Arti marziali per modellare il carattere del bambino

27 Aprile 2018

Spesso i genitori portano i figli a lezione di arti marziali con l’intento di modellarne il carattere, dato che si tratta di un consiglio piuttosto comune per diverse ragioni. In caso di iperattività, mancanza di attenzione, timidezza o disturbi causati dal bullismo, i bambini possono ottenere dei miglioramenti grazie alle arti marziali.

È altrettanto comune che i bambini si iscrivano a queste attività perché ne sono grandi ammiratori: i loro supereroi le praticano e vogliono essere come loro. Altre volte si tratta di un sogno frustrato dei genitori,che desiderano vedere i propri figli realizzare attività che avrebbero voluto fare loro.

In ogni caso, le arti marziali richiedono equilibrio fisico e mentale che apporterà senz’altro molti benefici ai piccoli. È per questo motivo che sono ritenute ottime discipline per risolvere possibili problemi e offrire ai bambini solide nozioni di disciplina e valori.  

Karate e bambini

Le arti marziali aiutano a modellare il carattere del bambino

Gli esperti in materia parlano delle caratteristiche dell’allenamento che fanno bene al corpo e alla mente, ma molti genitori possono confermare che le arti marziali sono state un impulso per lo sviluppo della personalità e del carattere dei loro figli.

Un bambino che si approccia sin dalla tenera età alle arti marziali viene nutrito con vari strumenti di autocontrollo, sicurezza e perfezionamento del proprio carattere. Tra i principali vantaggi di questi sport ne ricordiamo gli effetti duraturi, in quanto gli elementi vengono appresi per essere applicati con maggiore efficacia in età adulta.

Le arti marziali sono un insieme di discipline che consentono di armonizzare corpo, mente e spirito, alimentando nei bambini il rispetto di se stessi e degli altri. Richiedono tempo, dedizione e sforzo, dunque i piccoli potranno riceverne la dose necessaria a seconda delle loro esigenze. In altre parole, in  base alla difficoltà del problema, l’attività fornisce degli strumenti per affrontarlo in modo efficace.

Mamma che porta figlio a lezione di arti marziali

Gli aspetti da prendere in considerazione quando si vuole modellare il carattere dei propri bambini tramite le arti marziali sono:

  • Il bambino può imparare a gestire meglio le sue emozioni canalizzandole e agendo in modo adeguato.
  • Il bambino può scaricare facilmente adrenalina; al contempo le arti marziali mantengono i muscoli tonici, flessibili e consentono di ottenere un corpo sano.
  • Contrastano i problemi di peso in bambini obesi e migliorano la struttura dei bambini magri. Questo, a sua volta, offre maggiore sicurezza ai piccoli dato che saranno contenti del loro aspetto fisico.
  • I bambini fomentano e sviluppano fiducia in se stessi potendo stabilire i propri obiettivi da seguire in modo chiaro e preciso.
  • Stimolano la concentrazione, in questo modo i bambini sono più consapevoli dell’importanza di raggiungere i propri scopi e si concentreranno sulle proprie responsabilità. A lungo termine questo aspetto li aiuterà a essere più organizzati e avere tutto sotto controllo.
  • Contribuiscono a formare persone rispettose di sé e degli altri, favorendo relazioni sociali di successo.
  • Offrono strumenti per equilibrare una personalità risoluta e priva di timori, ma insegnano anche a essere prudenti e a evitare problemi o litigi inutili.
  • Il bambino impara a mettersi nei panni degli altri, consapevole di quanto sia importante trattare gli altri come vorrebbe essere trattato lui.
  • Il bambino fa propri i valori principali di queste discipline come l’umiltà, l’onore, la lealtà e l’amore del prossimo.
  • Può valutare i suoi successi a mano a mano che raggiunge le mete prefissate nell’attività, questo gli risulterà utile nella vita adulta, poiché migliora il suo concetto di se stesso e che gli altri hanno di lui.
  • Diventa una persona meritevole di rispetto agli occhi dei suoi pari, perché dispone di numerose opzioni per difendersi dai bulli.
  • Impara a seguire un modello, un orario e a essere più indipendente.