Tingersi i capelli in gravidanza: fa male?

15 Gennaio 2019
Quando si è incinta si riconsiderano molte decisioni in modo da non danneggiare il bebè in alcun modo. Tingersi o no i capelli è una di queste decisioni. Ecco alcune informazioni che possono aiutarvi a chiarire le idee.

Non sapere se tingersi i capelli in gravidanza fa male o no, forse è la ragione principale per non farlo. Secondo alcuni esperti la disinformazione al riguardo in qualche modo indica che probabilmente non ci sia nessun rischio. Attualmente, sono stati realizzati pochi studi al rispetto. Tuttavia, questo dubbio rimane un mito popolare.

La maggioranza delle donne decide di smettere di tingersi i capelli dal momento in cui scopre di essere in gravidanza. Si tratta di una credenza comune il fatto che tingersi i capelli in gravidanza implichi un processo dannoso e, per questo motivo, spesso si evita. Che cosa sappiamo al rispetto? D’accordo con i dati dell’Organizzazione di Servizi di Informazione Teratologica statunitense, le prove sugli animali si sono dimostrate soddisfacenti.

Se siete incinta e avete paura a tingervi i capelli allora non lo fate. D’altra parte, non ci sono prove del fatto che tingersi i capelli in gravidanza possa essere dannoso per il bebè. In ogni caso, non succederà nulla se smettete di tingervi i capelli per alcuni mesi. In cambio, non è possibile avere la completa certezza che questa azione non provochi nessun danno a vostro figlio.

Donna che si tinge i capelli

È sicuro tingersi i capelli in gravidanza?

Gli specialisti affermano che quando ci si tinge i capelli, si assorbe le sostanze della tinta. Tuttavia, la quantità di sostanze assorbite ad ogni applicazione è molto bassa. Si crede che sia durante il primo trimestre il momento in cui il bebè è più vulnerabile, dato che la sua formazione è incompleta. Ecco perché, per una maggiore sicurezza, se desiderate tingervi i capelli, sarebbe meglio farlo nel secondo trimestre.

Altre raccomandazioni hanno a che vedere con il tipo di colorazione. Per esempio, alcune mèches o colpi di luce, non hanno bisogno di un contatto diretto con il cuoio capelluto. Anche le tinte di origine vegetale sono una opzione, nonostante il fatto che potrebbero contenere alcuni agenti chimici che richiedono attenzione. Assicuriamoci che non contengano i tipici elementi come:

  • Amminofenolo
  • P-fenildendiammina
  • Diidrossibenzene

D’altra parte, le cose possono essere preoccupanti se vi tingete i capelli da sole. In questo caso, possiamo dire che tingersi i capelli in gravidanza potrebbe essere rischioso. Il contatto con la tinta potrebbe essere diverso se vi tingete i capelli da sole. Per questa ragione, ricordate di usare dei guanti e di evitare di respirare l’odore degli agenti chimici direttamente. Tenete ben presenti le avvertenze principali della confezione e cercate sempre di applicare la tinta in luoghi ventilati.

Perché tingersi i capelli in gravidanza è fonte di preoccupazione?

La vera ragione per cui è preoccupante tingersi i capelli in gravidanza è il fatto che la pelle possa assorbire le sostanza chimiche contenute nella tinta. Non sono le ciocche di capelli che assorbono gli agenti chimici, bensì il cuoio capelluto. Ecco perché il vero problema è il tipo di tinta. È molto importante quindi, che vi assicuriate della qualità del prodotto, sopratutto nel caso in cui sia straniero, dato che le regolazioni nazionali potrebbero essere differenti. Nel caso del piombo e del mercurio, si sa che gli effetti sul bebè possono essere dannosi.

Detto questo, alcuni prodotti come l’hennè, sono stati usati per anni per tingere i capelli. Si tratta di una pianta che possiede proprietà coloranti. Questa, quando è pura, può essere molto efficace su capelli vergini e anche tinti. Tuttavia, potrebbe essere il peggior rimedio dato che i toni non sempre sono i preferiti.

Donna dalla parrucchiera

Per di più, è possibile che alcuni prodotti a base di hennè non siano puri, ma contengano agenti chimici. I risultati con questo tipo di elementi rappresentano un danno potenziale sotto più punti di vista. Allo stesso modo, è risaputo che l’effetto di questo tipo di tinta organica potrebbe durare per più tempo e per questo motivo lascia meno spazio ad errori.

La cosa più importante è sentirsi bene

Ad ogni modo, la cosa importante è sentirsi bene durante la gravidanza, per questo non abbiate dubbi a migliorare il vostro status. Come abbiamo detto, non esistono prove scientifiche del fatto che il bebè soffra a causa della tinta per capelli. Alcune indicazioni però possono aiutarvi a decidere per esempio, le opzioni dello stile e del tipo di tinta.

Se la vostra preoccupazione è apparire belle proprio come prima della gravidanza, potete farlo senza timore. In ogni caso, potete consultare un medico per qualsiasi dubbio. Ricordatevi però, che certe preoccupazioni sono inutili durante la gravidanza. Per tanto, quando non c’è la certezza è preferibile agire con cautela. Vi invitiamo a rifletterci su. Prendete una decisione cosciente e agite in un modo che vi faccia sentire bene.