Un letto per tutta la famiglia largo 5 metri e mezzo

· 17 ottobre 2017

Un ex giocatore di rugby di Belfast e sua moglie, un’insegnante di yoga, condividono con i figli un letto di quasi sei metri. Avere un letto per tutta la famiglia può risultare inusuale a molti, tuttavia assicurano che grazie a questo nuovo design della camera le notti sono diventate più piacevoli e divertenti.

Ryan e Kim Constable hanno suscitato moltissimi commenti, condividendo sui social network la loro maniera di trascorrere le notti in famiglia. Il protagonista è un letto di 5 metri e mezzo. La coppia ha quattro figli, Corey (11 anni), Kay (9), Maya (6) e Jack (5).

Ora i sei condividono un letto gigante. È stato disegnato da entrambi i genitori, per la comodità e lo svago di tutti i componenti della famiglia. Una camera spaziosa, un letto matrimoniale, uno a una piazza e mezzo e uno singolo sono gli strumenti perfetti per cambiare il modo di andare a dormire. Tanto dei genitori quanto dei bambini.

Probabilmente tutti si domanderanno da dove è venuta questa idea: tutto è nato da un commento del figlio maggiore, Corey. Un giorno ha detto che quando era più piccolo dormiva per la maggior parte del tempo con i genitori. Osservazione che ha scatenato un’ondata di gelosia e domande da parte dei più piccoli.

La dinamica già era stata definita. Man mano che i bambini crescevano si trasferivano nelle loro camere, da soli. Alla nascita di un nuovo bambino, questo condivideva la camera con i genitori.

Quello che non avevano previsto era che i più grandi non volevano dormire da soli, ma con loro, nella stessa stanza. E così alla fine hanno deciso di fare un letto gigante in cui poter stare tutti insieme di notte, leggendo storie, giocando e raccontandosi la giornata, fino all’ora di dormire.

Madre 24 ore su 24

Un letto per tutta la famiglia o tutto da sole?

La nuova camera da letto ha suscitato molti commenti, tanto che vari media hanno contattato Kim, la madre, per avere tutti i dettagli. Tra le domande anche come lei e il marito riuscissero a trovare del tempo per la coppia.

In un’intervista per il programma This Morning, Kim assicura che il vantaggio principale di avere un letto per tutta la famiglia è che le sue notti sono più tranquille, dato che non deve andare da una stanza all’altra per assicurarsi che i piccoli stiano bene.

“Alcune persone tendono a credere che smetti di essere un genitore durante le 8 ore della notte, quando i figli si coricano, e che dovrebbero rimanere soli in una camera buia a dormire tutta la notte. n realtà non sempre è necessario”, assicura Kim nell’intervista.

La donna spiega inoltre che nella maggior parte delle questioni della sua famiglia non c’è una routine prestabilita, tutto si fa in maniera naturale. E, quando arriva l’ora di andare a letto, ogni figlio ha il suo ritmo. Questo nonostante loro vadano a dormire tra le 21 e le 23 e i figli maggiori tra le 2 e le 3 del mattino.

E i momenti di intimità?

Uno dei dubbi che sorgono su questo è senz’altro questo: quando passano un po’ di tempo da soli? Entrambi sportivi, con un’agenda zeppa di impegni e un letto per tutta la famiglia? Per molti sembra impossibile trovare un momento adeguato per l’intimità dormendo tutti insieme.

Tuttavia nell’intervista Kim spiega che i due sono molto aperti su questo argomento con i bambini. Spesso vanno a dormire insieme nella camera degli ospiti, per i momenti di “intimità degli adulti”. E, oltre a questo, trovano anche il modo di passare un po’ di tempo da soli, riservandosi un giorno alla settimana per pranzare o cenare da soli.

Un letto per tutta la famiglia: lo dice la scienza

Neonato ride.

Questo tema è stato oggetto di analisi e critiche, perciò la donna difende la sua idea appoggiandosi ai benefici scientificamente provati che ha questa pratica.

“La scienza ha dimostrato che l’indipendenza precoce in realtà crea dipendenza precoce… I bambini che si vedono obbligati a crescere ed essere indipendenti prima di essere pronti possono persino diventare persone spaventate, che vogliono solo tornare alla sicurezza dell’origine di tutta la vita” argomenta Kim.

La provocatoria notizia ha probabilmente fatto pensare più di un genitore. Eppure non tutti correranno a fare un letto di 5 o 8 metri. Il segreto è identificare i bisogni dei piccoli, soddisfarli e dare loro la libertà e la fiducia perché siano in futuro adulti indipendenti. In un modo o nell’altro, dovremo sempre essere lì per loro durante il loro sviluppo.