9 curiosità sulla gravidanza che non potete perdervi

· 1 Marzo 2019
Se avete deciso di avere un bambino e vi state informando su tutto ciò che bisogna sapere, ci sono delle curiosità sulla gravidanza che non potete perdervi.

Ogni gravidanza presenta fasi e situazioni che sono sempre diverse, perché nessuna è uguale all’altra. Se è la prima volta che darete alla luce un bambino, preparatevi a un’esperienza davvero unica. La maggior parte delle informazioni, oggi, è pienamente accessibile e questo fa sì che le giovani mamme possano affrontare i vari momenti della gestazione in modo sano e consapevole. Tuttavia, ci sono alcune curiosità sulla gravidanza che non tutti conoscono. E in questo articolo ve ne sveleremo alcune.

Fin dal concepimento, la gravidanza porta con sé tutta una serie di novità e cambiamenti che potrebbero sorprendervi. Questo processo straordinario culminerà con qualcosa di assolutamente grande. Ma cosa succede al corpo della donna? In che modo si sviluppa la vita? Quali si sentono i primo movimenti del bambino? Queste sono alcune delle curiosità sulla gravidanza che vale la pena conoscere, soprattutto se avete scoperto di essere incinta da poco.

Dati e curiosità sulla gravidanza che bisogna conoscere

Donna incinta su palla medicinale

I cambiamenti che si producono nella madre e nel feto si verificano gradualmente, settimana dopo settimana. Per questo motivo, occorrerà fare attenzione ad ogni fase della gestazione. Alcuni sono molto intimi, altri semplicemente curiosi ma, nella maggior parte dei casi, nonostante vi facciate trovare pronte, la sensazione principale sarà sempre di sorpresa.

Ma quali sono le curiosità sulla gravidanza che bisogna conoscere? Beh, per esempio quando inizia formarsi il feto. Oppure in che modo viene deciso il sesso del bambino. O, ancora, quali sono le probabilità che nascano dei gemelli. Tutte queste sono domande a cui risponderemo nelle prossime righe. Sarà un modo per conoscere meglio questo formidabile percorso che terminerà con l’esperienza più bella per ogni mamma: tenere in braccio la propria creatura.

Come si calcola l’inizio della gravidanza

A tutte le mamme interessa sapere in che modo calcolare l’inizio della gravidanza, il cosiddetto tempo gestazionale. Per poter conoscere di quante settimane siete e per conoscere la possibile data del parto, si devono contare 40 settimana a partire dalla prima settimana di gravidanza. Ovvero, dal primo giorno delle ultime mestruazioni. Negli essere umani, come forse sapete, la durata di una gestazione normale è di circa 38 settimane, dal momento del concepimento.

Solo centomila spermatozoi possono fecondare l’ovulo

Anche se sembrano numeri esorbitanti, ci sarà bisogno di circa centomila spermatozoi per poter rimanere incinta. Un esercito davvero vasto ma che sarà in grado di produrre solamente un vincitore. Gli altri cercheranno di penetrare l’ovulo senza successo, ma più ce ne sono, più alta sarà la possibilità di completare la fecondazione. Un basso numero di spermatozoi è la causa principale di infertilità maschile.

Nascono gemelli solo il 2% delle gravidanze

Una gravidanza gemellare, in natura, è qualcosa di poco probabile, come dimostrano le statistiche. Solamente nel 2% dei casi, mamma e papà accoglieranno a casa dei dolcissimi gemellini. Questa bassa probabilità si deve al fatto che, per verificarsi questa situazione, devono coincidere una serie di fattori molto decisivi.

Per esempio, il fatto che due spermatozoi fecondino due ovuli è naturalmente possibile, eppure ci sono pochissime probabilità che una donna rilasci due uova, in condizioni normali. Lo stesso dicasi per la possibilità che un ovulo, fecondato da un solo spermatozoo, si divida per dare la vita a due gemelli identici.

Il sesso del bambino lo decide il padre

Se sognate di dare alla luce una bambina, sappiate che non esistono ricette, posture strane né incantesimi che possano influire sul sesso del bambino. Questo è un problema di tipo genetico e dipende direttamente dal bagaglio cromosomico degli spermatozoi del padre. L’ovulo della donna è X e può essere fecondato da uno spermatozoo con cromosoma X o Y. Nel primo caso verrà data alla luce una splendida bambina (XX), altrimenti si avrà un simpatico maschietto (XY).

Il feto inizia a muoversi a partire della 10ª settimana

Scoprite alcune curiosità sulla gravidanza

Non tutti sanno che il feto inizia a muoversi così presto. Tuttavia, è noto che il feto può iniziare a dare dei seri segnali di presenza già a partire della decima settimana. Questo sicuramente sorprenderà molte mamme, perché in questa fase è ancora considerato un embrione. Con il tempo, riuscirete a sentire meglio e riconoscere i vari movimenti e sarà qualcosa di davvero molto emozionante.

A metà “percorso” pesa appena 300 grammi

Un feto che si sviluppa normalmente, in 21 settimane ha già superato la metà della gestazione. Anche così, c’è ancora molto da fare. Quando vedrà la luce, avrà un peso compreso tra i 3 e 4 kg circa, a seconda delle sua costituzione e del sesso. A metà cammino, avrà ancora la dimensione di una banana.

Da embrione a feto, in 8 settimane

Mamma e papà si rivolgono con amore al “bambino” che sta crescendo nella pancia. In realtà ci sono altri nomi che identificano meglio la sua evoluzione. Prima dell’ottava settimana, sarà chiamato “embrione”, dato che la maggior parte dei suoi organi iniziano a formarsi solo a partire da qui. Dalla nona settimana in poi, viene chiamato “feto”, avendo raggiunto una struttura più definita. Ecco una curiosità sulla gravidanza che vi renderà molto più competenti agli occhi del ginecologo!

La gravidanza è considerata vitale dopo le 24 settimane

Alla 24ª settimana amerete così tanto il vostro piccolo, che vi sembrerà quasi di tenerlo già tra le vostre braccia. Tuttavia, per gli specialisti, una gravidanza è considerata vitale solamente a partire da questa data. Con questo termine, gli specialisti semplicemente confermano che il feto in questione ha alte probabilità di vedere la luce.

Solo il 5% delle gravidanze termina nel tempo stimato

Come abbiamo detto prima, non essendo mai completamente sicura la data di concepimento, anche quella del parto verrà calcolata con un largo margine di errore. La natura non funziona come un orologio svizzero e solamente un numero molto eseguo di donne riesce a dare alla luce nei tempi previsti.

Quale di queste curiosità sulla gravidanza vi ha colpito di più? Fatecelo sapere!

Immagine principale per gentile concessione di © wikiHow.com