5 dubbi sull'allattamento materno

L'allattamento materno comporta grandi benefici per il bebè e per la madre, ma può anche far sorgere qualche dubbio. In questo articolo risponderemo ad alcuni dei più comuni.
 

L’allattamento materno comporta un certo grado di dedizione, perché il bebè non cercherà il vostro seno solamente per nutrirsi, ma lo farà anche per sentirsi consolato, protetto, caldo e amato. Nessuno meglio di sua madre, infatti, può offrirgli la sicurezza di cui ha bisogno.

Allattare al seno il vostro bebè è un atto d’amore. Ciò di cui vostro figlio ha più bisogno in questo momento della sua vita è tenere accanto a sé la propria madre.

Molte donne ne sono consapevoli e desiderano soddisfare sempre i desideri del bambino. Secondo gli esperti si tratta di un comportamento corretto, perché favorisce la tranquillità e la calma del bambino.

Tuttavia, è possibile che, lungo il cammino, sorgano in voi molti dubbi. È probabile che sentiate molta paura e che non siate certe di agire nel modo corretto.

Spesso, raggiungere una buona tecnica di allattamento non è così facile. Ciononostante, per fortuna, potete consultare l’opinione di qualche esperto in allattamento materno, come un pediatra, un’ostetrica o un’infermiera.

Queste figure professionali potranno valutare la situazione e aiutarvi a correggere la vostra postura, nel caso in cui non la stiate eseguendo nel modo corretto. Sono un aiuto importante per un periodo complicato come quello dell’allattamento.

l'allattamento materno è la manifestazione di un atto d'amore

5 consigli per chiarire i dubbi sull’allattamento materno

Ho poco latte: che cosa posso fare?

Molte madri si accorgono che i loro figli non son soddisfatti del latte che offrono loro. Credono di fare qualcosa di sbagliato oppure che il loro latte non sia buono.

Ciononostante, la scienza ha verificato che, tranne che in situazioni eccezionali, tutte le madri producono la quantità di latte di cui i loro bebè hanno bisogno. Si tratta di un fatto garantito, quando si adotta una corretta tecnica di allattamento e il latte viene somministrato a richiesta.

Se il vostro bebè viene allattato almeno 8 volte al giorno, la stimolazione della pelle del seno garantisce il funzionamento degli ormoni dell’allattamento, in particolar modo durante le prime settimane.

Sto applicando una tecnica di allattamento corretta?

Per chiarire questo dubbio, dovete sapere che il bebè si alimenta bene quando l’apertura della sua bocca abbraccia il capezzolo e buona parte dell’areola. In questo modo ha la possibilità di svuotare bene il seno.

Una buona suzione ha molto a che vedere con la produzione di latte. Per produrlo, il seno ha bisogno dello stimolo offerto dalla bocca del bebè.

 

Se il bebè non apre completamente la bocca o possiede un frenulo linguale corto, le sue suzioni saranno poco efficaci. Trascorrerà molto tempo a succhiare, perché riceverà il latte solamente al principio dell’operazione e non rimarrà soddisfatto.

Inoltre, una tecnica scorretta fa sì che i seni facciano male e che la punta dei capezzoli si screpoli, provocando così un certo dolore.

Va bene estrarre il latte con un tiralatte?

l'allattamento tramite biberon priva il bebè di stimoli, quando deve essere invece allattato al seno

Per molte madri, soprattutto quelle che sono costrette ad affidare ad altre persone il proprio bebè, può essere utile fare ricorso a un tiralatte. In questo modo potrebbe essere possibile riuscire ad aumentare la produzione di latte, un fatto indubbiamente positivo. Ciononostante, l’allattamento per mezzo di biberon priva di stimoli il bebè, quando quest’ultimo si alimenta dal seno della madre.

Come posso sapere che il bambino si sta alimentando a sufficienza?

Durante le prime 48 ore, il bebè si nutre del colostro della madre, anche se quasi nessuna donna ne è consapevole. Questo liquido contribuisce all’immunizzazione del corpo del neonato, nei primi giorni dalla nascita.

D’altra parte, dopo che il latte inizia a uscire, poche madri si accorgono della pressione alla quale esce. Tuttavia, la maggior parte produce la quantità sufficiente, di cui il bebè ha bisogno.

 

A partire dal terzo giorno, il bebè deve essere allattato più di 8 volte al giorno e realizzare 3 o più deposizioni. Se le cose vanno effettivamente in questo modo, è evidente che il bambino si sta alimentando correttamente.

Desidero allattare il mio bebè a richiesta. Come posso fare?

Per allattare a richiesta, è necessario che il bebè riceva sempre la quantità di latte che desidera. È bene offrirgli il seno quando lo “cerca”, brontola o si succhia le dita, senza aspettare che si metta a piangere dalla fame.

È importante che si allatti sempre dallo stesso seno, per tutta la durata della poppata, perché il latte che esce alla fine possiede maggiori quantità di grassi (più calorie). Se ne vuole ancora, è possibile offrirgli in seguito l’altro seno.

  • Brahm, P y Valdés, V. Beneficios de la lactancia materna y riesgos de no amamantar. Rev Chil Pediatr. 2017; 88 (1): 7-14. DOI: 10.4067/S0370-41062017000100001
  • Blázquez, M. Ventajas de la lactancia materna. Medicina Naturista. 2000; (1): 44-49. ISSN: 1576-3080.
  • Morán M, Naveiro JC, Blanco E, Cabañeros I, Rodríguez M, Peral A. Prevalencia y duración de la lactancia materna. Influencia sobre el peso y la morbilidad. Nutr Hosp 2009; 24 (2): 213-217. 23.