Il valore pedagogico delle biblioteche: importanza e obiettivi

6 Gennaio 2019
Da sempre, le biblioteche fanno parte della nostra cultura educativa e ricreativa. In epoche passate, questi spazi erano particolarmente apprezzati e venivano impiegati come dimore della conoscenza universale. Anche se esistono altri mezzi di apprendimento, non bisogna però sottovalutare il loro valore pedagogico.

Sono molte le persone che conservano ricordi piacevoli legati alle lunghe ore di lettura trascorse nella biblioteca del luogo in cui vivono. Si trattava di una tappa obbligata nel caso in cui si volesse godere con tranquillità di un bel racconto oppure ricercare e consultare informazioni scolastiche. Tuttavia, il valore pedagogico delle biblioteche non è rimasto relegato a tempi passati. Questa istituzione sopravvive ancora oggi in tutto il mondo, rifiutandosi di soccombere di fronte al dilagare dell’informazione digitale.

Le biblioteche come patrimonio

La conoscenza non ha fine e, per questa ragione, le biblioteche non passano mai di moda. Il valore pedagogico delle biblioteche si mantiene inalterato perché il loro obiettivo è costituito dall’insegnamento e dall’apprendimento. Gran parte della popolazione mondiale fa ancora uso delle biblioteche pubbliche, scolastiche, universitarie e specializzate.

Sono qualcosa di più di un semplice spazio nel quale leggere: sono un luogo accessibile e inclusivo. Questi spazi promuovono la diversità culturale e i valori di tolleranza, pace e rispetto.

L’importanza delle biblioteche

Il successo delle biblioteche risiede nel fatto che forniscono informazioni essenziali, soprattutto per la comunità studentesca. Inoltre, aiutano gli studenti a sviluppare l’immaginazione e la curiosità intellettuale. Il valore pedagogico delle biblioteche passa attraverso l’alfabetizzazione, l’educazione e l’informazione generale.

L’UNESCO e la Federazione Internazionale delle Associazioni e Istituzioni Bibliotecarie (IFLA) riconoscono l’importanza di queste case del sapere comunitario. Non si limitano a offrire al lettore l’opportunità di forgiare un pensiero critico, ma costituiscono anche uno spazio privo di confini delimitati da etnia, opinione politica, nazionalità, cultura, religione e pressioni di carattere commerciale. Queste caratteristiche le rendono un pilastro educativo della società.

Su che cosa si fonda il valore pedagogico delle biblioteche?

Questo aspetto così rilevante è radicato nel fatto che il materiale didattico consente all’utente di avere accesso a determinati strumenti. I contenuti teorici e pratici trasmettono loro abilità e competenze dal carattere fisico, emotivo e cognitivo, come risorse formative finalizzate all’educazione. Nella biblioteca, il materiale deve essere selezionato, elaborato e adattato alla realtà e all’ambiente sociale che circonda l’individuo.

le biblioteche incoraggiano a valorizzare i libri come fonte di conoscenza

Obiettivi delle biblioteche

Il valore pedagogico delle biblioteche si fonda su vari obiettivi che spingono lo studente a raggiungere le sue mete accademiche. Queste mete sono le seguenti:

  • Trasmettere buone abitudini di lettura e apprendimento.
  • Incoraggiare la valorizzazione dei libri come fonte di conoscenza universale.
  • Appoggiare il sistema educativo.
  • Offrire un intrattenimento sano attraverso lo sviluppo dell’immaginazione e della comprensione del testo.
  • Agevolare l’accesso a risorse regionali, nazionali e mondiali per conoscere idee, opinioni ed esperienze multiculturali.
  • Organizzare lavori per la consapevolezza e la sensibilizzazione nei confronti di argomenti a carattere sociale.
  • Promuovere la libertà intellettuale per formare cittadini responsabili.

“Le biblioteche sono uno spazio nel quale leggere, un luogo accessibile e inclusivo. Questi spazi promuovono la diversità culturale e i valori di tolleranza, pace e rispetto.”

Caratteristiche delle biblioteche

Il loro fascino è radicato nel fatto che l’attività di leggere, imparare e ricercare può essere svolta nei confronti degli argomenti che spaziano dai più leggeri ai più professionali. Le biblioteche si dividono in numerose sezioni, tra cui quelle dedicate all’infanzia, alla gioventù, alle professioni, alla storia, ai fumetti e ai romanzi.

Questo spazio insegna ai bambini a essere autonomi, disciplinati e responsabili in merito al sistema di accreditamento personalizzato e al prestito dei libri. Al di là dei loro metodi tradizionali, le biblioteche sono aperte a nuove tecnologie dell’informazione. Inoltre, organizzano attività complementari per diversi gruppi di persone.

Le biblioteche come risorsa e strumento pedagogico

Le biblioteche sono, prima di tutto, un centro dedicato all’esperienza della lettura. Sono costituite da collezioni di libri e materiali progettati e realizzati per offrire un piano di formazione.

La lettura è un mezzo primordiale per migliorare in qualunque area della conoscenza e soddisfare gli interessi della persona. A questo scopo, esiste una serie di strumenti che agevolano questo processo:

  • Prestito di libri e riviste.
  • Assistenza da parte del bibliotecario.
  • Attività culturali e corsi di formazione.
  • Uso di computer con accesso a Internet.
  • Letture on line.
  • Download di documenti in formato elettronico.
sono molte le ragioni per cui possiamo ricorrere all'uso delle biblioteche

Perché le persone ricorrono alle biblioteche?

Il valore pedagogico delle biblioteche non è limitato alla popolazione studentesca, ma a ogni persona che ha accesso questi servizi. Ecco quali sono le ragioni principali che possono portarci all’interno di una biblioteca:

  • Istruzione scolastica. Comprende lo studio e la formazione scolastica fin da un’età precoce.
  • Studio e formazione per le persone giunte alla fase lavorativa.
  • Tempo dedicato a un ozio sano per individui di qualsiasi età.
  • Uso di computer connessi a Internet per consultare informazioni di ogni genere.
  • Preparazione per ottenere impieghi e imparare lingue straniere.

Dopo tutto ciò che è stato detto, abbiamo dimostrato che il valore pedagogico delle biblioteche non è altro che quello di ampliare i nostri orizzonti nei campi della lettura, della comunicazione e della soluzione di problemi.

In questo spazio, i bambini scoprono l’amore per la letteraturaSi tratta di un rifugio privo di barriere o di frontiere di qualunque genere. Rimane solo una domanda a cui rispondere: quando è stata l’ultima volta in cui avete visitato una biblioteca?