Tipi di nei: come identificarli

· 3 ottobre 2018
In media un bambino al momento della nascita ha almeno dieci nei sulla propria pelle. Ognuno di essi, tuttavia, avrà delle caratteristiche specifiche. Per questo è importante saperli identificare.

I nei, scientificamente conosciuti come nevi melanocitici, sono macchie della pelle di diverse tonalità e forme che sono presenti in tutti gli esseri umani. 

Dato che la loro forma e il loro colore solitamente cambiano, è importante fare una differenza tra i diversi tipi di nei, in quanto non tutti sono benigni.

È possibile stimare che, appena nati, i bambini presentano sulla propria pelle una media di dieci nei, dunque un numero relativamente basso. I più suscettibili a presentare tali macchie sono le persone con una carnagione chiara.

Tali nevi potranno crescere, cambiare e persino sparire; tutto dipenderà dalle cure applicate, dai fattori genetici e dai cambiamenti dello stato di salute, in quanto i nei, in teoria, sono alterazioni dei tessuti.

Fatte tali considerazioni, di seguito presentiamo un decalogo sui vari tipi di nei e su come identificare ognuno di essi. In tal modo potrete prendervi cura della pelle del vostro piccolo sin dalla tenera età e, inoltre, potrete istruirlo affinché vi metta in guardia riguardo a qualsiasi cambiamento possa osservare sulla propria pelle.

Tipi di nei: come identificarli

Ci sono varie considerazioni che bisogna fare sui nei prima di valutarne le caratteristiche fisiche. I nei sani, o nevi comuni, sono asintomatici; ciò significa che non devono generare prurito o bruciore, suppurare, infiammarsi o portare la pelle che li circonda ad arrossarsi o ad impallidire.

Già con queste prime considerazioni riguardo a ciò che comporta avere un nevo comune, potete farvi un’idea su come identificare l’eventuale presenza di anomalie sulla pelle del piccolo. È giunto il momento di focalizzarci sulla forma e sul colore.

Forma

I nei hanno un aspetto circolare con dei bordi abbastanza definiti; possono anche avere una forma ovale. Il loro diametro non supera i 5 millimetri, con dimensione massima stimata in quella della punta piatta di una matita.

Nevi sospetti

Esistono due tipi diversi di nei in base alla forma: quelli lisci, che sono anche i più comuni, e quelli sopraelevati. Tradizionalmente si pensa che, se un neo presenta un rilievo palpabile o se cresce, possa nascondere un melanoma o qualche altro tipo di problema. Tale considerazione non è affatto corretta.

Sebbene quando si parli di anomalie dei nevi, la forma irregolare non passi inosservata, solo il dermatologo potrà determinarne la vera natura.

I nei non devono essere estirpati né toccati in alcun modo, a meno che non provochino prurito, bruciore o suppurino. Sarà in ogni caso lo specialista a realizzare il processo nel corso di un intervento ambulatoriale.

“Appena nati, i bambini presentano sulla propria pelle una media di dieci nei, dunque un numero relativamente basso”

Colore

Riguardo al colore, in genere si pensa a tonalità che vanno dall’ocra al marrone, inclusi il nero, il blu e il rosso dei cosiddetti nei di sangue.

Il colore dei nevi può anche indicare possibili alterazioni. Tuttavia, come menzionato quando si parlava della forma, se il neo è asintomatico, in teoria non c’è nulla da temere.

Il colore del neo dipenderà anche dalla tonalità della pelle della persona. Le persone caucasiche e bionde hanno dei nei con delle tonalità che vanno dal rosa al marrone chiaro; le persone con i capelli o la carnagione scura, invece, presentano nevi di colore marrone scuro o nero.

Neo rosso

Come identificare le anomalie

È poco comune che un neo sano si trasformi in un melanoma; devono verificarsi condizioni eccezionali affinché ciò accada. È anche vero che alcune persone sono maggiormente propense a soffrire di tale condizione, in particolare chi ha la pelle molto chiara e si espone al sole senza alcuna protezione o, ad esempio, chi ha più di cinquanta nei.

È importante sottolineare che, sebbene sia positivo identificare cambiamenti o alterazioni dei nevi dei vostri piccoli, solo il dermatologo avrà la capacità di determinare l’esatta condizione del nevo e il tipo di cure di cui esso ha bisogno.

Dunque se il vostro piccolo presenta più di dieci nei sulla pelle, portatelo a fare una visita di controllo dal medico specialista affinché vi informi correttamente a tal proposito.

Per concludere vale la pena sottolineare che, nella totalità dei casi, i nevi dei bambini sono benigni. I loro cambiamenti e le loro alterazioni possono essere conseguenza diretta dell’esposizione indiscriminata al sole senza protezione. La prevenzione e la cura della pelle saranno sempre eccellenti alleati affinché i bambini abbiano una pelle sana.