Non aspettare che i figli crescano per prendersi cura di sé

· 29 agosto 2016

Capita spesso che una madre sacrifichi se stessa e smetta di prendersi cura di sé per occuparsi dei figli. Per tradizione culturale o perché non abbiamo alternative, finiamo per mettere da parte le nostre preoccupazioni e la nostra auto-realizzazione durante il periodo in cui i nostri figli dipendono fisicamente da noi.

Ci sbagliamo di grosso. Prendersi cura di sé e dedicarsi del tempo per riposare è uno dei migliori esempi che possiamo dare ai nostri figli.

Se mettiamo ogni cosa a posto, staremo educando con l’esempio e non solo con le parole. In questo modo i nostri figli integreranno l’amore e la cura personale senza conflitti o recriminazioni.

Prendersi cura di sé e del proprio bambino

Comportandoci così eviteremmo di dipendere emozionalmente dai nostri figli. Impareranno a dare e ricevere nella stessa misura, non solo con gli altri ma anche in relazione a se stessi.

mamma e figlio

Mentre vi prendete cura di voi vi prendete cura dei vostri figli

Se aspettate che siano grandi per pensare a voi stesse li starete privando di un grande insegnamento: amare se stessi. I nostri figli devono capire il valore e l’importanza dell’amor proprio come qualcosa di indispensabile in una persona.

Dobbiamo guarire questa parte di noi che ci ripete ogni giorno che siamo meno donne se non ci sacrifichiamo per la nostra famiglia. Una madre è sana come donna quando comincia a smettere di adempiere al ruolo di sofferente che la società le impone.

Essere donna non vuol dire sopportare, oltrepassare i limiti emozionali o metterci tutti i pesi sulle spalle. Per questo una madre sana riconosce il suo valore nel mondo come individuo che ha delle necessità.

Prendersi cura di sé proteggendo il proprio tempo, coltivando la propria interiorità e il proprio aspetto fisico educherà dei figli che avranno una migliore inclinazione alla cura di se stessi, lavoreranno sulle loro aspirazioni e raggiungeranno un equilibrio.

mamma figlia ginnastica

 

Prendersi cura di sé ogni giorno

Organizzate il vostro tempo ogni giorno per respirare, per capire come vi sentite, curare le vostre ferite, calmarvi… Stare qualche minuto a letto, in salotto o in terrazza pensando a voi stesse e a come vi hanno fatto sentire gli eventi del giorno vi aiuterà a ricomporvi e gestire le emozioni in modo adeguato.

Questo ha effetti positivi sui vostri figli, poiché non solo sarete molto più coerenti nell’educarli ma loro vedranno in voi un esempio della premessa della cura di sé: dedicarsi del tempo per comprendersi.

Scegliere dei momenti settimanali e mensili per amarsi

Scegliete uno o vari momenti settimanali per fare sport, leggere, uscire con le amiche o dedicarvi a una delle vostre passioni. Organizzatevi in maniera tale da permettervi di fare tutto quello per cui normalmente non trovate il tempo o che tralasciate più spesso.

Concederci la nostra libertà ci farà sentire soddisfatte, vive e allegre.

mani piede

Rafforzate la vostra autostima

Spesso mettiamo la nostra autostima su una barchetta di carta e la lasciamo alla deriva nel mare della nostra vita. Ovviamente la barca si bagna e affonda, facendo naufragare il nostro amor proprio.

  • Gettate la spazzatura emotiva. Tutto quello che vi hanno detto o fatto che non sia costruttivo è insignificante. A voi interessa costruire, non distruggere.
  • Fate lo stesso con i pensieri negativi che avete su voi stesse e quello che vi circonda. Potete scriverli e strapparli, è un buon metodo per liberarvene.
  • Scrivete una lista di tutte le cose positive che la vita vi offre e ripassatela ogni volta che ne avete bisogno.
  • Fate una lista di quello che vi piace fare e di tutto quello che vorreste esplorare e mettetela in pratica.

Ricordate che il modo migliore di vegliare sull’educazione dei figli è dare il buon esempio. Non dimentichiamo che tutto quello va bene per noi andrà bene anche per i nostri bambini sia a breve che a lungo termine.

           Il concetto è semplice: funzioniamo meglio quando ci sentiamo meglio.