5 consigli per aiutare il bambino a dormire in estate

Far riposare bene il vostro piccolo in vacanza è una sfida. In questo articolo vi diamo alcuni consigli per aiutare il bambino a dormire in estate
5 consigli per aiutare il bambino a dormire in estate

Ultimo aggiornamento: 28 agosto, 2022

Far dormire bene e riposare il vostro bambino durante le vacanze estive può essere un po’ complicato, poiché questo è il momento in cui è abituato a viaggiare, uscire con la famiglia o visitare gli amici. In questo modo, con il cambio delle abitudini, la qualità del sonno di solito ne risente. In questo articolo vi diamo alcuni consigli per aiutare il vostro bambino a dormire in estate.

Il sonno del bambino è importante per la sua crescita e sviluppo quanto la sua alimentazione. Mentre uscite di casa quest’estate, cercate di mantenere la vostra routine, i vostri impegni e le vostre comodità. Inoltre, cercate di rinfrescare gli spazi in cui dormirà, in modo che possiate fornirgli il comfort di cui ha bisogno per riposare bene. Continuate a leggere e prendete nota!

Consigli per aiutare il bambino a dormire in estate

Di seguito, vi diamo una serie di consigli da seguire affinché possiate aiutare il vostro bambino a dormire meglio in queste giornate estive, in cui le routine familiari variano e, quindi, il sonno del bambino può risentirne.

1. Continuare la routine della buonanotte

Se state andando in viaggio o rimarrete lontano da casa per diversi giorni, mantenete il rituale del sonno del bambino. Mettetelo in pigiama, dategli un biberon, spegnete la luce, cantate per lui e mettetelo a dormire secondo l’abitudine che avete creato. Questo farà sentire il bambino al sicuro e protetto, anche se il suo ambiente è cambiato.

Mantenere la routine del sonno del bambino è la chiave per il suo buon riposo in estate. Portare il passeggino e il suo giocattolo preferito è un’ottima opzione.

2. Rispettare gli orari, ma con flessibilità

Anche se siete fuori a fare una passeggiata, rispettate per quanto possibile gli orari del sonno del bambino, sia di notte che dei rispettivi riposini. Tuttavia, potresti rendere più flessibile il momento di metterlo in culla. Non si tratta di rinunciare alle passeggiate o di lasciare da parte alcune attività che si desidera svolgere in questo periodo, ma nemmeno di cambiare bruscamente l’intera routine che svolgete durante l’anno. Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente:

  • Portate il passeggino del bambino: questo vi aiuterà molto in modo da poterlo mettere a dormire mentre siete in spiaggia o fate shopping in un centro commerciale. Rispettare il sonno diurno farà dormire meglio il piccolo la notte.
  • Non cambiate programma molto spesso: durante le vacanze estive, le cene o le uscite notturne tendono a durare più a lungo del solito, quindi è molto probabile che dovrete far dormire il bambino un po’ più tardi. Se lo fate di tanto in tanto non influirà troppo, ma se diventa un’abitudine, diventerà difficile riprendere le ore di sonno del piccolo.
  • Modificate il programma gradualmente: nel caso in cui abbiate bisogno di prolungare il vostro programma notturno, fate il cambio progressivamente, con un ritardo di una sola ora. Ad esempio, se lo mettete a letto alle 19:00, iniziate alle 20:00 e così via fino a quando non si adatta al nuovo orario.

3. Non cambiare il loro modo di dormire

Per aiutare il bambino a dormire meglio in estate, è meglio non cambiare il modo in cui dorme. Mettetelo su un fianco o a faccia in giù, proprio come fate a casa. Questo include anche l’uso di peluche, coperte o le lenzuola che lo accompagnano nella sua culla durante il sonno. Se il piccolo dorme con un giocattolo particolare, mettetelo nella borsa da viaggio, perché lo farà sentire a casa.

4. Aggiornare lo spazio di riposo per aiutare il bambino a dormire in estate

Un altro consiglio per aiutare il bambino a dormire in estate è quello di rinfrescare gli spazi dove dormirà. In questa stagione le alte temperature provocano disagio al bambino, rendendolo irritabile, sudato e, di conseguenza, fargli provare difficoltà ad addormentarsi.

Raffreddate la stanza con i ventilatori o se potete accendere un condizionatore d’aria sarà molto meglio per il bambino. In ogni caso cercate di non far raggiungere direttamente l’aria alla culla perché potrebbe prendere il raffreddore. Un altro trucco che potete applicare è quello di chiudere le finestre e abbassare le tapparelle durante le ore centrali della giornata, il che evita che la stanza raggiunga temperature molto elevate.

Non dimenticate di vestire comodamente il vostro bambino prima di coricarsi. Potete indossare magliette di cotone leggero che facilitano la traspirazione. Inoltre, se non è necessario, non avvolgetelo. La sua temperatura corporea vi dirà se ha caldo o freddo.

aiutare il bambino a dormire in estate
Fare un bagno caldo prima di andare a letto aiuterà il bambino a rilassarsi e riposare meglio. Potete anche praticare un massaggio delicato.

5. Provare qualche metodo rilassante

Per aiutare il bambino a dormire meglio quest’estate, provate un metodo rilassante prima di andare a dormire, come fargli un bagno o un massaggio delicato. Riempire la vasca con acqua tiepida un’ora prima di andare nella culla abbasserà la sua temperatura corporea, lo rilasserà e migliorerà la qualità del suo sonno.

Aiutare il bambino a dormire bene in estate

Seguite questi suggerimenti e assicuratevi che il vostro bambino faccia sogni riposanti nelle calde e intense giornate estive, in cui il riposo si unisce a passeggiate e divertimento. Non si tratta di seguire gli orari alla lettera, ma potete mantenere la routine con una certa flessibilità. Inoltre, prestate molta attenzione ai segnali del sonno del bambino. Questo lo aiuterà molto al momento del suo pisolino o della sua notte di sonno.

Potrebbe interessarti ...
Il sonno nei bambini affetti da autismo
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Il sonno nei bambini affetti da autismo

Il sonno nei bambini con autismo è spesso disturbato e colpisce sia loro che le loro famiglie. Scoprite perché succede e come rispondere.