Parto gemellare: questa donna ha partorito tre coppie di gemelli in 26 mesi

13 Agosto 2019
Un parto gemellare è un evento raro, ma questa donna ne ha avuto tre in soli 26 mesi! Leggete la sua incredibile storia.

Sebbene le probabilità di avere un parto gemellare siano di 1 su 10, alcuni fattori possono far sì che le probabilità aumentino. Una donna potrebbe avere una gravidanza gemellare pur non avendo alcuna predisposizione. Nel caso di Danesha Couch, una donna statunitense di 23 anni, i parti gemellari sono stati ben tre, e tutti consecutivi.

Si sa che uno dei fattori che incidono nel concepimento di gemelli è sicuramente la storia familiare. Pertanto, forse Danesha non ha potuto trascurare questo passaggio. Ma ad essere sorprendente non è tanto il fatto che la donna abbia avuto tre coppie di gemelli, bensì il fatto che ci sia riuscita in soli 26 mesi.

Alcune condizioni fanno sì che una donna dia alla luce i suoi figli in maniera consecutiva. A volte ad influire è la situazione sociale ed economica, altre volte si tratta di un fatto culturale.  Certo è che molte donne hanno partorito varie volte in un periodo di tempo breve. Tuttavia, il nucleo familiare di questa donna è cresciuto in una maniera fuori dal normale. Vediamo la sua storia.

Parto gemellare: una serie davvero da record

un parto gemellare è un evento raro

Ventisei mesi sono un periodo estremamente breve per avere tre gravidanze. Ciononostante, è una cosa che succede più spesso di quanto si pensi. Alcune donne pianificano di far nascere i propri figli in un breve lasso di tempo, per altre invece si tratta di una sorpresa dopo l’altra.

Secondo i dati officiali, le probabilità di avere tre parti gemellari consecutivi sono di 1 su 500.000. Vale a dire che  questa giovane ci è riuscita contro ogni pronostico. Infatti per lei si è trattato di un fulmine a ciel sereno, non è stato per niente facile gestire la cosa.

La notizia si è sparsa, causando sorpresa e entusiasmo. Tuttavia, la storia di Danesha Couch non è iniziata nel migliore dei modi. Nell’aprile del 2014, nacquero i suoi primi gemelli. Si trattò di una gravidanza e di un parto complicati, per cui uno dei gemelli morì appena nato.

La seconda coppia di gemelli venne al mondo dodici mesi più tardi. Vale a dire che Danesha rimase incinta subito dopo aver partorito. È stato reso noto che né la prima né la seconda gravidanza erano state indotte artificialmente, vale a dire che si è trattato di due eventi del tutto naturali..

Nel giugno del 2016 è nata la terza coppia di gemelli, entrambe bambine. Le piccole sono rimaste in terapia intensiva per tre settimane. A un mese dalla nascita sono tornate a casa dalla mamma e dai loro tre fratellini.

Miracolo della natura?

Come detto in precedenza, alcuni fattori incidono sulla predisposizione ai parti gemellari. Al giorno d’ oggi, alcuni metodi di procreazione assistita hanno contribuito al duplicarsi delle probabilità. Tuttavia, la maggior parte delle gravidanze multiple verificatesi nel mondo è dovuta a cause naturali.

Neanche il ripetersi di tale evenienza è del tutto impossibile. Sono molti i casi in cui dalla stessa madre sono nate più coppie di gemelli, ci sono stati persino casi in cui i neonati erano più di due. Alcune madri hanno avuto prima un parto gemellare, poi uno trigemellare e per finire un’altra coppia di gemelli.

Questa donna ha avuto 3 parti gemellari in soli 26 mesi

A questo proposito, si può dire che si siano dati  una serie di eventi fortunati affinché ciò accadesse. La Società Europea di Riproduzione Umana ed Embriologia afferma che le donne di origine africana presentano una maggiore predisposizione alle gravidanze multiple. Anche il fatto di aver già avuto un parto gemellare in precedenza rappresenta un fattore di rischio.

Secondo alcuni studi, queste donne tendono a rilasciare più di un ovulo al mese. In questi casi, durante ogni ciclo entrambe le ovaie producono ovuli, raddoppiando le possibilità di fecondazione. Quando le gravidanze multiple si verificano per cause naturali, questa è la principale causa.

Il fatto di avere tre gravidanze in 26 mesi è legato anche all’età e alle condizioni socioeconomiche, nonostante non si tratti di fattori prettamente naturali. La giovane ha davanti a se molti anni di fertilità. ciononostante non pensa di avere altri bambini, almeno per i prossimi 10 anni. Con cinque bambini piccoli, la sua vita si è complicata, e la sua condizione economica non è delle migliori.