Punizioni in classe

Le punizioni in classe sono un qualcosa da dover analizzare nell'attualità. Gli insegnanti dovrebbero avere una formazione corretta su come evitare, in primo luogo, i cattivi comportamenti in classe.
Punizioni in classe

Ultimo aggiornamento: 03 settembre, 2021

Le punizioni in classe dovrebbero essere considerate tra gli aspetti importanti nella formazione degli insegnanti. Non devono avere competenze solo nelle materie che insegnano. Le loro conoscenze devono andare oltre. Dovrebbero entrare in aula con abilità pratiche per gestire la classe.

Uno degli aspetti più importanti nella formazione dei futuri insegnanti è quello di saper gestire una classe. Molti studi dimostrano che gli studenti imparano meglio in ambienti attraenti ed ordinati. Bisogna anche considerare che ogni bambino è diverso dall’altro e risponde alla disciplina in modo diverso.

Che tipo di comportamento improduttivo si trova nelle classi?

I comportamenti improduttivi (conosciuti come cattivi comportamenti) degli alunni si possono raggruppare nei seguenti tipi:

  • Disturbatori di livello basso.
  • Disinteressati.
  • Comportamenti aggressivi ed antisociali.

Tra gli alunni, i comportamenti disturbatori e disinteressati di livello basso sono quelli più frequenti. I professori fanno fatica a controllarli. Invece, i comportamenti aggressivi ed antisociali, sono meno frequenti.

Strategie di punizioni in classe

Per molti anni gli insegnanti hanno usato due strategie per frenare certi comportamenti:

  • Ricompense, che si usano per promuovere un buon comportamento.
  • Sanzioni o punizioni in classe, pensati per dissuadere gli alunni dal disturbare i compagni.
Abituali strategie di punizioni in classe

Relativamente poco tempo fa, nelle scuole si utilizzavano punizioni fisiche. Da quei tempi sono passati solo alcuni decenni. Dopo il divieto delle punizioni fisiche nell’educazione, sono stati introdotti altri sistemi di punizioni in classe.

Punizioni in classe nella scuola moderna

Questi sistemi graduali di punizioni in classe sono un insieme di “conseguenze” che aumentano in severità. Vengono utilizzati per ogni tipo di comportamento scorretto.

  • Queste punizioni graduali in genere iniziano con un avvertimento.
  • Il passo seguente consiste nel far uscire l’alunno dall’aula per qualche minuto.
  • Il passo successivo è quello di mandare gli alunni dal dirigente scolastico.
  • Se il comportamento scorretto continua si arriva alla nota sul registro.
  • Infine ci possono essere sospensioni o espulsioni.

Questo metodo può sembrare sensato perché permette all’insegnante di continuare la lezione. Però ignora la radice del problema.

Ai “cattivi studenti” resta difficile tornare a studiare dopo aver perso alcune ore di lezione. La situazione peggiora se vengono allontanati per qualche giorno dalla scuola.

“Parlando con professori che utilizzano questo tipo di punizione in classe, che sono la maggior parte, assicurano che le punizioni non sono efficaci.”

Come fermare questo cattivo atteggiamento ed evitare le punizioni nelle classi? I professori si rendono conto che le minacce e le azioni di allontanamento dallo studio non sempre funzionano. Questo è sostenuto anche dalla maggior parte degli studi internazionali.

I fatti dimostrano che basarsi sulle punizioni per gestire il comportamento degli studenti non funziona. Non si risolve il problema tenendo gli alunni fuori dalla classe. Concretamente, con il tempo peggiorano i comportamenti distruttivi.

Il segreto: la prevenzione

Il segreto sta nel puntare sulla prevenzione. Considerando l’ambiente fisico, il piano di studi, le risorse ed il metodo d’insegnamento. Così si può evitare che gli studenti si staccano al punto tale da arrivare ad essere fattori di disturbo.

Bambina punita e lasciata fuori dalla classe

“I docenti devono insegnare a risolvere problemi e conflitti affinché gli studenti non ricorrano all’aggressione per far fronte alle situazioni”

La formazione degli insegnanti dovrebbe includere una parte importante in cui imparare delle tecniche per gestire la classe. Dovrebbero saper creare ambienti non solo attraenti ma anche ordinati. I comportamenti più comuni nelle classi sono quelli disturbanti e disinteressati di livello basso. Per questo è fondamentale riuscire ad evitare certe situazioni.

Gli insegnanti dovrebbero avere più comprensione, sviluppare metodi di insegnamento che evitano i conflitti. Sarà sempre meglio che cercare di “sistemare” il comportamento degli studenti utilizzando ricompense e conseguenze.

“Non ci sarà mai qualcosa da applicare a tutte le scuole e a tutte le classi per prevenire e rispondere ai comportamenti improduttivi degli studenti.”

I corsi di formazione devono insegnare atteggiamenti, abilità e strategie per gestire certi comportamenti in modo educativo. E, cosa più importante, gli insegnanti devono trovare strategie per prevenire queste situazioni improduttive.

Potrebbe interessarti ...
7 modi per motivare i bambini a studiare
Siamo MammeLeggi in Siamo Mamme
7 modi per motivare i bambini a studiare

Se state cercando dei modi per motivare i bambini a studiare, in questo articolo troverete dei trucchi per aiutarli a prepararsi nel migliore dei m...