A mio figlio piacciono le cose da bambina

· 14 ottobre 2018
A vostro figlio piacciono le cose da bambina? Non fatene un dramma e lasciatelo divertire!

Quando i genitori notano che ai propri figli maschi piacciono le cose da bambina, sono spesso invasi da sentimenti di preoccupazione e incertezza riguardo all’orientamento sessuale che potrebbe star sviluppando il loro piccolo. Tuttavia, non c’è nulla di cui preoccuparsi, è normale che i bambini giochino con le bambole e le macchinine allo stesso tempo.

I bambini non sanno distinguere quali giocattoli sono per le femminucce e quali sono per i maschietti, dal momento che durante il gioco creano delle situazioni immaginarie e desiderano sperimentare con tutti i giocattoli che hanno a disposizione. Probabilmente, ai vostri figli piacciono le cose da bambina perché rappresentano una cosa nuova e divertente. Mettono semplicemente in pratica la loro curiosità.

Alcuni esperti sull’argomento assicurano che l’immaginazione fa parte dello sviluppo dei piccoli. Questo perché durante il processo del gioco si mettono in pratica delle capacità motorie e percettive, che sono indispensabili per la loro crescita fisica e psicologica.

Dobbiamo capire che la distinzione di genere nel gioco è un fattore che è stato imposto dalla società per molti anni. È uno stereotipo che stabilisce che i maschietti non possano giocare con le bambole, basato su ragioni inconsistenti.

Che cosa devo fare se a mio figlio piacciono le cose da bambina?

Bambino in cucina

Anche se è completamente normale che ai bambini piacciano le cose da bambina, i genitori in genere non lo capiscono. Tendono quindi a comportarsi in modo rigido e non comprensivo nei confronti dei propri figli. Tuttavia, vi presentiamo degli strumenti utili da tenere in considerazione di fronte a una situazione simile:

  • Non permettete che vi vengano date opinioni o critiche da altre persone che non possiedono informazioni sufficienti riguardo ai gusti dei bambini. L’importante è offrire il vostro appoggio al piccolo ed evitare che commenti non richiesti influiscano sulla sua autostima.
  • Un’ottima idea per capire i bambini in questa fase della loro vita è sedersi e parlare con loro con affetto e con un tono di voce molto dolce. Grazie alla comunicazione e alla comprensione, il bambino potrà esprimersi e, di conseguenza, capire che è una fase di transizione della sua crescita.
  • Dobbiamo evitare frasi come “i bambini non devono giocare con le bambole perché è cattivo” o “i bambini giocano solo con la palla”. Questo, infatti, potrebbe farlo sentire male. I piccoli non capiscono che giocare con un determinato oggetto è buono o cattivo. Questo perché loro, semplicemente, si divertono.

Che cosa devo fare perché mio figlio si interessi di più ai giocattoli da maschietti?

La risposta è che non dovete fare nulla. Dovete solo presentargli diverse opzioni di giochi che considerate siano appropriati, divertenti e che potrebbero aiutare il suo sviluppo cognitivo. Lasciando però che sia libero di scegliere quello che realmente preferisce.

I genitori hanno la responsabilità di orientare i propri figli durante il loro processo di crescita, dal momento che essendo piccoli non sono consapevoli di quello che succede. Essendo innocenti sotto qualsiasi punto di vista, la cosa migliore da fare è guidarli per ottenere il loro benessere e un corretto sviluppo.

Un eccellente modo per guidare i piccoli nel loro processo di crescita durante il gioco, è introducendoci nel loro mondo di fantasia. Grazie all’interazione con chi più li ama, così capiranno che è divertente giocare anche con la palla o con le macchinine se è un maschietto, o con le bambole se si tratta della principessa della casa.

Portare il bambino ad attività sportive (come il calcio, il baseball, il nuoto o tante altre), in cui possa condividere del tempo con altri bambini, sarà sicuramente utile per farsi nuovi amici. Ma gli permetterà anche di relazionarsi con bambini del suo stesso sesso ed età, il che farà sì che introduca nei suoi giochi altri stili. Come ad esempio giocare ai pirati o alle spie.

Raccomandazioni nel momento di orientare il vostro piccolo

Mamma e figlio

È importante tenere a mente e fargli capire che se i bambini giocano con le cose da bambina non è negativo.

Non lasciamo che la società o gli stereotipi lo facciano sentire diversi in senso negativo. La femminilità o la mascolinità non si perdono indossando dei vestiti di un certo colore o giocando con qualche giocattolo.

Se dopo aver parlato con lui e averlo orientato verso altre forme di gioco il bambino preferisce le cose da bambina, la cosa migliore è lasciare che lui stesso decida se e quando cambiare il proprio stile di gioco.

In nessun modo bisogna dubitare dell’orientamento sessuale in base agli oggetti con cui preferisce giocare. Ogni bambino impara ed esplora il suo mondo in modo diverso.