Sei una madre troppo esigente? Ecco 6 segnali inequivocabili

Essere troppo esigente con i tuoi figli può renderli insicuri, stressati e pieni di risentimento nei tuoi confronti. Ti mostriamo i segnali che indicano che potresti aver bisogno di essere più flessibile.
Sei una madre troppo esigente? Ecco 6 segnali inequivocabili

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio, 2022

Da adulto responsabile di un minore, una parte del tuo lavoro consiste nello stabilire dei limiti, stabilire alcune linee guida e assegnare vari compiti. Tuttavia, devi farlo con flessibilità, pazienza e rispetto per il bambino. In caso contrario, corri il rischio di diventare una madre eccessivamente esigente e influenzare negativamente lo sviluppo psicologico di tuo figlio.

Infatti, crescere con genitori troppo oppressivi può portare a seri problemi. Il bambino potrebbe diventare una persona perfezionista e insicura, che ha paura di affrontare le sfide perché pensa di non riuscire ad affrontarle.

Inoltre, spesso si sviluppa dipendenza e ci vuole molto lavoro per prendere decisioni e funzionare in modo indipendente. L’inflessibilità trasmessa dai genitori ai figli colpisce i minori nelle loro relazioni sociali, che forse non sanno gestire adeguatamente.

Anche il legame genitore-figlio ne risente. Così i bambini crescono mostrando un atteggiamento di sottomissione che in fondo nasconde rancore e risentimento. O, al contrario, tendono a ribellarsi a qualsiasi ordine dei genitori, come meccanismo di reazione a richieste elevate. Ma come fare a capire se avete attivato queste dinamiche in casa tua? Ne parliamo oggi.

Consigli per scoprire se sei una mamma troppo esigente

I segni che sei una madre esigente si possono trovare analizzando il tuo comportamento o negli atteggiamenti e reazioni dei tuoi figli, poiché questi sono un riflesso diretto del tuo lavoro.

Ecco alcuni dei segni che potresti aver abusato dello stile educativo autoritario.

1. Sei inflessibile e non sai negoziare

Credi che i bambini debbano sempre obbedire senza mettere in discussione i comandi degli adulti. Per lo stesso motivo, quando stabilisci norme o regole, non permetti ai tuoi figli di esprimere la loro opinione in merito né ti apri alla possibilità di concordarle con loro.

Tuttavia, la realtà è che coinvolgere i bambini nell’applicazione della disciplina è molto positivo. Se sentono che la loro voce è ascoltata, se capiscono perché ci sono dei limiti e se gli viene offerta l’opportunità di commentare, saranno più disponibili a collaborare e rispettare.

Madre e figlia.

2. Non tolleri l’errore? Sei una madre troppo esigente

Quando i tuoi figli commettono un errore, lo sottolinei in modo incisivo e li sgridi per il loro errore. Sia che versino il latte quando servono la colazione o che dirigano male i compiti di matematica, sei severo riguardo agli errori e li rimproveri con manifestazioni di rabbia e delusione.

Questo atteggiamento può essere molto dannoso poiché l’errore fa parte dell’apprendimento e questo deve essere utilizzato per aiutare i bambini a migliorare. La pazienza, la tolleranza e la comprensione sono i modi migliori per affrontare gli errori dell’infanzia. In questo modo, i tuoi figli imparano anche ad essere compassionevoli con se stessi e ad incoraggiarsi ad andare avanti quando inciampano.

3. Trascuri risultati e punti di forza

Tendi a concentrare la tua attenzione sui fallimenti e sulle aree di miglioramento, ma trascuri i risultati e le qualità dei tuoi figli. Raramente li lodi o ne riconosci i meriti, poiché dai per scontato che debbano essere prodotti. Questo atteggiamento può demotivare i minori, abbassare la loro autostima e portarli a pensare di non essere mai abbastanza bravi.

4. Esigete da vostro figlio al di là delle sue capacità

È fondamentale tenere in considerazione qual è il momento evolutivo in cui si trova il bambino e quali sono le sue capacità. Pretendere da lui al di sopra del suo livello di maturità crea solo angoscia e frustrazione.

Potresti pensare che con queste “sfide” lo sfidi ad essere migliore o a migliorare il suo sviluppo, ma è fondamentale rispettare i suoi tempi.

5. Non prendi in considerazione le loro esigenze e preferenze

Ad esempio, è difficile per te capire che in determinate condizioni (come stanchezza, fame o sonno) è normale che tuo figlio sia più irritabile e lunatico. Anche in questi casi pretendi buoni comportamenti.

D’altra parte, nella tua ricerca della perfezione per i tuoi figli è possibile che li iscrivi a una moltitudine di attività, che li spingono a fare troppi compiti che, perché eccessivi, sono controproducenti e generano solo stress. Il doposcuola può essere utile, ma bisogna tenere conto delle preferenze e delle capacità del bambino per non sopraffarlo.

6. Pretendi molto da te stessa? Forse sei una madre troppo esigente

In fondo hai la sensazione che i tuoi figli siano la tua lettera di presentazione al mondo ed è per questo che pretendi così tanto da loro. Senti che i tuoi errori ti mostrano come una madre imperfetta e tendi a paragonarti ad altre famiglie. In realtà, è probabile che tutto parta da quanto pretendi da te stessa, pretesa che finisci per trasferire ai tuoi figli.

Mamma con senso di colpa.

Se sei una madre troppo esigente, è ora di fare dei cambiamenti

Come abbiamo detto all’inizio, essere una madre troppo esigente può generare difficoltà emotive per i tuoi figli in futuro. Pertanto, se ti sei visto identificato in una delle affermazioni precedenti, è importante che ripensi al tuo stile genitoriale.

I bambini hanno bisogno di limiti, sì, ma anche di affetto, flessibilità e sostegno completo nel loro sviluppo. Senza questi ingredienti, è probabile che i tuoi figli obbediscano e obbediscano, ma senza acquisire veramente valori personali e strategie utili per la vita. Al contrario, vivranno sotto una pressione che sarà assolutamente dannosa per loro.

Potrebbe interessarti ...
Stili genitoriali: che tipo di genitori siete?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Stili genitoriali: che tipo di genitori siete?

Si possono distinguere quattro stili genitoriali: autorevole, autoritario, permissivo e negligente. Nessuno di loro è quello giusto e bisogna usarl...



  • Rojas, M. (2015). Felicidad y estilos de crianza parental. Documento de Trabajo. México: Centro de Estudios Espinosa Yglesias. Disponible en: https://ceey.org.mx/wp-content/uploads/2018/06/16-Rojas-2015.pdf
  • Agudelo, R. (1993). Estilos educativos paternos: aproximación a su conocimiento. Disponible desde internet en: http://www. pedagogica. edu. co/storage/ps/articulos/peda11_09arti. pdf.