Il bebè dorme tanto: è tutto normale?

15 maggio 2018

“Il bebè dorme tanto, ed è perfettamente normale e consigliabile che sia così. Il riposo per un tempo sufficiente e il sonno profondo aiutano il suo sviluppo fisico e mentale.”

La natura è perfetta e ciò si manifesta in modo evidente nei neonati. Durante i primi mesi di vita il piccolo segue per istinto le necessità del suo corpo. Per questo le motivazioni dietro il lungo sonno dei bebè hanno a che vedere con lo sviluppo e la crescita.

Un neonato dorme in media tra le 16 e le 18 ore, in intervalli di due o tre ore. Generalmente si sveglia per la fame o per il cambio di pannolino per poi continuare a dormire. Man mano che cresce gli intervalli aumentano e le ore di sonno diminuiscono.

I ritmi del sonno però sono differenti in ogni bebè, è importante abituarli ad una routine fin da piccoli. Alcuni bebè potrebbero dormire di più perché il loro stomaco ritiene maggior quantità di latte. Inoltre, i neonati sotto peso avranno bisogno di nutrirsi di più.

Il bebè dorme tanto: è normale?

Si, è normale e anche raccomandatissimo. Dormire molto influisce positivamente sulla condizione fisica e cognitiva del bebè; le ore di sonno sono direttamente proporzionali al suo sviluppo. Mentre il neonato dorme i suoi neuroni, organi e sistema immunitario si fortificano.

Ecco altri benefici che il piccolo ottiene dal sonno:

  • Il sonno alimenta. Un bebè che dorme molto aumenterà velocemente di peso. Inoltre, il sonno contribuisce a stimolare l’appetito dei piccoli.
  • Rafforza le conoscenze. Mentre dormono i piccoli ripassano nella loro mente le cose apprese quel giorno: colori, figure, consistenze, volti, etc. Questo apprendimento li stimola ad imparare ancora dall’ambiente circostante.
  • Maggior sonno, maggiore statura. La crescita è in relazione con le ore di sonno, perché durante il riposo si attiva l’ormone della crescita. Per questo, e soprattutto in questo periodo, è importante rispettare il sonno del bambino.
il bebè dorme tanto

Il bebè dorme tanto: il ciclo del sonno

Proprio come gli adulti, anche i bambini hanno dei cicli del sonno che si differenziano in funzione della loro profondità. In generale durante i suoi primi mesi di vita il piccolo si mantiene in un ciclo del sonno REM. Il tipo di sonno che presenta mobilità oculare durante il riposo.

Il sonno REM è associato con l’attività cerebrale, dal quale si può dedurre che il bebè sta sognando vividamente. Ci sono indizi che affermano che durante questa fase venga rinforzata la memoria, anche se non ci sono studi che confermano la cosa.

Man mano che crescono i bebè passano da questo tipo di sonno ad uno più lungo e profondo. A partire dai 3 anni il sonno si regola, soprattutto durante la notte; durante questa tappa della sua vita il piccolo è capace di dormire per 10 ore di seguito.

“Un neonato dorme in media tra le 16 e le 18 ore, in intervalli di due o tre ore. Generalmente si sveglia per la fame o per il cambio di pannolino.”

Il bebè dorme tanto: come favorire il sonno del piccolo?

Nella tappa iniziale potete contribuire al buon sonno del piccolo creando un ambiente comodo e confortevole. Per fare ciò bisogna mantenere il piccolo pulito e fresco, facendo attenzione a non interrompere il suo sonno per dargli da mangiare. Si sveglierà da solo quando avrà fame.

Dopo alcune settimane è importante abituare il neonato al ciclo del giorno e della notte; in questo modo potrà apprendere e interiorizzare le abitudini di ogni periodo. Durante il giorno dovete mantenerlo attivo e dovete ben illuminare la casa. La notte è consigliabile lasciar oscurare la casa in silenzio.

Durante la crescita del piccolo è consigliabile educarlo alla routine del sonno, così da creare un’abitudine sana e naturale per andare a letto. La routine può consistere in cena, bagno caldo e nanna, sempre intorno alla stessa ora.

il bebè dorme tanto

E se invece il bebè dorme poco, che fare?

Non tutti i bebè hanno lo stesso ritmo del sonno, alcuni dormono meno di altri. Davanti al dubbio sullo schema del sonno di un neonato, non esitate a chiedere consiglio ad uno specialista.

Esistono alcuni segnali che possono indicare se il bambino dorme poco; il sintomo più evidente è che il piccolo è sonnolento durante la maggior parte del giorno. Altro sintomo è se diventa pallido o se c’è un’importante perdita di peso.

Tutti questi sintomi verranno presi in considerazione dal pediatra per valutare se il problema è patologico. Sarà lo stesso specialista a consigliarvi dei cambiamenti o una terapia specifica da seguire.

 

 

 

Guarda anche