Come stimolare la masticazione nei bambini?

Prendete spunto da questi suggerimenti per stimolare la masticazione e incoraggiare il vostro bambino a sviluppare questa importante abilità per una corretta alimentazione e una sana crescita.
Come stimolare la masticazione nei bambini?

Ultimo aggiornamento: 25 dicembre, 2021

Durante il primo anno di vita, i bambini sperimentano diversi cambiamenti nel modo in cui mangiano. Ecco perché approfittare del momento dell’inserimento di nuovi alimenti per stimolare la masticazione nei bambini è la cosa più consigliabile da fare.

Per alcuni giovani questa abilità può diventare molto difficile se non viene praticata fin dall’inizio. Pertanto, apprendere rapidamente la tecnica e rafforzare le strutture coinvolte è essenziale affinché possa essere sviluppata senza intoppi.

In questo articolo vi diremo perché è così importante incoraggiare i bambini a masticare e condivideremo con voi alcuni suggerimenti per incoraggiare il vostro piccolo.

L’importanza di masticare

La masticazione fa parte del processo digestivo e si verifica dopo la scelta e l’assunzione del cibo. Dopo aver frantumato il cibo, si forma il bolo alimentare, che viene ingerito per continuare con la digestione e l’escrezione.

I denti, le mascelle, l’articolazione temporo-mandibolare, la lingua, le labbra, le guance e il palato partecipano alla lavorazione orale del cibo. I muscoli masticatori sono responsabili di dare mobilità a queste strutture e consentono alla mascella di aprirsi e chiudersi.

Iniziare a mangiare cibi solidi è una pietra miliare nell’apprendimento dei bambini e gli adulti giocano un ruolo fondamentale in questo.

Il momento opportuno per introdurre il cibo è a partire dai 6 mesi di età e da lì si può esercitare la masticazione. L’incorporazione graduale di cibi solidi e consistenze diverse aiuta a rafforzare tutte le strutture responsabili di questa azione.

È importante che gli adulti partecipino all’alimentazione del bambino in modo che lo osservino, lo imitino e sentano il desiderio di mangiare ciò che mangiano. Inoltre, la supervisione è essenziale per evitare qualsiasi rischio di incidente.

Vale la pena chiarire che se i pezzi di latte impiegano tempo per uscire, i piccoli sono ancora in grado di macinare il cibo con le gengive. Pertanto, la mancanza di denti non è un motivo per non dare patatine. I piccoli sdentati possono imparare a masticare lo stesso.

Stimolare la masticazione.

Perché stimolare la masticazione dei bambini?

Imparare a masticare fin dall’inizio non solo riduce il rischio di soffocamento, ma offre anche altri vantaggi:

  • Stimola il corretto sviluppo delle ossa e dei muscoli del viso.
  • Favorisce la digestione: la masticazione favorisce la produzione di saliva, facilita l’assorbimento dei nutrienti, genera una maggiore sensazione di sazietà e riduce reflusso e gastrite.
  • Protegge il cavo orale: le diverse consistenze del cibo favoriscono l’autopulizia degli elementi dentali. Ebbene, i cibi più morbidi, come il porridge o il latte, aderiscono molto di più ad essi e favoriscono lo sviluppo delle carie.
  • Riduce l’ansia, lo stress e il dolore gengivale nei bambini, soprattutto durante il processo eruttivo.

Come stimolare la masticazione nei bambini

Imparare a masticare non avviene dall’oggi al domani, poiché è un processo di maturazione. Pertanto, l’inserimento di cibi nell’alimentazione del bambino, con consistenze e sapori diversi, deve essere effettuata gradualmente e con grande pazienza. Così, il bambino non solo imparerà a gestire una nuova esperienza, ma la metterà anche in pratica e la acquisirà.

Alcuni esperti suggeriscono di lasciarsi seguire nell’approvvigionamento del cibo in base alle caratteristiche degli alimenti: si parte dai cibi dalla consistenza morbida, poi semisolida, solida e infine dura. Questa progressione consente al bambino di stimolare i diversi recettori sensoriali della bocca, rafforzare i muscoli e praticare i movimenti necessari per masticare.

Quando c’è del cibo che causa problemi o rifiuto da parte del piccolo, non si deve insistere. È meglio riprovare qualche settimana dopo, quando il bambino ha un’altra predisposizione o ha acquisito altre capacità per la sua gestione.

Nel caso in cui i genitori notino qualche problema riguardante l’alimentazione del loro bambino o che non riescano a stimolare adeguatamente la masticazione, l’ideale è andare dal pediatra. Ci sono alcune alterazioni funzionali, strutturali o culturali che possono interferire con questo apprendimento. In effetti, a volte può essere necessaria la consultazione con un logopedista.

Suggerimenti per stimolare la masticazione dei bambini

Abbiamo già accennato all’importanza di offrire cibi con consistenze e sapori diversi fin dalle prime fasi della vita. Ma ci sono altre pratiche che aiutano a stimolare la masticazione nei bambini:

  • Date al bambino lo stesso cibo che mangiano gli adulti : a meno che non sia un alimento pericoloso o molto duro, mangiare gli stessi piatti incoraggia il piccolo a masticare come un grande.
  • Mangiare con il bambino: sedersi a tavola con il bambino e mangiare allo stesso tempo favorisce l’imitazione dell’azione. Anche l’esagerazione dei movimenti di masticazione è vantaggiosa.
  • Evita le distrazioni: l’ambiente in cui si mangia deve essere calmo e senza distrazioni. È un momento ideale da condividere con la famiglia.
  • Permettergli di mangiare da solo: quando il bambino può scegliere il cibo e servirlo solo, favorisce la sua autonomia e la sua motivazione a praticare le sue nuove abilità. Mangiare con le mani ti permette di esplorare il cibo, che migliora anche le tue capacità motorie e la coordinazione.
  • Limitare i cibi pericolosi: non dovrebbero essere offerti cibi troppo duri, rotondi o piccoli, poiché aumentano il rischio di incidenti.
  • Siate pazienti: l’ apprendimento richiede tempo e si ottiene con perseveranza e sostegno. Non dovrebbe essere imposto, contestato, confrontato o insistito.
  • Siate rispettosi con il bambino: perché questa abilità sia incorporata senza alcuna tensione, è essenziale rispettare i tempi e le scelte del bambino.
La masticazione nei bambini piccoli.

Accompagnate il bambino mentre impara a masticare

La curiosità è il motore più importante dell’apprendimento e può essere il più grande incentivo per lo sviluppo della masticazione di un bambino. Quindi è importante lasciarli esplorare e sperimentare liberamente.

Un accompagnamento intimo, rispettoso e amorevole di questo processo è il miglior aiuto che può essere dato loro.

Potrebbe interessarti ...
5 suggerimenti per insegnare ai bambini a mangiare da soli
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
5 suggerimenti per insegnare ai bambini a mangiare da soli

Riuscire a fare in modo che i bambini imparino a mangiare da soli non è facile. In questo articolo, vi offriamo alcuni consigli che vi saranno di a...



  • Pinto, J. M., Chávez, D. B., & Navarrete, C. (2018). Salud bucal en el primer año de vida. Revisión de la literatura y protocolo de atención odontológica al bebé.
  • Zaragoza Molinés, L., & Tosat Mancho, C. Baby Led Weaning: Un enfoque de alimentación complementaria dirigida por el bebé. Revisión bibliográfica.
  • DE, C. E. A. TEXTURAS EVOLUTIVAS EN LA INTRODUCCIÓN DE NUEVOS ALIMENTOS.
  • Fuentes Pomares, R. (2020). Beneficios y riesgos que presenta la práctica del BLW como método de alimentación complementaria.
  • Zúñiga, M. F. S., Holguín, C., Mamián, A. M., & Delgado-Noguera, M. (2017). Conocimientos maternos sobre alimentación complementaria en Latinoamérica: revisión narrativa. Revista de la Facultad de Ciencias de la Salud Universidad del Cauca19(2), 20-28.
  • Enjuanes, B. P. Programa de Educación para la Salud: método “Baby-Led Weaning”.
  • Jiménez Acosta, S. M., Martín González, I., Rodríguez Suárez, A., Silvera Téllez, D., Núñez Torres, E., & Alfonso Fagué, K. (2018). Prácticas de alimentación en niños de 6 a 23 meses de edad. Revista cubana de pediatría90(1), 79-93.
  • Forero, Y., Acevedo, M. J., Hernández, J. A., & Morales, G. E. (2018). La alimentación complementaria: Una práctica entre dos saberes. Revista chilena de pediatría89(5), 612-620.
  • Brown, A., Jones, S. W., & Rowan, H. (2017). Baby-led weaning: the evidence to date. Current nutrition reports6(2), 148-156.
  • Rowan, H., Lee, M., & Brown, A. (2019). Differences in dietary composition between infants introduced to complementary foods using Baby‐led weaning and traditional spoon feeding. Journal of Human Nutrition and Dietetics32(1), 11-20.