I 6 migliori giochi per bebè per stimolare lo sviluppo

13 febbraio, 2020
Esistono molti giochi per bebè che possiamo realizzare insieme per stimolare il loro sviluppo. In questo articolo ve ne proponiamo alcuni.
 

I giochi per bebè sono destinati a cambiare con il trascorrere delle settimane di vita del piccolo. Nel corso delle diverse tappe dello sviluppo, si sostituiranno spontaneamente a vicenda uno dopo l’altro. Il nostro compito consiste nel proporre questi giochi per fare in modo che offrano ai bebè il maggior numero di benefici.

Essere genitori richiede un notevole investimento di tempo ed energie, tra le varie ragioni perché il bebè ha bisogno di molte cure e attenzioni. Al giorno d’oggi non si tratta solamente di alimentare e tenere in ordine il piccolo di casa.

I giochi per bebè rappresentano un’attività fondamentale per il loro sviluppo.

Principali benefici dei giochi per bebè

I benefici che derivano dall’introduzione di giochi nella routine quotidiana del bebè sono innumerevoli.

Grazie a questi giochi, infatti, i bambini sono in grado di imparare in maniera spontanea e di conoscere se stessi e l’ambiente che li circonda. Inoltre, si relazionano più facilmente con gli altri, iniziano a canalizzare le proprie emozioni e a esteriorizzare i propri sentimenti e necessità.

essere genitori richiede un notevole investimento di tempo ed energie

Per realizzare i giochi per bebè, nella maggior parte dei casi tutto ciò che serve è riservare un po’ di tempo della propria routine quotidiana. Inoltre, è importante conoscere le informazioni necessarie per svolgere giochi adatti all’età di ogni bambino.

 

Alcuni giochi per bebè molto interessanti

Far battere le mani (da 0 a 3 mesi)

Il suono che viene prodotto dall’unione di entrambe le mani è uno dei giochi per bebè più semplici e allo stesso tempo più gradevoli per il piccolo. Grazie a esso è possibile ottenere la combinazione ideale, se il battito dei palmi viene accompagnato dalla melodia della sua canzone preferita.

Per rendere il gioco più stimolante, bisogna aiutare il bebè a unire le proprie mani delicatamente. In questo modo lo orienterete in merito all’ubicazione delle sue mani e ben presto riuscirà a compiere da solo questo movimento.

Compagno di ballo (a partire da 0 mesi)

La musica stimola i sensi ed è in grado di modificare l’umore di chiunque. Per questa ragione, ballare con il bebè provando diversi ritmi e stili rappresenterà un arricchimento per entrambi.

Sarà sufficiente prenderlo tra le braccia e muovere il corpo al ritmo della musica. Inizieremo con movimenti delicati e, a mano a mano che il bebè cresce, sarà possibile realizzare movimenti sempre più complessi.

Indipendentemente dai movimenti adottati, non dobbiamo mai scuotere il bambino bruscamente.

Bebè volante (a partire dai 6 mesi), tra i giochi per bebè più divertenti

Tenere il bambino sospeso per aria è un gioco adatto a partire da quando il piccolo è in grado di sostenere da solo la propria testa.

Possiamo fingere che si tratti di un razzo spaziale, di un elicottero o di un supereroe. Grazie a questo gioco, faremo sorridere il bambino e, allo stesso tempo, stimoleremo la sua immaginazione e rafforzeremo i muscoli incaricati di sostenere la sua testa.

 

Si tratta di un gioco semplice, che può essere realizzato a qualunque ora del giorno. Grazie a esso è possibile potenziare la psicomotricità.

Bebè doppio (da 3 a 6 mesi)

Giocare davanti allo specchio offre un gran numero di benefici al bebè, come, per esempio, imparare a riconoscersi. Inizieremo il gioco realizzando dei gesti faccia a faccia, che poi ripeteremo di fronte allo specchio.

i giochi per bebè contribuiscono alla creazione del legame tra genitori e figli

Grazie a questo gioco, il bambino inizierà a scoprire che ciò che vede nello specchio è il suo riflesso e quello di chi dirige il gioco. Questa attività risulterà particolarmente divertente per lui, se lo avvicineremo e allontaneremo dallo specchio a poco a poco.

Inoltre, giocare di fronte allo specchio contribuisce allo sviluppo del suo cervello e offre un aiuto per migliorare la coordinazione e la precisione dei suoi movimenti. Un altro aspetto importante consiste nell’incoraggiare lo sviluppo del suo ego. A questo scopo possono essere impiegati anche i giocattoli adeguati.

Giochiamo a riordinare (dai 6 mesi in poi)

Utilizzando un recipiente facile da riempire e svuotare, come una scatola per scarpe, il bebè potrà introdurre ed estrarre tutte le volte che lo desidera i suoi oggetti preferiti.

 

Il gioco verrà iniziato da mamma o papà, che inciterà il bambino a imitarlo. Per rendere più divertente questa attività, possiamo svuotare di colpo la scatola con gesti divertenti, per poi iniziare a riempirla prendendo un oggetto alla volta. Questa attività, inoltre, incoraggerà l’abitudine di raccogliere i giocattoli dopo che sono stati usati.

A mano a mano che il bebè cresce, il gioco può subire un’evoluzione, incentivando il piccolo a raggruppare gli oggetti in base al colore e/o alle dimensioni.

i giochi per bebè sono un ottimo stimolo per lo sviluppo del bambino

Dov’è il bebè? (da 4 a 12 mesi)

Poche persone possono resistere dal farsi contagiare dalla risata di un bebè. Anche se fingere di perderlo di vista rappresenta uno dei giochi più comuni, è anche uno dei più divertenti per tutti.

Inoltre, in un lasso di tempo molto breve, farà sì che il bebè guadagni una maggiore coordinazione nel trovare il proprio viso. Accade spesso che il bambino pensi che coprirsi gli occhi sia sufficiente per diventare invisibile.

Questi giochi per bebè renderanno più divertente la vita quotidiana dei vari membri della famiglia. Giorno dopo giorno, rappresenteranno un’attività arricchente e stimolante per lo sviluppo del bebè, oltre a generare un legame tra genitori e figli.