Sesto mese di vita del bebè: l’introduzione dei semisolidi

· 16 Aprile 2018

“Il sesto mese di vita del bebè è semplicemente affascinante. Il supporto della madre è fondamentale durante questa tappa per il corretto sviluppo del piccolo.”

In men che non si dica vi trovate già al sesto mese di vita del bebè. Una nuova tappa piena di nuove esperienze. Il momento di iniziare ad includere del cibo solido nei pasti del piccolo, spunteranno i primi dentini e il piccolo comincerà addirittura ad alzarsi. Sicuramente sarà un periodo indimenticabile! Questo articolo sarà la vostra guida durante questa tappa meravigliosa della vita del piccolo.

Le trasformazioni nel sesto mese di vita del bebè

Quando si è una neo mamma qualsiasi cambiamento può destabilizzarvi ma con il giusto orientamento anche voi saprete apprezzare tutti i piccoli cambiamenti del bebè. Durante il sesto mese di vita del bebè noterete cambiamenti notevoli nei seguenti aspetti:

Taglia e peso

Esiste un’ampia scala del giusto peso a quest’età, non allarmatevi se il piccolo si trova in cima o in fondo alla classifica. Durante il sesto mese di vita un piccolo normopeso si trova tra i 6 e gli 8 kg mentre in altezza tra i 63 e i 70 cm.

Movimenti

Durante questo periodo molti saranno i nuovi movimenti del vostro bebè. Noterete come prenderà l’iniziativa e raccoglierà i suoi giocattoli, li passerà da una mano all’altra e arriverà persino a lanciarli. Potrebbe inoltre succedere che il piccolo si aggrappi a qualcosa di stabile e lo usi come appoggio per provare ad alzarsi.

sesto mese di vita del bebè

Alimentazione

La sensazione di non contenere l’ansia per introdurre alimenti semi solidi nella dieta del piccolo è del tutto normale. Così come la curiosità di vedere le facce buffe che farà nel provare i nuovi sapori. Prima di iniziare l’alimentazione semi solida è però vitale consultare il pediatra e avere prima la sua conferma.

Una volta ottenuto il via libera potrete iniziare a sperimentare e a stimolare il sistema sensoriale del bebè, facendogli apprezzare nuovi gusti, consistenze e odori.

Come fare? Attraverso frullati di frutta e verdure che si andranno ad aggiungere alla normale alimentazione a base di latte materno. Provate ad alternare gli alimenti e giudicate la reazione del piccolo entro i primi 2 giorni, per accertarvi che non abbia nessun sintomo allergico come il vomito.

Primi dentini

I primi dentini cominciano a spuntare e per molti bebè potrebbe non essere piacevole. I primi ad apparire si trovano nella parte centrale dell’arcata inferiore (gli incisivi inferiori), e anche sia un processo molto tenero per il piccolo risulta fastidioso e a volte anche doloroso.

Lo noterete subito, il piccolo comincerà a balbettare di più, a mettere tutti gli oggetti in bocca, sperimenterà periodi di irritabilità e persino la temperatura corporea potrebbe alzarsi.

L’alimentazione nel sesto mese di vita del bebè

Bisogna essere attente a riconoscere gli alimenti più indicati da somministrare al piccolo. Tenete conto che è una tappa particolare in cui il piccolo assaggia nuovi cibi per la prima volta, le porzioni dovranno essere controllate e accompagnate dall’allattamento materno o allattamento misto.

  • Iniziate con la frutta triturata. Purè o composte di banane, pesche, pere o mele.
  • Includete alcune verdure. Come ad esempio le carote, la zucca.
  • Incorporate alimenti con i legumi. Purè di lenticchie o grano in crema.
  • Utilizzate i cereali come il riso, l’avena o l’orzo.
  • Potete inoltre provare ad aggiungere lo yogurt in piccole quantità.
  • Aggiungete poche gocce di olio alla preparazione. L’olio possiede qualità positive per lo sviluppo del sistema nervoso.
  • Se volete sperimentare con altri alimenti chiedete sempre prima al pediatra. Chiedete un parere prima di aggiungere altri alimenti alla dieta del bebè.
sesto mese di vita del bebè

Raccomandazioni per il sesto mese di vita del bebè

Per fare in modo che il sesto mese di vita del bebè sia magnifico, vi forniamo alcune raccomandazioni da tenere a mente:

  • Il piccolo proverà a fare alcuni movimenti inaspettati, non allarmatevi! Lasciatelo sperimentare e fate in modo che lo faccia sempre in sicurezza.
  • Lo vedrete mettersi in posizione per gattonare, non gridate anche se per l’emozione, potrebbe associarlo a qualcosa di negativo.
  • Non aggiungete né sale né zucchero ai suoi pasti fino al primo anno di età. L’eccesso di zucchero genera obesità, carie, diarrea, etc. Mentre il sale è già contenuto nel latte materno.
  • Non incorporate nella sua dieta il miele finché non viene consigliato dal medico. Il miele promuove una speciale tossina botulinica che produce malattie nervose in alcuni pazienti.
  • Fate attenzione alle feci del piccolo. I nuovi alimenti potrebbero provocargli stipsi.
  • Quando mangia fornitegli delle posate in plastica, eviterete che si faccia male o che si rompano.
  • Non obbligatelo a mangiare, abbiate pazienza. Giocherà con il cibo, si sporcherà e tarderà a mangiare. Date tempo al tempo!

Ma soprattutto godetevi questi momenti insieme al vostro bebè. Quando meno ve lo aspetterete sarà già grande e indipendente.