Come stimolare il neonato per attivare i sensi

Come stimolare il neonato per attivare i sensi

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre, 2018

La prima fase della vita, da 0 a 6 mesi, è la più consigliata per iniziare ad attivare i sensi, perché si tratta di un periodo fondamentale per lo sviluppo. Ma come stimolare il neonato per attivare i sensi che utilizzerà per tutta la vita?

Da 0 a 6 mesi il neonato inizia a identificare diversi aspetti collegati alle sensazioni che prova sul corpo, oltre a fare richieste di base per nutrirsi o dormire. Deve quindi poter contare sull’aiuto di una persona che lo guidi per raggiungere il pieno sviluppo.

Per alcuni genitori, stimolare il neonato per attivare i sensi è un argomento complicato.

Come si stimola un neonato dell’età di 0-6 mesi?

Tra gli 0 e i 3 mesi

In questa fase, è importante prendere in considerazione queste aree:

  • Area tattile: per stimolare il tatto del neonato, è consigliabile fargli il bagnetto con l’aiuto di oggetti di diverse consistenze, come spugne, guanti da doccia, ecc. In questo modo potrà imparare a identificare le sensazioni. Vi consigliamo anche di fare dei leggeri massaggi al piccolo dopo il bagnetto, concentrandosi prima su un lato e poi su quello opposto.
  • Area vestibolare: questo termine si riferisce al movimento. Per stimolare quest’area, fate dondolare il neonato dolcemente, di lato e poi in alto e in basso. Mostrategli dei giocattoli di diverso peso e che emettano dei suoni di diversi decibel.
  • Area motrice: muovete gli arti del neonato, fatelo alzare perché veda cosa lo circonda e imitate il movimento della bicicletta con le sue gambe.
  • Area sensoriale: mostrategli dei libri con immagini e oggetti dai colori vivi, che potrà seguire con il proprio sguardo.
Come stimolare il neonato per attivare i sensi

Dai 4 ai 6 mesi

In questa fase, vi consigliamo di stimolare le seguenti aree:

  • Area tattile: abbracciatelo forte e poi delicatamente, perché noti le diverse sensazioni a livello muscolare.
  • Area sensoriale: è importante leggergli dei racconti, cantargli delle canzoni, ecc.

Come stimolare il neonato per attivare i sensi?

Lo stimolo può provenire da diversi settori del corpo umano e, inoltre, ognuno deve essere diverso per poter essere efficace. È per questo che possiamo parlare di diversi stimoli che si adattano a ognuno dei nostri sensi.

Questo tipo di attività si conosce come stimolazione sensoriale e viene accompagnata da una serie di meccanismi sperimentali che vi spiegheremo di seguito.

Stimolazione dell’udito

Per mettere in pratica questo tipo di stimolazione vi consigliamo di:

  • Usare degli oggetti che emettano suoni diversi.
  • Imitare le voci del neonato.
  • Parlare a voce alta.
  • Usare degli strumenti per la distorsione della voce.
  • Fargli ascoltare delle canzoni.
  • Parlare con il bambino.

Stimolazione della vista

Se, invece, volete stimolare la vista, potete sfruttare le seguenti strategie:

  • Usare dei colori accesi nelle stanze della casa.
  • Far giocare il bambino con uno specchio.
  • Fargli usare degli oggetti che emettano delle luci brillanti.
  • Nascondere i giocattoli perché il bambino li cerchi.

Stimolazione del tatto

Stimolare il tatto è possibile nel seguente modo:

  • Insegnare al neonato a giocare con la terra, con il pongo, con impasti di diverso tipo, con l’argilla, ecc.
  • Mettere alla sua portata oggetti dalla consistenza diversa.
  • Mostrargli oggetti di diverse dimensioni e tipi, perché possa giocarci.

Stimolazione dell’olfatto

Per stimolare l’olfatto, è necessario mettere il bambino di fronte alle seguenti situazioni:

  • Fargli annusare dei profumi, dei deodoranti e altri aromi.
  • Prima di mangiare, avvicinare il cibo al suo naso perché possa sentirne l’odore.
  • Fargli sentire l’odore di candele
  • Insegnargli a identificare gli odori degli oggetti con cui ha un contatto diretto.

Stimolazione del gusto

È consigliabile stimolare il gusto del neonato in questo modo:

  • Fate in modo che il bambino conosca sapori di diverso tipo: delicati, aspri, salati, dolci, acidi…
bambino-che-fa-il-bagnetto

Mentre svolgete queste attività, è importante spiegare al bambino che cosa state facendo.

In questo modo, riuscirete a favorire il completo sviluppo del neonato. Tuttavia questo processo si ottiene con pazienza e molta dedizione. Per questo vi invitiamo a giocare con i vostri bambini e a fare da “allenatori” per il loro pieno sviluppo.



  • Cabrera, M.C. y Sánchez C. (1982). La estimulación precoz; un enfoque práctico. Editorial Siglo XXI: España.
  • Cano, G. I. (2014). Estimulación temprana en el desarrollo infantil.
  • Dorance, S. y Matter, P. (2001). Juegos de estimulación para los más pequeños. Madrid: AKAL.
  • Gallahue, D. (1982). Understanding motor development in children. New York: John Wiley and sons.
  • Guerrero, A. M., & Primaria, I. Y. (n.d.). La estimulación temprana. https://archivos.csif.es/archivos/andalucia/ensenanza/revistas/csicsif/revista/pdf/Numero_14/AMALIA_MORENO_1.pdf
  • Moreno, J. A. (1999). Motricidad infantil. Aprendizaje y desarrollo a través del juego. Murcia: Diego Marín.
  • Moreno, J. A., & De Paula, L. (2006). Estimulación de los reflejos en el medio acuático. Revista Iberoamericana de Psicomotricidad y técnicas corporales, 6(2), 193-206. https://www.um.es/univefd/reflejos.pdf
  • Ordoñez, M. y Tinajero, L. (2012). La importancia de la estimulación temprana en la etapa infantil. Madrid, 208-240.