4 esercizi di rilassamento per madri esauste

23 Gennaio 2019
Ogni madre sopporta un carico di lavoro molto pesante. Se siete esauste, ecco una serie di esercizi di rilassamento che vi aiuteranno a riposare meglio.

Essere madri comporta molte responsabilità. A volte, conciliare la vita personale e quella professionale è una vera impresa. Senza dimenticare gli impegni, la vita familiare, gli obblighi sociali e, ovviamente i figli. Tutto ciò può causare molto stress ed esaurire le vostre riserve di energia. Ma tranquille: ci sono dei semplici esercizi di rilassamento che vi permetteranno di recuperare le forze fisiche e mentali.

È un dato di fatto che non è facile trovare il tempo necessario per rilassarsi durante le stressanti giornate, sempre piene di impegni. Ad ogni modo, dovreste cercare di ritagliare un momento dedicato a voi stesse. E che vi permetterà di ricaricare le batterie. Non consideratelo come un capriccio: ma come una necessità. In questo senso, gli esercizi di rilassamento sono un ottimo alleato per le madri stanche e desiderose di recuperare le forze in modo molto semplice, riconciliandosi con la vita e gli altri.

Avete solo bisogno di pochi minuti al giorno per scoprire gli innumerevoli benefici degli esercizi di rilassamento. La maggior parte di queste attività proviene da discipline orientali, come lo yoga o la meditazione.

I migliori esercizi di rilassamento per madri stanche

1. Rotazione della testa

Il primo degli esercizi di rilassamento per mamme esauste è molto semplice e potrete praticarlo ovunque. Per cominciare, alzatevi in piedi ed eseguite un’oscillazione lenta della testa, spostando il mento da sinistra a destra, come quando state scuotendo la testa.

Dopo una pausa, sempre con dolcezza eseguite ora un movimento dall’alto in basso, come quando dite di sì. Per finire, passate alla rotazione completa, respirando liberamente e chiudendo gli occhi. Concentratevi sul movimento e sul sentire il vostro corpo, giovandovi al massimo di questa sensazione di relax.

donna con mano sul muscolo trapezio

2. L’importanza di “sentire” la respirazione

Per eseguire questo secondo esercizio, dovrete sdraiarvi di schiena, con le braccia e le gambe leggermente divaricate. Concentratevi sui punti di appoggio a terra e, successivamente, prestate massima attenzione alla respirazione.

In questo momento, dovrete immaginare di trovarvi in un luogo piacevole, una spiaggia, un prato verde, un paesaggio desertico… Cercate di coinvolgere la vostra immaginazione, inserendo elementi immaginari come il suono del mare o il calore del sole. Infine, provate a stabilire un legame tra la respirazione e un’onda, tra l’ispirazione e l’espirazione o tra l’espirazione e il flusso dell’acqua.

3. Un bagno caldo

Il terzo esercizio per rilassarvi che vi raccomandiamo può sembrarvi ovvio e banale. Ma molte donne di scordano dell’importanza di ritagliare un po’ di tempo per loro, quindi è un ottimo sistema per recuperare energie. Approfittate di quando vi trovate sole a casa, senza marito né figli. Spegnete il telefonino e chiudetevi nel bagno. Preparate la vasca con acqua calda e certamente è consigliabile ripetere questo appuntamento almeno una volta alla settimana.

Il calore dell’acqua vi aiuterà a rilassare i muscoli e a liberare molta della tensione accumulata nell’organismo. Vi sentirete rinnovate, sia dentro che fuori. È possibile aggiungere elementi che aiutano a rilassarsi, come candele profumate o oli essenziali. Gli aromi hanno un effetto calmante e consentono di mantenere la mente libera e chiara.

ragazza occhi chiusi bagno in vasca

4. Respirazione addominale

Questo ultimo esercizio di rilassamento serve ad eliminare la tensione, semplicemente sfruttando la vostra stessa respirazione. Concentratevi per stimolare un respiro lento e localizzato. Durante l’inspirazione, la pancia dovrebbe gonfiarsi leggermente, mentre si rilassa sull’espirazione. Non dimenticate che affinché questa tecnica di rilassamento sia efficace, il torace deve rimanere immobile.

La respirazione addominale può aiutarvi a ritrovare l’equilibrio. Quando avrete praticato questa tecnica per un po’, sarete in grado di realizzare delle sessioni anche molto lunghe.

Concludiamo questo articolo ricordandovi che, per prepararvi al meglio a questi esercizi di rilassamento, è buona idea riscaldare il vostro corpo, sciogliere braccia e gambe e realizzare due o tre respiri profondi. Non solamente riuscirete a recuperare energie fisiche e mentali: sarete più pronte e preparate nell’affrontare le sfide quotidiane di ogni mamma.

  • García-Trujillo, M. R., & de Rivera, J. G. (1992). Cambios fisiológicos durante los ejercicios de meditación y relajación profunda. Psiquis, 13(6-7), 279-286. http://www.psicoter.es/_arts/92_A104_04.pdf
  • Payne, R. A. (2005). Técnicas de relajación. Editorial Paidotribo.
  • Plana, O. R., & Farrús, A. S. (2001). Respira unos minutos: Ejercicios sencillos de relajación. Inde.
  • Walker, C. E. (2002). Aprenda a relajarse: las técnicas y ejercicios más eficaces para la relajación física y mental. Editorial AMAT.