Perché è importante la lettura durante la quarantena

19 maggio, 2020
In tempi di isolamento dovuto alla pandemia di coronavirus, leggere può essere di grande aiuto. In questo articolo vi spieghiamo perché è importante la lettura durante la quarantena.

Da ormai diverse settimane non possiamo uscire di casa a causa della diffusione del coronavirus Covid-19. E, tra i tanti compiti e attività a cui cerchiamo di dedicarci nel tentativo di sottrarci alla noia, per distrarci ed evitare di sentirci ansiosi, la lettura durante la quarantena può rivelarsi una delle scelte più sane che possiamo fare.

I benefici della lettura

Partiamo dal principio secondo il quale leggere e coltivare l’abitudine alla lettura è sempre di enorme importanza, fin dalla più tenera età. A maggior ragione nel periodo di quarantena che stiamo attraversando, dal momento che la lettura ci offre moltissimi benefici e, inoltre, può esserci di aiuto per rendere più gradevoli i giorni di confinamento.

Così, tra i tanti benefici offerti dalla lettura, possiamo ricordare i seguenti:

  • Aumenta le nostre conoscenze, informazioni e cultura.
  • Esercita il cervello e previene la degenerazione cognitiva, riducendo il rischio di insorgenza di malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer.
  • Favorisce la capacità di ragionamento, concentrazione e memoria.
  • Stimola l’immaginazione.
la lettura durante la quarantena può rivelarsi un'ottima attività da svolgere in famiglia

  • Sviluppa le competenze comunicative, perché migliora la sintassi e la grammatica e arricchisce il vocabolario.
  • Stimola la percezione.
  • Aumenta la nostra curiosità.
  • Sviluppa le emozioni e le abilità sociali come l’empatia.

L’importanza della lettura durante la quarantena

La lettura è un’attività particolarmente salutare a livello cognitivo, ma anche sotto l’aspetto psicologico ed emotivo. A livello psicologico, ci assiste nella conformazione della nostra personalità, a partire dalla conoscenza e dall’identificazione con altre persone, aiutandoci a comprendere come si comportano in altri contesti o in realtà differenti.

Inoltre, a livello psicologico, la lettura rappresenta un ottimo aiuto di fronte alla solitudine, perché diventa una vera e propria compagnia per persone che sono o si sentono sole.

Sul piano emotivo, invece, la lettura ci consente di simulare e, di conseguenza, vivere situazioni di vita appartenenti ad altre persone; in questo modo, ci permette di conoscere, comprendere ed empatizzare con altri sentimenti e sensazioni. Questo aspetto ci è di grande aiuto per riuscire ad arricchire i nostri punti di vista ed opinioni nei confronti delle emozioni e degli stati d’animo, sia nostri che altrui.

Quindi, per quanto riguarda lo sviluppo del nostro cervello e della nostra capacità di apprendimento, sono innegabili i benefici offerti dalla lettura. Non dobbiamo però dimenticare i numerosi vantaggi che leggere dona allo sviluppo del nostro carattere, nonché alle nostre emozioni e al nostro stato d’animo.

Così, dedicare alcune ore della giornata alla lettura, scegliendo un angolino tranquillo ben illuminato, si rivela decisamente positivo durante la quarantena che stiamo attraversando. Non c’è dubbio che lasciarsi trasportare da una buona lettura abbia l’effetto di intrattenerci, rilassarci e rasserenarci; inoltre, cosa non meno importante in questo periodo difficile, di offrirci qualche momento di evasione.

la lettura durante la quarantena assume un'importanza ancora maggiore

La lettura in quarantena come compagnia e passatempo, ma anche per sviluppare il nostro pensiero critico

In tempi di isolamento, trovare un buon libro da leggere, che sia su supporto cartaceo o in formato digitale, significa incontrare un’ottima compagnia. Lasciarsi trasportare dalla lettura di un libro è un passatempo ideale, che ci condurrà a esplorare mondi nuovi e incontrare persone ed esperienze diverse. Inoltre, ci allontanerà dalla quotidianità di questi giorni duri e difficili che ci troviamo costretti a vivere.

Quindi, come abbiamo detto, l’obiettivo di dedicarsi alla lettura in tempi di quarantena può essere rappresentato dall’evadere per un po’ dall’onnipresente argomento del coronavirus. Al contrario, però, l’obiettivo potrebbe invece essere quello di approfondire e acquisire ulteriori conoscenze su questo virus che ci sta minacciando. E anche in questo caso la lettura è la benvenuta.

In questo senso, possiamo dedicare uno spazio alla lettura per ampliare le nostre conoscenze su questa tematica. Possiamo leggere testi, ricerche e articoli tratti da fonti affidabili, per evitare di fare affidamento esclusivamente su titoli a effetto e notizie false che circolano nei social network, che, più che informarci e insegnarci qualcosa sul Covid-19, non fanno che confonderci e disinformarci.

In questi tempi di quarantena (così come, in realtà, in qualunque altro periodo) dovremmo quindi gridare ai quattro venti: “Grazie, cara lettura!”. Ringraziare la lettura perché ci offre benefici che migliorano il nostro cervello e le nostre conoscenze, e perché si tratta di un’amica leale e affezionata che ci consente di trascorrere il nostro tempo in maniera molto piacevole. E perché, soprattutto, la lettura ci aiuta a pensare e a sviluppare il nostro pensiero critico.