Come insegnare ai figli a superare le prese in giro

3 Ottobre 2019
La prima cosa da sapere è che i bambini non sono cattivi per natura. Molti usano la presa in giro come meccanismo di difesa, perché credono che sia un modo di relazionarsi o perché imitano i loro genitori.

I bambini possono essere meravigliosi, ma anche molto crudeli. Spesso non è colpa loro: alcuni ricevono dei cattivi esempi a casa. Sfortunatamente, gli atteggiamenti negativi acquisiti in casa causano danni ad altri bambini, che non sanno come affrontarli. Per questo motivo, vi invitiamo ad insegnare ai figli a superare le prese in giro.

La prima cosa da sapere è che i bambini non sono cattivi per natura. Molti usano la presa in giro come meccanismo di difesa, perché credono che sia un modo (sbagliato) di relazionarsi o perché imitano i loro genitori. Alcuni genitori trasmettono le loro frustrazioni e la scarsa autostima ai loro figli, altri sono semplicemente abituati a questo tipo di atteggiamento e lo fomentano involontariamente.

I genitori che vedono i propri figli soffrire e passare dei brutti momenti sentono un’angoscia ed una rabbia indescrivibili. Tuttavia, questo non è il modo giusto di affrontare situazioni simili. Al contrario, bisogna insegnare ai figli a superare le prese in giro.

Come insegnare ai figli a superare le prese in giro

Ascoltarli

Prima di tutto, ascoltate ciò che i vostri figli hanno da dire. Potrebbe essere qualcosa di reciproco con un altro bambino o potrebbe essere semplicemente un gioco. Analizzate la situazione e chiedete anche agli insegnanti. Informarsi prima di agire è la chiave. Incoraggiateli a dirvi cosa fanno in classe e mostrategli che possono essere sinceri con voi.

Non umiliarli

Molti genitori umiliano i loro figli nel tentativo di renderli coraggiosi. Credono che chiamarli codardi o piagnucoloni li renda più forti, ma non è così. Un bambino non risponde alle prese in giro degli adulti e quindi bisogna mostrare empatia.

Bambino umiliato

Insegnategli ad ignorare le prese in giro

Un buon metodo in queste situazioni è ignorare la presa in giro. Il più delle volte, i bambini finiscono per stancarsi delle loro battute, specialmente se vedono che non hanno alcun effetto. Quando ciò accade, smettono di insistere e trattano persino la vittima come se nulla fosse mai successo.

Il coraggioso ha paura del contrario, il codardo, della sua stessa paura.

-Francisco de Quevedo-

L’ingegno per superare le prese in giro

L’ingegno può essere un’arma molto potente. Insegnate a vostro figlio a rispondere rapidamente e con ironia, e in breve tempo noterà i risultati. Ricordate che lo scopo non è quello di prendere in giro l’altro, perché sarebbe cadere nello stesso gioco. Né dovrebbe rispondere con violenza o insulti. Bisogna fare in modo che il burlone sappia che il bambino non è influenzato dai suoi commenti.

Incoraggiatelo a coalizzarsi con gli altri bambini

Le amicizie sono un ottimo modo per impedire al bambino di isolarsi. Si sentirà protetto e apprezzato e imparerà a non preoccuparsi più di tanto. Questo è un ottimo modo per insegnare ai figli a superare le prese in giro. Inoltre, potrebbero esserci più bambini nella stessa situazione e finirebbero per aiutarsi a vicenda.

Superare le prese in giro
Fate attenzione ai segnali di pericolo

Forse ciò che consideriamo sciocco invece è qualcosa di serio. Ci sono momenti in cui, purtroppo, la presa in giro finisce per diventare bullismo. In tal caso, la prima cosa da fare è parlare con gli insegnanti per esprimere i vostri dubbi. Da quel momento e se la situazione peggiora, bisognerà intervenire.

E se fosse mio figlio a prendere in giro gli altri?

Se è vostro figlio che prende in giro gli altri, dovrete innanzitutto capire perché lo fa. Non serve farne un dramma ma, come detto prima, ascoltare le sue motivazioni. Potrebbe darsi che lo faccia per imitare determinati comportamenti che osserva nelle cattive amicizie. Se è così, dovrete aiutarlo passo passo a cambiare il suo atteggiamento.

Dovrete spiegargli che prendere in giro gli altri è sbagliato. Fa male a molte persone, ed è probabile che se continua così, nessuno vorrà essere suo amico. Se è gentile con gli altri, è probabile che anche gli altri lo siano con lui. Infine, dovrete insegnargli che aiutare gli altri lo renderà sempre più felice che fargli del male.