Perché mio figlio getta tutto a terra?

· 1 Novembre 2017

I bambini vivono un fase in cui non fanno altro che tirare tutto, quasi fosse una sfida. Vi interessa sapere perché vostro figlio getta tutto a terra?

Di sicuro vi avrà sorpreso diverse volte con questa sua abilità da giocatore di baseball, lanciando tutto quello che trova a portata di mano. Magari all’inizio vi sembrava un atto di ribellione o un gesto per attirare la vostra attenzione, poi vi siete rese conto che succede quotidianamente.

Con irritazione, con un’espressione stupita o ridendo gli chiedete di smetterla perché potrebbe rompere qualcosa di importante o far del male a qualcuno.

Abbiamo una buona notizia per voi: questa capacità non è altro che una delle prime esercitazioni del bambino per esplorare il mondo.

Il vostro bambino scopre il mondo ogni volta che lancia qualcosa a terra

Quando tirate un oggetto dovete calibrare la forza con cui tirare, la distanza, dovete avere un obiettivo fisso, mettervi in una determinata posizione, stare attenti a quello che vi circonda ecc.  Ecco cosa sta cercando di imparare il vostro piccolo ogni volta che si dà la spinta per lanciare qualcosa. 

Se lo ha fatto mille volte, preparatevi, perché di sicuro lo farà altre mille volte. Siatene felici e grate, perché questo segnale di sviluppo e di crescita va a sommarsi alla lista di abilità di cui si serve il piccolo per affrontare le sfide della vita. Quando vostro figlio getta tutto a terra, guidatelo e insegnategli a fare attenzione, a riconoscere i pericoli e i materiali fragili.

Vostro figlio getta tutto a terra: è il suo modo di apprendere

Bambino sdraiato: anche vostro figlio getta tutto a terra?

Abbiamo imparato dunque che il corpo dell’amore della vostra vita, tirando tutto a terra, si allena semplicemente a essere più forte e agile. È arrivato il momento di guidarlo in questo lavoro che, data la sua giovane età, è un’odissea piena di sfide e conquiste da supereroe.

Perciò, prima di farvi assorbire da questo compito, è fondamentale che conosciate nei dettagli tutto quello che impara quel piccolo monello con la sua  impressionante forza.

Scopre cosa succede all’oggetto

Si rompe, emette dei suoni particolari o rimane fermo nello stesso punto? Un dubbio, il suo, che risveglia mille interrogativi verificabili solo con la pratica. Cioè, tirare l’oggetto tante volte quanto è necessario per verificare quale sia la risposta ai dubbi.

Prende le distanze

Anche se non ci crederete, quando vostro figlio getta tutto a terra, utilizza due dei cinque sensi: la vista e l’udito. Nel primo caso analizza la traiettoria dell’oggetto in questione: vede come variano le sue dimensioni man mano che si allontana, fino a diventare piccolissimo. Quanto al secondo, se l’oggetto impiega tanto tempo a cadere vuol dire che è arrivato lontano e viceversa.

Mette alla prova le sue capacità

Vale la pena continuare a tirare questo oggetto? Devo proseguire l’esplorazione? Ho capito che cosa succede se lo lancio con forza? Quest’altro si comporterà in maniera diversa?

Conosce la relazione causa-effetto

Dopo aver deciso di lanciarlo, scopre qual’è la conseguenza. La rottura del vetro e la reazione di paura di mamma e papà, un rumore forte che infastidisce gli altri o richiama l’attenzione dei genitori.

Interazione sociale

Capirà che l’oggetto può risvegliare l’interesse delle persone che lo circondano fino a spingerle a giocare con lui. E quindi lo userà per creare istanti magici da condividere e si renderà conto di avere la capacità di instaurare un legame. In futuro questo sarà fondamentale per il suo sviluppo personale e lavorativo.

In definitiva, il nostro piccolo scienziato risponde ai suoi bisogni di esplorazione e verifica del mondo con rapidità e astuzia.

Cosa possiamo fare per migliorare questa esperienza?

bambino che gioca con il secchio

A meno che lanci qualcosa di fragile o che possa fare male a qualcuno, non sgridatelo. Piuttosto, insegnategli quello che può lanciare e dove. Ovviamente, non lasciate che sia violento nei lanci e dopo che ha lanciato qualcosa invitatelo a raccoglierla insieme a voi, in modo da abituarlo a essere ordinato.

Non sgridatelo inutilmente, se sarete d’esempio vedrete i risultati

Siate un esempio insegnandogli ciò che è permesso e ciò che non lo è, come lanciare le calze sporche nella cesta o i fogli di carta usati nel cestino. Poco alla volta capirà che cosa è giusto e ne trarrà vantaggio.