Porre dei limiti ad un bimbo lo renderà responsabile

· 8 marzo 2018

“Molti genitori pensano che sia troppo presto cominciare a porre dei limiti ad un bambino di 2 anni. Tuttavia è importante stabilire delle regole sin dall’infanzia in modo che i bambini crescano responsabili e felici.”

Porre dei limiti ad un bambino di 2 anni non è sempre facile data l’età che gli impone di essere indipendente e fare ciò che vuole. E di pensare, inoltre, che ogni capriccio debba venire soddisfatto. Per questo è fondamentale che i genitori mantengano la calma.

Quando i genitori impongono norme è perché il bambino ha bisogno di essere direzionato. In questo modo, i genitori gli insegnano a rispettare sé stesso e gli altri. Quindi, come possono i genitori porrei dei limiti ai piccoli? Quali sono i benefici di farlo?

Chi è il responsabile di porre dei limiti al piccolo?

Entrambi i genitori sono responsabili dell’educazione del piccolo. Insieme devono informare il resto della famiglia in modo che tutti siano a conoscenza delle regole. Per questo, per imporre dei limiti i genitori devono tenere conto delle capacità del piccolo.

7 Metodi per porre dei limiti ad un bambino di 2 anni

Le regole sono necessarie affinché il piccolo sappia fin dove spingersi con i genitori e il resto del mondo. Una delle regole chiave per i genitori può essere:

1. Comunicare le cose in modo esplicito e concreto

Dato che i bambini di 2 anni non posseggono ancora il pensiero astratto, gli si deve spiegare esplicitamente cosa si desidera dal loro comportamento. Non potete solamente dirgli “Comportati bene” oppure “Siediti bene”; bisogna anche spiegargli cosa si intende per bene.

porre dei limiti

2. Parlategli con voce ferma e tranquilla

Bisogna spiegargli le regole che non vengono rispettate con voce ferma e tranquilla. Qualcosa che può essere d’aiuto è scriverle e lasciarle in un posto ben visibile. Nel caso in cui il piccolo non le rispetti è necessario riprenderlo in forma pacifica senza gridare.

3. Non cedere anche se il piccolo si arrabbia

I genitori devono essere fermi sulle proprie decisioni. Il “No” deve essere “No”, non cedete anche se il piccolo comincia a piangere, urlare o ad arrabbiarsi con gli altri.

Se si imposta una regola bisogna che sia rispettata. Altrimenti il bambino imparerà che gli basterà piangere per ottenere ciò che vuole.

4. Parlare con frasi positive

I piccoli ubbidiscono maggiormente alle regole imposte in modo positivo. Invece di chiedergli di non piangere potete parlargli con voce bassa e tranquilla.

Ad esempio, se sta picchiando un altro bambino non gli si deve dire di non picchiare, ma di trattare con amore e rispetto gli altri.

5. Essere coscienti della personalità del piccolo

Dovete tenere a mente la personalità del piccolo visto che non tutti i bambini sono uguali. Alcuni necessitano di una lieve avvertenza, altri hanno bisogno di regole più severe. In caso non capiscano al primo colpo, si dovrà ripetere la norma ancora.

6. I genitori devono essere d’accordo

Se il papà impone una regola, la mamma deve rispettare la sua decisione e appoggiarlo nella sua scelta e viceversa. Altrimenti il piccolo capirà che non vale la pena obbedire e seguire le regole imposte e cercherà appoggio altrove.

7. Stabilire delle routine

Si devono stabilire delle routine e seguirle. Se si fissa un orario particolare per mangiare o dormire, deve essere rispettato. Questo aiuterà il piccolo a rendersi conto delle cose che deve fare durante il giorno.

Se al contrario non vuole dormire, lo si deve portare in camera e spiegargli che se non dormirà si sveglierà stanco e assonnato all’alba.

porre dei limiti

I benefici di porre dei limiti ad un bambino di 2 anni

Quando i genitori impongono limiti e regole ai più piccoli possono trarne innumerevoli benefici. Tra i molti potete incontrare:

  • Man mano che cresceranno impareranno che è necessario seguire delle regole. Questo sarà di beneficio soprattutto da adulti.
  • Diverranno persone responsabili.
  • Gli darà sicurezza sapere che comportamento adottare. Cosa è bene fare e cosa no.
  • Li aiuterà nello sviluppo dell’autostima.

In conclusione, porre dei limiti ad un bambino è necessario perché sia ubbidiente e responsabile. Anche se sembra complicato, non è difficile. Ponete delle regole ai vostri figli sempre con affetto, lo apprezzeranno una volta adulti.