Tutto sul latte materno proveniente dalla donazione

In molti casi, il vantaggio di alimentare il bambino con il latte materno proveniente dalla donazione è una priorità. Pertanto, è comune recarsi presso la banca del latte per procurarsi questo nutriente fondamentale.
Tutto sul latte materno proveniente dalla donazione

Ultimo aggiornamento: 21 gennaio, 2021

Idealmente, il latte materno che il bambino riceve proviene da sua madre. Tuttavia, a volte i neonati vengono nutriti col latte proveniente da una donazione. Questo succede perché la madre potrebbe non essere in grado di allattare al seno il suo bambino, ma per fortuna ci sono centri specializzati dove è possibile trovare il latte materno donato. In questo parleremo in dettaglio del latte materno proveniente dalla donazione.

Come sappiamo, il latte materno è l’alimento ideale per il neonato. Studi recenti dimostrano la sua capacità di trasformarsi a seconda delle esigenze nutritive di ciascun bambino. In questo senso, il latte materno si trasforma come un vero e proprio essere vivente.

Per questo motivo, è necessario capire se è possibile dare il latte proveniente dalla donatore o meno. In alcuni casi i bambini devono rimanere in ospedale, quindi avranno bisogno dei nutrienti di questo cibo.

Se il bambino non è abbastanza forte e in salute per tornare a casa alla nascita, è meglio che rimanga in ospedale. Nel frattempo, il bambino deve nutrirsi. In molti casi, il vantaggio di alimentare il bambino con il latte materno proveniente dalla donazione è una priorità. Pertanto, è comune recarsi presso la banca del latte per procurarsi questo nutriente fondamentale.

Chi può ricevere il latte materno proveniente dalla donazione?

Donazione del latte materno. Bottigliette di latte.

L’apporto di nutrienti fornito dal latte materno può aiutare il bambino in caso di ricovero in ospedale. Questo alimento previene le infezioni e offre protezione sotto molti aspetti, tanto che si raccomanda l’assunzione anche in altri casi, ad esempio se il bambino è orfano o se sua madre non è in grado di allattare.

Sebbene anche il latte in polvere sia considerato un’opzione alternativa in questi casi, niente come il latte materno per nutrire un bambino al di sotto dei sei mesi. Si ritiene che in generale questo alimento sia composto dagli stessi elementi. Pertanto, non dovrebbe importare se proviene dalla donazione e non dalla madre. Ciò fa sì anche che sia sempre preferibile rispetto al latte in polvere.

Per ricevere il latte proveniente dalla donazione, serve una specifica prescrizione medica. Cioè, non tutti possono ottenerlo, è necessaria una ricetta. Inoltre, purtroppo, le riserve di questo prodotto sono limitate, pertanto viene data priorità ai casi urgenti. Un bambino piuttosto fragile che ha scarse probabilità di essere allattato al seno da sua madre, avrà la priorità.

Il bambino può ricevere il latte proveniente dalla donazione anche in seguito, cioè quando si trova già a casa. Grazie ad una prescrizione da parte del pediatra, si può accedere alla fornitura di latte da parte di una banca specializzata. Sarebbe l’ideale se le madri in grado di allattare potessero aiutare a reintegrare questo latte, che è sempre necessario.

Fattori da prendere in considerazione

Donazione latte materno: impiegata di laboratorio ripone bottigline di latte.

Una delle cose che di solito preoccupano quando si pensa di usare questo latte è la sua sicurezza. Tuttavia, gli specialisti affermano che di solito è molto sicuro. Nella maggior parte dei casi il latte che viene donato proviene da madri che ne hanno prodotto più di quanto ne bevano i loro figli. Inoltre, queste donne sono state sottoposte a dei test che escludono la probabilità di trasmissione di malattie.

Allo stesso modo, i contenitori in cui è conservato il prodotto sono sterilizzati. Questi sono testati per eliminare la possibilità di proliferazione batterica. Allo stesso tempo, i meccanismi di conservazione vengono rivisti a seconda dei casi e mantenuti in base alle esigenze.

Successivamente, il latte donato passa attraverso processi di pastorizzazione che eliminano qualsiasi microrganismo considerato infettivo o rischioso per la sua conservazione. La procedura in quanto tale distrugge alcuni componenti nutrizionali e immunologici, ma di solito è una piccola percentuale.

Il latte materno pastorizzato conserva la maggior parte delle sue proprietà nonostante i cambiamenti che subisce. Quindi, in ogni caso rimane insostituibile e incomparabile rispetto al latte in polvere.

It might interest you...
I segreti per creare la vostra banca del latte
Siamo MammeLeggi in Siamo Mamme
I segreti per creare la vostra banca del latte

Allattare nostro figlio è un atto d'amore che comporta infiniti vantaggi, pertanto vi suggeriamo di creare la vostra banca del latte. Ecco come.



  • Gertosio C, Meazza C, Pagani S, Bozzola M. Breastfeeding and its gamut of benefits. Minerva Pediatr. 2016 Jun;68(3):201-12.
  • Borges MS, Oliveira AMM, Hattori WT, Abdallah VOS. Quality of human milk expressed in a human milk bank and at home. J Pediatr (Rio J). 2018 Jul-Aug;94(4):399-403.