Coprire il passeggino con una coperta può essere rischioso

21 Gennaio 2019
Molti genitori hanno l'abitudine di coprire il passeggino con una coperta per proteggere il bebè. Questa abitudine apparentemente innocua è invece molto pericolosa.

Per i genitori la priorità è che i propri figli stiano bene e si sentano al sicuro. A questo scopo spesso durante l’estate quando il sole è molto forte o durante l’inverno a causa delle basse temperature, alcuni genitori hanno l’abitudine di coprire il passeggino del bebè con una coperta. L’idea è quella di cercare di mantenere i propri figli lontani dai raggi del sole o dall’umidità, proteggendoli così dalle malattie.

Sopratutto quando i bambini sono piccoli è stato osservato che i genitori sono soliti coprire il passeggino con una coperta. Ovviamente questo li proteggerà dal sole o dall’aria fredda, però è una abitudine? Si crede che non sia una buona idea perché potrebbe essere molto dannosa per il bebè.

Può essere pericoloso coprire il passeggino con una coperta

Questa pratica può essere molto pericolosa per la salute dei bambini, secondo il pediatra svedese Svante Norgren. Può sembrare un’azione inoffensiva però si tratta dell’esatto contrario. La ragione è che, anche se coprire il passeggino con una coperta protegge il piccolo dagli agenti esterni, contribuisce ad aumentare sostanzialmente la temperatura.

Tramite una ricerca questo pediatra ha dimostrato che un bebè nel passeggino può godere di una temperatura media di 22°C. Ciò nonostante, dopo essere stato in un passeggino coperto per mezz’ora può arrivare ai 34°C. Dopo un’ora la temperatura rilevata era di 37°C. Si parla quindi di un aumento di 15°C nell’arco di solo un’ora.

Coprire il passeggino con una coperta

Risulta difficile quindi immaginare che temperatura raggiunge un bebè durante una passeggiata estiva quando i genitori hanno l’abitudine di coprire il passeggino con una coperta. È chiaro che compromette la salute del piccolo e i genitori difficilmente se ne rendono conto.

Coprire il passeggino con una coperta non è l’unica opzione

Durante il clima caloroso dell’estate ci sono vari modi per proteggere i bambini. Coprire il passeggino con una coperta non è l’unica maniera per proteggerli. Possiamo fare in modo che ricevano un buon ricambio di aria e siano comodi mentre li proteggiamo. Ecco alcune raccomandazioni da tenere a mente.

  • Mantenerli ben idratati.
  • Camminare in zone ombreggiate.
  • Spalmare sulla loro pelle della lozione solare.
  • Usare un’ombrello e mantenerlo alto in modo che permetta la circolazione dell’aria.
  • Non esporre ai raggi del sole il bebè nelle ore più calde della giornata. Mantenerli dentro casa dalle 11 alle 17.
  • Quando si è dentro casa, tenere le porte e le finestre aperte in modo da facilitare la circolazione dell’aria.

Ciò nonostante, per quanto riguarda i genitori novelli, è bene che scelgano un passeggino munito di ombrello o protettore. Questo dispositivo è adeguato per fare in modo che il bebè riceva aria sufficienza. È importante sapere che quando un bebè soffre a causa della temperatura troppo alta, difficilmente potrà comunicare il suo fastidio. Potrebbe essere una situazione irritabile pe il piccolo. Nel peggiore dei casi, se il bebè si addormenta potrebbe essere addirittura fatale.

Passeggino con parasole

Perché parlare della morte in culla in questo articolo?

La sindrome della morte in culla si riferisce alla morte improvvisa e inaspettata di un bambino che ha meno di un anno di età. Ma cosa c’entra questo con il fatto di coprire il passeggino con una coperta? Ebbene, si sa che la morte in culla subisce un radicale aumento con l’alzarsi delle temperature. Per questa ragione possiamo dire che coprire il passeggino con una coperta potrebbe scatenare questo fenomeno.

Esponendo il bebè al calore intenso si corrono molti rischi. Per esempio, potrebbe arrivare a trattenere il respiro o addirittura a soffocare a causa delle alte temperature dentro il passeggino.

“Se la temperatura di un bebè dentro al passeggino aumenta in eccesso, questi potrebbe pensare di essere tornato dentro all’utero materno e potrebbe smettere di respirare.”

-Svante Norgen-

Per questa ragione, i genitori e coloro che lo saranno presto, devono prendere in considerazione queste raccomandazioni. La maggioranza desiderano essere informati in merito a ciò che è meglio per la salute dei propri figli. È anche importante conoscere ciò che potrebbe mettere in pericolo il benessere e addirittura la vita dei piccoli. I figli sono la priorità di ogni genitore ed è necessario prendersene cura del modo migliore.