6 consigli per il primo bagnetto del neonato

· 28 marzo 2018

Per le madri che hanno partorito per la prima volta, il primo bagnetto del neonato è spesso causa di nervosismo, dal momento che la maggior parte di loro non sa come deve sostenerlo e le precauzioni che deve prendere. Ma non preoccupatevi, abbiamo molti consigli che possono aiutarvi ad affrontare questa bellissima esperienza.

È normale che ad ogni madre che ha partorito per la prima volta sorgano dei dubbi e moltissime domande riguardo al primo bagnetto del neonato.

I quesiti più frequenti hanno a che fare con come sostenerlo in modo che non scivoli e cada dalla braccia, in che momento bisogna farlo e a che temperatura deve essere l’acqua.

Anche se c’è molto nervosismo e timore, passare per questa esperienza è qualcosa di indimenticabile. Soprattutto a causa del fatto che fare il bagnetto al bambino è un’opportunità per trasmettergli amore e sicurezza. Per questo è utile farsi consigliare: quali sono le attenzioni che si devono avere? Qual è il modo più corretto di sostenerlo?

1. In che momento è raccomandabile il primo bagnetto del neonato?

Gli specialisti raccomandano di fare il primo bagnetto al neonato quando ha tra i 7 e i 15 giorni di vita. In questo momento è già caduto il cordone ombelicale e, perciò, si evitano possibili infezioni. Inoltre, la durata del bagnetto non deve essere eccessiva: non più di 5 minuti.

2. Qual è la temperatura ideale dell’acqua per il bagnetto del neonato?

La temperatura ideale deve stare tra i 36° e i 37°. Per controllarla, la madre deve toccare l’acqua con il gomito o l’avambraccio, visto che le mani sono sempre abituate ai cambiamenti di temperatura.

In secondo luogo, la quantità dell’acqua deve essere di circa 10 centimetri. Così il bambino sarà appoggiato sul fondo della vasca da bagno e potrà muoversi senza correre nessun rischio.

3. Di cosa si ha bisogno per il primo bagnetto del neonato?

Per il primo bagnetto del neonato è essenziale che la madre abbia tutto pronto; in questo modo si sentirà più sicura.

Tra le cose che deve avere ci sono: una vasca da bagno o una tinozza adeguata, una zona per svestire il bambino, sapone neutro, olio ipoallergenico, vaselina, batuffoli di cotone per gli occhi, cotton fioc per le orecchie e il naso, alcol, un pettine, asciugamani di cotone e pannolini.

Mamma lava la testa del bambino

6 consigli per il primo bagnetto del neonato

I bambini possono familiarizzare con l’acqua fin dal primo giorno in cui fate loro il bagno, perché l’acqua a loro ricorda il luogo in cui sono stati per 9 mesi: l’interno dell’utero. Per questo motivo, durante il primo bagnetto, tenete a mente questi consigli:

  1. Svestite completamente il neonato e copritelo con un asciugamano.
  2. Immergetelo a poco a poco nell’acqua in modo che non si spaventi. Dovete usare una delle vostre mani per tenergli sollevata la testa e il collo.
  3. Utilizzate molto poco sapone per lavargli il corpo; potete iniziare dal petto, dalle braccia e dalle mani e poi le gambe e i piedi. In seguito, giratelo con attenzione per lavargli la schiena e le natiche.
  4. Dopo avergli lavato il corpo, dovete proseguire con la testa.
  5. Pulitegli gli occhi con del cotone bagnato con acqua pulita, non con la stessa acqua con cui si è lavato. Dovete pulirli dall’interno all’esterno.
  6. Una volta che lo avete lavato, tiratelo fuori dall’acqua e copritelo con un asciugamano pulito.

Infine, dovete anche pulirgli il naso e le orecchie – solo fuori, mai dentro – con un cotton fioc. Ecco, il neonato è già pronto per essere vestito.

“Gli specialisti raccomandano di fare il primo bagnetto al neonato quando questo ha tra i 7 e i 15 giorni di vita.”

Altre raccomandazioni

Questi sono altri consigli che potete considerare per dopo il bagnetto:

  • Durante il bagno, non dovete lasciare solo il bambino. Allo stesso modo, nei primi mesi, non dovete mettergli talco né profumo perché possono dare allergia.
  • Mettete la vasca a un’altezza che sia adeguata per voi. Inoltre, questa dovrebbe essere lavata prima e dopo il bagno.
  • Ricordate sempre di sorridergli e parlargli mentre lo lavate.
  • Se il bambino inizia a piangere durante il primo bagnetto non scoraggiatevi, con le vostre carezze e le condizioni ambientali più adeguate, lui si abituerà e inizierà a godersi questo momento piacevole.
Bambino si diverte nell'acqua

In conclusione, il primo bagnetto del neonato è uno dei momenti più belli e piacevoli tra quelli che può vivere una madre. Di conseguenza, se siete alla vostra prima gravidanza e avete paura di fargli il bagno, non preoccupatevi, con questi consigli vedrete che andrà tutto bene.

Se trovate il momento adeguato, lui si rilasserà e inizierà a godersi di più questo momento. Per questo, dovete trasmettergli tranquillità e allegria. Se siete molto nervose potete chiedere aiuto a un familiare o a un amico.