Che fare davanti a un morso di zecca?

· 28 Marzo 2019
Le gite in campagna o nel bosco sono sempre molto piacevoli e rilassanti, ma dobbiamo fare attenzione ed essere cauti di fronte a un possibile morso di zecca. In questo articolo vi raccontiamo quali sono i sintomi e che cosa dovete fare davanti a questo tipo di punture.

Un morso di zecca, nella maggior parte dei casi, non causerà niente di più grave che un arrossamento, del prurito e un’infiammazione dell’area. Tuttavia, questo tipo di acari a volte possono trasmettere delle malattie.

Ciò può accadere attraverso il morso di zecca, se questa rimane per più tempo nella pelle. Per questo è importante rivolgersi a uno specialista quando questo accade.

Che fare in caso di un morso di zecca?

Come abbiamo già detto, un morso di zecca di solito non causa malattie. Ma è vero che, come afferma Sanitas, le femmine di questo parassita possono avere una tossina contenuta nella loro saliva che causa la cosiddetta paralisi da zecca. Questo accade quando rimane attaccata alla pelle per vari giorni.

Sintomi del morso

I sintomi che normalmente il morso di zecca causa sono i seguenti. È vero, però, che questo dipende dalla sensibilità di ogni persona, e questi sintomi si possono manifestare indipendentemente l’uno dall’altro in alcune persone e magari non in altre.

  • Infiammazione della pelle nella zona del morso.
  • Arrossamento della zona.
  • Mal di testa.
  • Difficoltà di respirazione.
  • Lenta coordinazione dei movimenti.
  • Macchie sul corpo.
  • Paralisi totale.
  • Febbre.
Prurito da morso di zecca

Cosa fare con un morso di zecca che sentite sul momento

Se ad un tratto sentite un morso di zecca, dovrete seguire una serie di indicazioni per la sua corretta estrazione.

Estrazione con le pinze

Utilizzate delle pinze dalla punta stretta per toglierla. La zona in cui afferrare la zecca è quella della bocca, il più vicino possibile alla pelle della persona. È importante non schiacciare il corpo dell’acaro.

L’atto di staccarla deve essere effettuato in modo molto lento e continuato, perpendicolarmente alla pelle. Non deve mai essere fatto in modo brusco, non bisogna ruotare né soprattutto schiacciare la zecca. Non utilizzate nessun prodotto come smalto per unghie, vaselina o qualsiasi altra sostanza per favorire l’estrazione. Potreste peggiorare la situazione.

A volte può rimanere una parte del corpo della zecca nella pelle. Se si tratta della zona della bocca di cui abbiamo parlato prima, è consigliabile avvertire il medico quando vi recate da lui in modo che possa cercare di estrarre i resti del parassita effettuando una piccola incisione. Se si tratta di un’altra zona dell’acaro, è possibile che il corpo della persona lo espella da solo dopo qualche giorno.

Conservate la zecca

Se avete la possibilità di conservare la zecca, fatelo. Conservatela in una busta sigillata e mettetela nel congelatore fino al momento della vostra visita dal medico. Questo servirà perché il medico possa identificare il tipo di zecca e possa valutare in modo più completo la situazione.

Disinfezione

Una volta che avete terminato il processo di estrazione dovrete:

  • Lavarvi le mani con acqua e sapone. Se avete dell’alcol disinfettante, utilizzate anche questo.
  • Lavare la zona con acqua e sapone per pulirla. Allo stesso modo, utilizzate anche l’alcol disinfettante.
  • Mantenete la zona pulita in modo costante.
  • Non grattatevi.
  • Applicate del ghiaccio per alleviare il fastidio.
Applicare del repellente anti-insetti

Come prevenire un morso di zecca

Le zecche si trovano in aree di campagna, con arbusti e cespugli. È per questo che quando fate delle gite in campagna dovreste indossare una maglietta a maniche lunghe e dei pantaloni lunghi, per evitare che si attacchino alla pelle.

È consigliabile anche mettere la parte in fondo dei pantaloni all’interno dei calzini, perché, anche se avete dei pantaloni lunghi, se questi sono larghi la zecca potrà facilmente arrivare fino alla vostra pelle. In questo modo eviterete che possa raggiungere il vostro corpo, ostacolando il loro percorso con i calzini.

Un altro consiglio è utilizzare un repellente anti-insetti. Questo repellente deve essere messo sia sulla pelle che sui vestiti che utilizzerete per prevenire in modo più completo i morsi delle zecche. Dovete ripetere questo ogni una o due ore perché il suo effetto non finisca e possiate essere sempre protetti.

In caso di animali che stanno in casa, soprattutto cani e gatti, dovreste utilizzare un antiparassitario per evitare così il contagio. Questo perché tra le più conosciute c’è la zecca del cane o zecca canina.