvero, il segreto è tutto lì! Questi momenti ci offrono la preziosa opportunità di ridere e divertirci con poco, di goderci le piccole cose. Giocare liberamente è una benedizione per la mente di un adulto.

Il tempo che passiamo coi bambini è il miglior modo per stabilire una buona connessione, un legame stabile, intimo e duraturo. Quando questo rapporto si cementa attraverso il gioco, per loro sarà per sempre un lieto ricordo.

famiglia-gioca-e-ride

Anche i videogiochi fanno la loro parte

Anche i videogiochi hanno delle opportunità da offrirci:  permettono all’intera famiglia di partecipare al gioco. Lo sostiene il celebre scrittore e conferenziere nordamericano Marc Prensky. Secondo Prensky questa modalità ludica coinvolge emotivamente i bambini e li motiva a raggiungere degli obiettivi, li stimola a cooperare e insegna loro ad assumersi le proprie responsabilità.

“Grazie ai videogiochi, genitori, nonni e figli possono partecipare tutti insieme allo stesso gioco, ognuno con il proprio livello e le proprie capacità” ribadisce il visionario educatore che difende l’uso dei videogiochi per migliorare l’educazione dei nostri figli.