Mombie: chi è e come riconoscerla?

· 22 Aprile 2019
Un mombie è un genitore, in genere la mamma, che ha completamente abbandonato le proprie esigenze per dedicarsi solo a quelle della famiglia, e quindi vive in una stanchezza continua. Vi riconoscete?

Mombie fa riferimento a un tipo molto concreto di persona (può essere una mamma o un papà), qualcuno che vive con l’eterna illusione di poter dormire in qualunque momento della giornata.

Molto probabilmente a più di una lettrice questo termine sembrerà esagerato, ma nella realtà attuale, così propensa a rendere popolari e a creare nuovi termini, la parola “mombie” è di gran moda in molti spazi dedicati alla maternità e al crescere i figli.

Il motivo? Ci offre un’immagine molto realistica e al contempo conosciuta della madre che non gode di momenti di riposo tanto salutari.

È ovvio che ci sono neonati e neonati. Ce ne sono di quelli che sono un regalo, un tesoro da adorare poiché dormono tutta la notte senza svegliarsi, senza reclamare mamma e papà. E poi ce ne sono altri che richiedono tempo e che richiedono, innanzitutto, che insegniamo loro a dormire.

Comunque sia, questo periodo di scarso riposo in genere dura tra gli 8 e i 18 mesi. È davvero tanto tempo. Per cui, prima di passare da “mombie” a “zombie” e rovinarci la salute e la qualità di vita, è necessario adottare una qualche strategia per tornare a essere una persona.

Quando la vostra vita cambia radicalmente e nessuno vi aveva avvisato

Essere genitori è una cosa meravigliosa, un’avventura incredibile che senza dubbio vale la pena provare. Eppure, prendersi cura di un figlio non è un compito per il quale siamo preparati.

Alcune cose arrivano di colpo e senza anestesia, come per esempio, veder passare i giorni e non riuscire a dormire per una notte intera. Una notte di vero riposo, come quelle che trascorrevamo quando eravamo solo in due, o quando le nostre uniche preoccupazioni erano lo studio e gli amici.

Ma… Cos’è veramente una mombie?

Con questo termine si fa riferimento quasi sempre a una mamma tuttofare.

Sono donne che riposano molto poco e che praticano anche l’arte del multitasking. Ossia, stanno dietro al bambino, sbrigano le faccende di casa e vanno persino a lavorare.

Una delle loro caratteristiche abituali è che sono sempre “all’erta”. Ed è proprio questa la causa principale del loro sfinimento fisico e mentale.

La mombie è una persona che non solo dorme poco e si occupa di tutti, ma che prevede i rischi, a volte si preoccupa per inezie ed è attenta a mille cose nello stesso istante.

Una mombie è una mamma che fa mille cose contemporaneamente

Come riconoscere una mombie?

Siamo consapevoli di quanto possa risultare comica questa situazione, ma solo chi lo vivrà sulla propria pelle capirà che una mombie è una persona che, semplicemente, ha smesso di mettere se stessa e le sue priorità al primo posto per vivere solo ed esclusivamente per la sua nuova vita e il bambino.

In genere le mombie si riconoscono per:

L’aspetto disordinato, il capello arruffato, spettinato o raccolto in un semplice chignon.

  • La sua principale aspirazione è andare in giro comoda. Per questo la si vede spesso con indosso la tuta, abiti ampi, ciabatte e una gran fretta.
  • Uno dei tratti inconfondibili sono le occhiaie. In esse si riflettono le notti insonni, i risvegli repentini a causa di un pianto disperato o quelli istintivi, perché la mombie a volte si alza solo per assicurarsi che il suo bambino stia “respirando”, che non abbia freddo o non sia scomodo.
  • La mombie vive di caffè. In particolar modo, quello appena fatto, che è energia vitale, una invocazione capace di rianimarla, di darle forza e coraggio. In genere il consumo di caffè avviene in compagnia di altre mombie.
  • Attenzione, non sottovalutate il potere di una mombie. All’apparenza può dare un’immagine di debolezza, di trasandatezza e stanchezza. Tuttavia, poche altre creature hanno un potere maggiore e un’energia camuffata da mombie, perché reagiscono nel giro di un nanosecondo, sanno cosa fare in ogni istante e non si lasciano sfuggire nulla. Hanno superpoteri. 
mombie

Consigli per le mombie

  1. Una mombie ha bisogno di essere aiutata nelle faccende quotidiane.
  2. Una mombie ha diritto ad alcune ore di riposo senza avere rimorsi di coscienza
  3. Una mombie ha diritto a trovarsi con altre mombie per raccontarsi esperienze, gestire lo stress e allentare la tensione prendendo un caffè.
  4. Una mombie ha diritto a schiacciare un pisolino ogni giorno insieme al suo bambino.
  5. Nessuno ha diritto di dire a una mombie “Che brutta cera che hai!?” o “Sei sempre più sciatta”. Quello che invece bisognerebbe chiederle è: “Come posso aiutarti? Hai bisogno di niente?”
  6. Una mombie ha diritto a lamentarsi e protestare. Può dire “Oggi non ne posso più, sono esausta”, senza che nessuno le risponda “Ma se l’unica cosa che fai è stare dietro al bambino!”

Per concludere, al di là del suo aspetto ironico, il termine descrive senza dubbio una realtà che molte mamme e papà capiscono perfettamente e che, senza dubbio, stanno vivendo, magari in questo esatto istante.

Se è il vostro caso, ricordate, è solo questione di tempo e di pazienza, quando ve ne renderete conto, il bambino andrà a scuola da solo.