5 suggerimenti per insegnare ai bambini a mangiare da soli

· 23 Luglio 2018
Fare in modo che i bambini imparino a mangiare da soli non è un compito facile. Nel seguente articolo, vi offriamo alcuni consigli che agevoleranno questa transizione così significativa.

Insegnare ai bambini a mangiare da soli concede più tempo ai genitori per portare a temine gli impegni di tutti i giorni. Liberarsi di questa incombenza quotidiana porta notevoli benefici alla vita familiare, perché, in questo modo, tutti i membri della famiglia possono mangiare insieme.

Affinché ciò sia possibile, è necessario che siate presenti quando i bambini imparano a mangiare da soliLa cosa più importante è che prestiate particolare attenzione nel tagliare il cibo in pezzetti molto piccoli, per evitare il pericolo di asfissia. Inoltre, lodando gli sforzi del bambino lo incoraggerete a proseguire nei suoi tentativi.

Tra i 12 e i 15 mesi, in base all’evoluzione delle abilità motorie, i bambini sono in grado di sostenere il cucchiaio e portarselo alla bocca. In questo momento, è possibile che vostro figlio faccia i suoi primi passi da gigante in questa transizione.

All’età di due anni, di solito, iniziano a utilizzare anche la forchetta. Vi raccomandiamo di rimandare al futuro la sfida di permettere loro di tagliare il cibo con un coltello. Usare una lama può essere pericoloso e si tratta di un’attività che dovrà essere svolta sotto la vostra supervisione.

5 suggerimenti per insegnare ai bambini a mangiare da soli

Per fare in modo che il bambino inizi a mangiare da solo, è necessario mettere in pratica alcune strategie. Ecco i suggerimenti che vi raccomandiamo di seguire:

1. Offritegli alimenti che possa mangiare con le mani

Il primo passo per fare in modo che i bambini imparino a mangiare da soli consiste nell’impiego di alimenti che possano mangiare con le mani. Vanno tagliati a pezzetti e devono essere facili da masticare e inghiottire. Inoltre, devono essere alimenti che possono sciogliersi facilmente in bocca.

Quando il bambino è più grande e sa già come afferrare le cose con le mani, può essere il momento opportuno per introdurlo all’uso delle posate. A questo scopo, la maniera migliore consiste nel tagliare il cibo a pezzetti e dargli una forchetta di plastica.

Quando i bambini iniziano a mangiare da soli, incoraggiate sempre ogni loro successo

Ci sono alcuni alimenti particolarmente facili da digerire per il piccolo. Possono essere pezzetti di frutta matura come la banana, il mango o la pesca, verdure morbide cotte, come la carota, oppure pasta e pezzetti di formaggio.

2. Preparate il suo piatto preferito

Se notate che vostro figlio ha difficoltà nel mangiare senza il vostro aiuto, è possibile che una buona soluzione sia preparargli il suo piatto preferito. Naturalmente, sarà molto più semplice che inizi a mangiare da solo quando, di fronte a sé, troverà alimenti che richiamano la sua attenzione.

In una situazione come questa, è possibile che il piatto rappresenti una motivazione sufficiente perché decida di avventurarsi ad afferrare la forchetta e mangiare senza l’aiuto dei suoi genitori o di altri membri della famiglia.

3. Mangiate accanto al piccolo

Per i piccoli, il modo migliore per imparare consiste nell’osservare gli adulti. Per questa ragione, i pasti in famiglia rappresentano un’opportunità eccellente per fare in modo che i bambini imparino a mangiare da soli. In questa maniera, il piccolo potrà ripetere e imitare i movimenti dei grandi, mentre gode della compagnia di tutti.

Infatti, si raccomanda caldamente di sedersi di fronte al bambino e osservarlo mentre cerca di mangiare da solo. Adottare un atteggiamento positivo permetterà ai bambini di sentirsi più sicuri di se stessi: di conseguenza, impareranno più in fretta a mangiare senza l’aiuto degli altri.

“Tra i 12 e i 15 mesi, in base all’evoluzione delle capacità motorie, i bambini sono in grado di sostenere il cucchiaio e portarselo alla bocca. All’età di due anni, di solito, iniziano a utilizzare anche la forchetta.”

4. Coinvolgete tutti i membri della famiglia

Dal punto di vista psicologico, affinché il bambino inizi a mangiare senza il vostro aiuto, dovete fargli vedere che mangiare è un’attività che svolgono i fratelli maggiori e gli adulti. Vedrete che, in questo modo, il bambino inizierà presto a mangiare da solo.

Tutti i membri della famiglia devono essere coinvolti in questo processo. Allo stesso modo, nessuno deve cedere e dare da mangiare al bambino.

Quando i bambini iniziano a mangiare da soli, è inevitabile che finiscano con lo sporcare il tavolo e se stessi

5. Preparatevi al disastro

Per insegnare ai bambini a mangiare da soli, è necessario prepararsi al disastro. È possibile che, durante questa fase di apprendistato, i bambini sporchino il tavolo e finiscano col macchiare i propri indumenti.

Per evitare questo risultato, vi raccomandiamo di far loro indossare un bavaglino, che, perlomeno, conterrà i danni. Le macchie saranno comunque inevitabili, ma l’impiego di bavaglini e tessuti di protezione renderà più sopportabile questo momento.

In definitiva, ricordate di incoraggiare sempre vostro figlio in questo percorso. Siate pazienti e fategli i complimenti per tutti i suoi successi. Vi raccomandiamo di creare un ambiente gradevole, quando consumate i pasti, attraverso l’introduzione di una piccola e semplice routine.