Chi soffre di più con la notizia di un cesareo inatteso?

31 Marzo 2019
Non sapere cosa accade nella sala parto, è un motivo di preoccupazione per tutti. In questi momenti la notizia di un cesareo inatteso può causare molto stress, ma chi ne soffre di più?

Le possibili complicazioni che possono esserci durante il momento del parto sono molto preoccupanti per tutta la famiglia. In questo processo, la notizia di un cesareo inatteso può causare molto stress. Le cause di un cesareo che non è stato pianificato in genere non sono buone, però, chi soffre di più con questa notizia?

Possiamo credere che nessuno più di una madre possa preoccuparsi nel sapere che qualcosa non va bene. Tuttavia, il non sapere cosa accade nella sala parto è un motivo di preoccupazione per tutti. In questi momenti il padre potrebbe avere la parte peggiore, perché ha trattenuto la sua paura per tutta la gravidanza.

Per quanto una madre si preoccupa di fronte alle circostanze, lei sa cosa sente e comprende meglio il processo. Nel caso della famiglia, il non sapere con certezza cosa stia accadendo all’interno della sala parto può causare molta ansia. Si arriva ad immaginare di tutto, soprattutto quello che più spaventa.

Un cesareo inatteso: reazione del padre

Gli uomini si difendono bene in questa situazione? Generalmente è il loro corpo ad indicarlo. Si sono visti casi di svenimenti, di isteria, di pianto, di euforia… non si può mai sapere come possono reagire.

Nella maggior parte dei casi le donne arrivano con il loro partner a partorire, ma anche con i familiari.

quando arriva il momento di correre all'ospedale

Nel momento del parto, tutta l’attenzione si concentra sulla madre e sul bambino, ma cosa prova il padre? O ci si preoccupa di come stanno andando le cose o della sua reazione. In ogni caso, i padri si preoccupano anche quando va tutto bene.

Come prende la notizia di un cesareo inatteso la famiglia?

Nessuno è esente dallo stress quando viene a sapere che i medici devono agire d’emergenza in un parto. Il cesareo non è così negativo finché non diventa un’urgenza, sono i motivi a causare preoccupazione.

Si sa molto bene che è una misura per salvare il bambino o la mamma, per questo un cesareo inatteso non smette di far paura. La madre soffre, anche il padre soffre, forse soffre anche il bambino ed è una sofferenza per tutti.

Senza ombra di dubbio, la nonna materna è una delle più colpite: sua figlia ed il suo nipotino sono in pericolo. Nonostante questo, non ci si concentra su di loro, le nonne soffrono in silenzio come la maggior parte delle volte. In questi momenti è molto importante l’unione familiare per assorbire meglio le notizie preoccupanti.

Un cesareo d’urgenza, è importante notarlo, non significa che le cose andranno male, anzi! Spesso viene fatto per velocizzare la nascita perché il bambino sta soffrendo o è impossibile un’adeguata dilatazione. Si tratta quindi di un modo per salvaguardare la salute della mamma e del bambino.

Nel caso di un cesareo programmato i rischi possono essere minimi ma non viene percepito allo stesso modo. Essere in un ospedale è già motivo di preoccupazione, escluso quando si tratta di una nascita. È per questo che è importante che le energie positive con le quali si arriva continuino a prevalere anche di fronte a notizie inattese.

partorire con un cesareo inatteso

Da parte loro, gli uomini sono più paurosi per quanto riguarda ciò che accade in un ospedale. Il solo vedere un ago potrebbe fargli perdere tutta la mascolinità che hanno cercato di mantenere. È per questo che molti padri soccombono di fronte alle complicazioni delle loro mogli, ed è pienamente comprensibile.

Minuti eterni

Basta che tutto si complichi per smettere di essere tranquilli. È un dato di fatto e nessuno specialista può far passare questo stato d’animo. È sufficiente sapere che c’è un’emergenza per far accelerare il battito cardiaco. Non sapere chi dei due è in pericolo e non avere informazioni su come stanno andando le cose allunga inesorabilmente il tempo.

Il tempo che passa dopo l’arrivo di questa notizia può sembrare eterno. Anche se in realtà si è aspettato già molto, la prospettiva in certi momenti cambia radicalmente. Perché un cesareo d’urgenza? Quale sarà la prossima mossa? Quale brutta notizia daranno ancora?

Questi tortuosi minuti, generalmente, si sopportano con pazienza, ma non sempre. Si sa che ci sono motivi per agire d’urgenza, quindi, forse, i medici non hanno detto tutto. È normale diventare ansiosi, qualcosa che non sempre dà subito la sua ricompensa. Le buone notizie tardano ad arrivare per molti, però altri devono sopportare scenari peggiori.

Immagine principale cortesia di © wikiHow.com