Combattere l’ansia infantile: ecco come

22 Marzo 2018

“L’ansia infantile è molto più comune di quello che si pensa, le sue cause possono essere molteplici. Per questo è consigliabile rilevarla subito per poter aiutare il piccolo. Oggi vi parliamo di come combattere l’ansia infantile.”

La credenza comune è che i bambini siano sempre felici perché non hanno nulla di cui preoccuparsi. Questo purtroppo non è vero. Alcune statistiche rivelano che il 20% dei bambini soffre di un qualche tipo di ansia infantile.

Combattere l’ansia infantile: le cause

L’ansia può essere di diverso tipo e può avere diverse cause. Conoscerle può essere d’aiuto per gli adulti. Le persone che circondano il piccolo possono essere d’aiuto nell’insegnargli a canalizzare le proprie emozioni.

Le diverse cause dell’ansia infantile sono dovute all’età del piccolo. Tuttavia, si possono presentare motivazioni comuni che sorgono prima dell’età adolescenziale.

  • Abuso fisico o psicologico.
  • Conflitto tra i genitori che causa stress.
  • Abbandono da parte di uno dei genitori.
  • Eventi traumatici di qualsiasi tipo.
  • Crisi economica nella famiglia.
  • Responsabilità eccessive per l’età del piccolo.
  • Cambiamenti importanti nella quotidianità del piccolo: cambio di residenza, nascita di un fratellino, morte di un famigliare, etc.
  • Mancanza di routine e ordine. Cambi costanti nell’alimentazione e nel ciclo del sonno.
Combattere l'ansia infantile

  • Necessità di contatto con uno o entrambi i genitori.
  • Situazioni scomode a scuola.
  • Assenza di regole e limiti identificabili chiaramente da parte del piccolo.
  • Mancanza di attività fisica.
  • Consumo eccessivo di zucchero.
  • Eccesso di stanchezza per troppe attività giornaliere.
  •  Paura.
  • Mancanza di fiducia e autostima.
  • Ansia da separazione dai genitori.

I genitori, o i tutori, hanno il compito di riconoscere la cause dell’ansia infantile e porvi rimedio.

Combattere l’ansia infantile: ecco come

1. Evitare la colpa

Molto comune quando un piccolo soffre di ansia è che i genitori si sentano a loro volta in ansia per lui. Sembra uno scioglilingua ma spiega abbastanza bene il senso di colpa che provano molti genitori per la sofferenza dei figli.

Sentirsi in colpa non aiuta, anzi peggiora la situazione. Un genitore che agisce in base al senso di colpa prende delle cattive decisioni. A questo punto è bene distinguere tra responsabilità e colpevolezza e cominciare a prendere le decisioni necessarie.

2. Parlare

Può sembrare un consiglio ovvio, ma alcuni genitori non lo considerano tale. Lasciate che il piccolo si sfoghi e prestate attenzione a ciò che lo preoccupa.

A questo punto però è importante non forzare il piccolo a parlare, perché questo può avere l’effetto contrario di quello che si desidera. Per stimolare il dialogo evitate di fare paternali, perché stabilire un vincolo di fiducia e affetto è più importante. Così che il piccolo senta di potersi confidare liberamente.

“Le persone che circondano il piccolo sono fondamentali per insegnargli a canalizzare le sue emozioni.”

3. Dare l’esempio

Il piccolo impara a gestire problemi ed emozioni dai genitori. Questi ultimi devono comportarsi come dei modelli: affrontare le situazioni di stress come vorrebbero che facessero i propri figli.

4. La dieta

Il consumo eccessivo di zucchero può alterare il comportamento dei bambini. I piccolo hanno naturalmente molta energia, con un eccesso di zucchero il corpo cerca modi alternativi per processarlo.

Inoltre probabilmente, al piccolo non viene dato lo spazio per sfogare questa energia.

Combattere l'ansia infantile

5. Esigere il possibile

Nessuno è perfetto. I genitori devono far sentire amato un figlio nonostante i suoi difetti e gli errori che commette.

Le esigenze smisurate possono provocare molta ansia nel bambino. Un esempio di ciò sono i voti e le note scolastiche. Lo stesso può succedere nello sport. I bambini che sentono di dover essere perfetti sono più propensi a soffrire di ansie.

6. Combattere l’ansia infantile con l’amore

Come aiutare un bambino in una situazione del genere, stressante che provoca ansia? Per fare in modo che una persona sappia affrontare determinate situazioni deve sentirsi in grado di poterlo fare. Questo concetto è strettamente collegato all’autostima.

Per fare in modo che un piccolo si senta sicuro di sé stesso deve sapere che l’amore dei suoi genitori è incondizionato. L’affetto nei suoi confronti non è proporzionato a come si comporta o ai suoi voti a scuola.

Questo include dimostrazioni di affetto costanti, passare del tempo insieme e farlo sentire apprezzato. Essere sempre un appoggio concreto per il bambino.