L’eccessivo controllo dei genitori: le chiavi per superarlo

· 26 Gennaio 2019
Quello del genitore è il lavoro più complicato del mondo. A volte, però, viene esercitato un eccessivo controllo che può essere controproducente per i figli

Tutti i genitori vogliono sempre il meglio per i loro figli. Ma siccome vengono al mondo senza alcun manuale d’istruzioni, è normale che possano commettere degli errori. Cercando di assicurarsi che tutto vada bene, molte volte padri e madri esercitano un eccessivo controllo, che può essere controproducente.

Per esempio, può ostacolare il corretto sviluppo dei bambini, con risultati spesso anche molto negativi. In questo articolo vi aiuteremo a comprendere come mai bisogna evitare un eccessivo controllo sui vostri figli e quali sono le alternative per sviluppare un rapporto di fiducia con loro e migliorare la comunicazione.

Essere genitori non è mai facile

Ovviamente, si tratta di un argomento molto delicato. Tanto più che ogni bambino nasce con una personalità che viene plasmata mentre cresce, anno per anno. In questo processo l’influenza dei genitori gioca un ruolo fondamentale. Se eserciterete un eccessivo controllo, il suo sviluppo non sarà del tutto naturale. Ci sono padri e madri che mostrano questi atteggiamenti inconsciamente: forse perché hanno ricevuto una formazione autoritaria fin dall’infanzia.

Guidateli lungo il loro cammino, senza mai forzarli

La cosa principale è capire che i vostri figli sono padroni del loro destino. Il vostro dovere di genitori è guidarli su una buona strada, ma lasciando che prendano le loro decisioni. In fondo, si tratta della loro vita e gli va permesso anche di sbagliare. Solo in questo modo, infatti, impareranno a prendersi le responsabilità delle scelte fatte.

Controllando in modo esagerato i figli, spinti magari da un ossessiva ricerca della perfezione, non permetterete loro di svilupparsi pienamente come persone consapevoli e mature.

Attenti a non essere troppo compiacenti

Non si tratta di lasciargli fare tutto ciò che vogliono, autorizzandoli a fare sempre di testa loro senza ragionare né analizzare le situazioni. Ci deve essere un equilibrio. I bambini devono imparare che ci sono dei limiti e devono essere in grado di distinguere quando una situazione è giusta o sbagliata.

Dovrete costruire una relazione di armonia e fiducia, in cui tutti si sentono a loro agio e possono godere della sicurezza di avere una famiglia alle spalle. I vostri atteggiamenti come genitori dovrebbero essere sempre orientati con positività, ma mostrando fermezza quando è necessario.

Comportamento dei bambini ed eccessivo controllo dei genitori

In quasi tutte le tappe della loro età evolutiva, i figli cercano situazioni di pericolo in cui scoprono il piacere di sfidare i propri genitori. Quando ciò è un atteggiamento reiterato, si tratta di bambini che di solito hanno carenze emotive, o che sono stati sempre sottoposti a molta pressione. Quest’ultima può innescare processi soggettivi anche molto gravi. Come, ad esempio, la bassa autostima o un’accentuata indecisione.

Bassa autostima

Il problema di un eccessivo controllo, quando si unisce a un’aspettativa esagerata e ingiustificata (per esempio i risultati scolastici o sportivi), può produrre vere catastrofi. Alcuni bambini finiscono col pensare di non essere all’altezza. Sentono di non riuscire a fare abbastanza per soddisfare i genitori e si deprimono. E tutto questo può influenzare le loro relazioni interpersonali anche nel corso della vita adulta.

Indecisione

L’indecisione è un’altra conseguenza dell’eccessivo controllo sui figli. In parole povere, non sono in grado di prendere decisioni da soli né sanno accettare le proprie responsabilità. Delegano ai genitori qualsiasi scelta, anche importante, per la paura di uscire dalla propria zona di comfort.

Costruite fiducia

Dovete imparare a relazionarvi con i vostri figli in modo aperto, per raggiungere un livello adeguato di fiducia. Tenete presente che se non si fideranno di voi, cercheranno altri punti di riferimento al di fuori del contesto familiare. Spesso, però, tali modelli esterni sono inadeguati e potrebbero portarli sulla cattiva strada.

Durante le prime fasi della vita, il controllo totale è ovviamente giusto oltre che necessario. Ma, man mano che crescono, occorre capire che i figli potrebbero seguire percorsi diversi da quelli che avevate scelto per loro.

Ciò diventerà molto evidente durante l’adolescenza. Una fase assai temuta dai genitori, per tutti i cambiamenti che questa tappa evolutiva comporta. Essere assillanti ed esercitare un eccessivo controllo è l’ultima cosa che bisogna fare. Il rischio è quello di innescare una reazione negativa, di rifiuto delle regole e di ribellione all’autorità di padre o madre. Insomma, finireste con l’allontanare vostro figlio da voi e da tutto ciò che rappresentate.

Come genitori dovete capire che i figli non vi appartengono. Abbiate fiducia in loro, cresceteli rispettando i loro tempi e insegnandoli ad essere responsabili delle proprie scelte e degli eventuali errori. Soprattutto, fategli sapere che potranno sempre contare su di voi.

  • Baumrind, D. (1966). PARENTAL CONTROL EFFECTS OF AUTHORITATIVE. Child Development.
  • Bornstein, L., & Bornstein, M. (2014). Estilos Parentales y el Desarrollo Social del Niño. Development.