Mio figlio cerca delle scuse per non andare a scuola

· 14 Gennaio 2019
Per i genitori, spesso risulta molto difficile affrontare il rifiuto di un figlio che non vuole andare a scuola. Anche se per molti bambini rappresenta un'occasione piacevole ed emozionante, per altri è causa di paura e panico. Tutto ciò può portare il bambino a cercare delle scuse per non andare a scuola.

Il regolare rifiuto e il costante ricorso a pretesti può nascondere motivi reali e davvero seri per i quali un bambino può arrivare a cercare di evitare un’attività o un obbligo. Leggete le righe che seguono per scoprire se vostro figlio sta cercando delle scuse per non andare a scuola e quali sono le possibili ragioni di questo comportamento.

Le scuse più frequenti per non andare a scuola

Giusto prima di andare a scuola, il bambino può manifestare dolori di stomaco, alla testa oppure alla gola. Questa apparente malattia è destinata a migliorare se gli consentite di rimanere in casa, ma riapparirà puntualmente il mattino seguente.

Allo stesso modo, è possibile che dimostri il proprio fastidio piangendo o facendo i capricci. Bambini più grandi, invece, possono presentare un atteggiamento di sfida o aggressivo nei confronti dei genitori, il rifiuto di alzarsi dal letto o di prepararsi per andare a scuola, la fuga dalla scuola o da casa ed episodi di cattivo umore.

Perché alcuni bambini impiegano delle scuse

Le scuse per non andare a scuola possono avere un’origine interna o esterna. Nelle righe che seguono vediamo quali sono le cause di ognuno di questi tipi.

Scuse di origine interna

In primo luogo, il bambino può provare ansia o una paura paralizzante all’idea di allontanarsi dalla sicurezza data dai suoi genitori e da casa sua. Per esempio, potrebbe pensare che gli accadrà qualcosa di male se non rimane a casa con loro, che si perderà e che loro non riusciranno a ritrovarlo. Può perfino arrivare a credere che i suoi genitori possano morire.

Allo stesso modo, la causa può risiedere in situazioni familiari. In casi di divorzio, maltrattamento o violenza domestica, i bambini possono sviluppare timore e non voler uscire più di casa. Pensano in questo modo di riuscire a impedire che i genitori litighino, cercando così delle scuse per ricevere la loro attenzione.

In altri casi, ci sono bambini che evitano di andare a scuola perché soffrono di un qualche disturbo dell’apprendimento che non è stato correttamente diagnosticato.

Per quanto riguarda i bambini più grandi, invece, è possibile che considerino il rimanere in casa un’esperienza più gradevole dell’andare a scuola. Desiderano dormire fino a tardi, collegarsi a Internet, guardare la televisione, giocare con i videogiochi o svolgere qualcun’altra delle loro attività preferite.

perché molti bambini cercano delle scuse per non andare a scuola?

Scuse di origine esterna

In merito ai motivi esterni ai bambini, sono da evidenziare i fattori sociali. In questi casi, i bambini hanno paura di affrontare situazioni come il salire in autobus, scrivere sulla lavagna o parlare di fronte ai professori o ai compagni di classe. Dal momento che hanno paura di fallire, utilizzano delle scuse per evitare l’esperienza.

Un’altra causa è rappresentata dai problemi interpersonali. Ai bambini più piccoli può accadere di considerarsi brutti o cattivi, oppure di pensare che nessun compagno di scuola desideri giocare con loro.

Inoltre,  è possibile che siano sottoposti a minacce o a qualche trattamento umiliante. Tra gli adolescenti, questa ragione è la più comune. Il bullismo è un argomento di cui sia i genitori che i professori devono occuparsi, per porvi un freno al più presto.

Per di più, ci sono i cambiamenti fisici. I giovani sono preoccupati dal loro aspetto fisico, come l’essere sovrappeso o molto magri, il che li porta ad avere una bassa autostima.

Nel caso delle bambine, l’essersi sviluppate molto precocemente o in maniera visibile è spesso causa di angoscia. A queste insicurezze si aggiungono anche i problemi ormonali propri della loro età. Inoltre, in questa nuova fase smettono di essere i bambini più grandi e di maggior esperienza per diventare i più piccoli e inesperti.

“Per quanto riguarda i bambini più grandi, è possibile che considerino il rimanere in casa un’esperienza più gradevole dell’andare a scuola.”

Quando possono presentarsi le scuse

Il rifiuto e le scuse per non andare a scuola sono molto frequenti e possono presentarsi in qualunque momento. Tuttavia, si verificano con frequenza maggiore nei bambini tra i 5 e i 7 anni e nei bambini tra i 10 e i 13 anni. Infatti, si calcola che fino al 25% dei bambini in età scolare sia destinato ad accampare pretesti, in qualche momento, per non andare a scuola.

In bambini piccoli, questa situazione può comparire dopo le vacanze, dopo i giorni di festa oppure in seguito a una breve malattia. Ciò è dovuto al tempo considerevole trascorso in seno alla famiglia. Può accadere anche, tra le altre ragioni, dopo la morte di un familiare, un cambio di scuola o di casa.

9 consigli pratici per i genitori

Prima di considerare come una semplice scusa ciò che dice il vostro bambino, pensate a quanto segue:

  • Cercate di verificare l’origine delle sue scuse.
  • Verificate che i sintomi più comuni presentati dalle scuse, come febbre, mal di testa, mal di stomaco, nausea e/o vomito non siano dovuti a cause reali. Per esempio, osservate l’intensità e la frequenza di queste lamentele.
  • Portate pazienza e non arrabbiatevi.
  • Non precipitatevi a reagire in maniera negativa né a dirgli che le sue paure sono prive di fondamento. Non obbligatelo ad andare a scuola senza prima sapere quali sono le sue ragioni.
  • Ricordate che le sue paure costanti potrebbero scatenare in futuro disturbi d’ansia, fobie o attacchi di panico.
  • Tenete conto del fatto che la scuola provoca una notevole ansia nei bambini, perché si tratta di un ambiente ben diverso da quello protetto di casa. Il che lo porta a cercare scuse per non andare a scuola.
  • Occupatevi della situazione senza rimproverarlo e senza togliere importanza ai suoi sentimenti. In questo modo potrete evitare che il problema peggiori.
  • Lavorate insieme ai suoi maestri, compagni di classe e fratelli per trattare la situazione nel miglior modo possibile.
  • Uno psicologo o un altro professionista può darvi dei suggerimenti pratici specifici per il vostro particolare caso. Non dimenticatelo mai: non siete soli.
a volte, la scuola è occasione di ansia nei bambini

Problemi che possono provocare le scuse frequenti

Quando il bambino insiste nel cercare scuse per non andare a scuola, la situazione diventa preoccupante. In questi casi, è consigliabile cercare il sostegno di un professionista della salute mentale. Ricordate che tutto ciò sarà molto importante per l’intero percorso di crescita del bambino.

Smettere di frequentare la scuola  e di vedere gli amici a causa della paura e dell’ansia può causare gravi problemi scolastici e sociali. A lungo termine, potrebbe anche portare all’abbandono completo degli studi, a comportamenti criminali e privazioni economiche, provocati dalla difficoltà di conservare un lavoro.

Anche l’isolamento sociale e i problemi a livello matrimoniale sono da annoverare tra le possibili conseguenze. In età adulta, questa situazione potrebbe causare problemi di ansia, depressione, disturbi di panico e di personalità.

Anche se cercare delle scuse per non andare a scuola è un fenomeno molto frequente nei bambini nella fase scolare, è necessario che cerchiate di scoprire qual è la loro origine.In questo modo, affrontando con successo la situazione, il vostro bambino potrà godersi al massimo la sua esperienza scolastica e voi sarete molto più tranquille.