Bibite analcoliche e apporto calorico

Le bibite analcoliche attirano i più piccoli con le loro bollicine e con la loro dolcezza. Ma, al tempo stesso, queste bevande influiscono sullo sviluppo del cavo orale. Scoprite di più a riguardo.
Bibite analcoliche e apporto calorico

Ultimo aggiornamento: 09 settembre, 2022

È importante che i genitori siano consapevoli della stretta correlazione tra l’assunzione di bibite analcoliche e la carie. Queste bevande che i bambini preferiscono per il loro gusto dolce e la loro freschezza possono influire in modo significativo sulla loro salute orale.

Il consumo di cibi o bevande ad alto contenuto di zuccheri compromette la salute generale dei bambini e, nel caso della bocca, li predispone a soffrire di carie. Una bibita in lattina può contenere l’equivalente di 6 cucchiaini di zucchero, che supera significativamente l’assunzione giornaliera raccomandata di saccarosio per i bambini.

Se pensate di poter contrastare gli effetti dannosi dello zucchero nelle bibite analcoliche con quelle commercializzate senza zucchero, dovreste sapere che neanche quelle sono così benefiche come pensate. Ebbene , il loro contenuto è in grado di erodere lo smalto che ricopre i denti.

L’uso di bibite è abbastanza comune nella maggior parte delle famiglie ed è una bevanda a cui i bambini sono esposti fin dalla tenera età. Scoprite i danni che questa abitudine può causare alla bocca dei più piccoli.

Bibite analcoliche e cavo orale

Le bibite analcoliche o le bibite gassate contengono alti livelli di zuccheri semplici che conferiscono loro quella particolare dolcezza. Inoltre, hanno sostanze gassate che conferiscono loro le caratteristiche bollicine.

La grande quantità di zucchero in queste bevande è un fattore che predispone alla comparsa di carie. Ebbene, i batteri in bocca sfruttano questi carboidrati e li metabolizzano, trasformandoli in acidi che rimangono nell’ambiente orale.

Allo stesso modo, le bevande analcoliche contengono più acidi nella loro composizione rispetto ad altre bevande. Pertanto, quando si consumano questi prodotti, si produce una grande acidificazione all’interno della bocca e, di conseguenza, un grande calo del pH in questa cavità.

Quando il pH della bocca rimane acido per lungo tempo e frequentemente, i denti perdono i loro minerali. Questa distruzione dei tessuti duri è ciò che conosciamo come carie. Pertanto, consumare regolarmente bibite e non avere buone abitudini di igiene orale porta alla proliferazione dei batteri e alla produzione di questa acidità così dannosa per i denti.

D’altra parte, come abbiamo indicato all’inizio, il fatto di consumare bibite senza zucchero non previene completamente i danni ai denti. Le versioni zero o leggere delle bibite hanno ancora acidi che logorano lo smalto. Pertanto, a seguito di un consumo regolare di queste bevande analcoliche, l’erosione dello strato esterno dei denti può causare problemi di sensibilità, dolore e maggiore suscettibilità alle fratture dentali.

Il consumo eccessivo di zucchero fin dalle prime fasi della vita è associato ad un aumentato rischio di sviluppare malattie metaboliche croniche e complesse.

Alcune curiosità scioccanti sulle bibite analcoliche

Il consumo di bibite nei bambini è legato alla carie e anche a problemi metabolici, come l’ obesità e il diabete infantile.

Purtroppo l’accesso a questi prodotti fin dalla tenera età è un problema che sta aumentando sempre di più. Alcuni paesi, come gli Stati Uniti e il Messico, hanno un consumo molto elevato di bibite nella loro popolazione. Tanto che le autorità sanitarie realizzano campagne di sensibilizzazione sugli effetti negativi associati all’assunzione frequente di questi prodotti.

I bambini e gli adolescenti sono una popolazione particolarmente vulnerabile, poiché consumano alti livelli di bevande zuccherate. Si stima che 1 bambino su 2 beva almeno una bibita al giorno e, in alcuni casi, raggiunga le 4 bevande al giorno.

La pubblicità ingannevole potrebbe essere un fattore chiave per aumentare la predisposizione dei bambini al consumo di questo tipo di bevande. La possibilità di trovare bibite analcoliche in vendita ovunque è un altro aspetto che ne aumenta il consumo.

Un altro aspetto da notare è che il contenuto di zucchero riportato in etichetta di diverse bibite supera la dose massima consigliata per i bambini. In alcuni casi, se viene ingerita una sola lattina di queste bevande, il corpo del bambino riceverà più saccarosio di quanto dovrebbe ingerire tutto il giorno.

Come prevenire le carie causate dalle bibite?

Per evitare la carie causata dalle bibite, l’ideale è smettere di consumare questo tipo di prodotti. Ma sostenere questa decisione potrebbe non essere facile se i vostri bambini amano le bevande zuccherate. Se questo è il vostro caso, condivideremo alcuni suggerimenti per prenderci cura della loro salute orale:

  • Bere bevande analcoliche con moderazione. L’ideale è concordare con i più piccoli che possono consumarli solo in occasioni speciali.
  • Evitare di consumare bibite prima di andare a letto.
  • Non bere più di 2 lattine di soda al giorno.
  • Sciacquare la bocca con acqua dopo aver bevuto una bibita.
  • Mantenere un’adeguata igiene orale.
  • Aspetta mezz’ora per lavarsi i denti dopo aver bevuto una bibita. Se fatto subito, lo spazzolamento potrebbe aiutare gli acidi a danneggiare ulteriormente i tessuti dei denti.
  • Usare dentifrici al fluoro per proteggere i denti.
  • Utilizzare cannucce (ormai ne esistono in versione biodegradabile) per ridurre al minimo il contatto degli acidi e degli zuccheri nella bevanda con le superfici dei denti.
  • Chiedere ai bambini di non prendere lunghi sorsi o di tenere la bevanda in bocca per lunghi periodi di tempo.
  • Sostituite le bibite analcoliche con altre bevande meno dannose, come succhi di frutta naturali o latte.
  • Bere molta acqua durante il giorno e cercare di farla diventare la solita bevanda che accompagna i pasti.
  • Sottoporsi a visita dal dentista ogni 6 mesi e iniziare i controlli odontoiatrici non appena compare il primo dente.
padre madre figlia lavarsi i denti bagno
Le abitudini di igiene dentale si imparano a casa, così come le abitudini alimentari. Ecco perché è fondamentale per tutta la famiglia ridurre le bevande gassate e dare l’esempio con l’esempio.

Piccole decisioni responsabili

Dieta, comportamenti e abitudini influenzano lo sviluppo e il benessere della bocca dei più piccoli. Come avete visto, le bevande analcoliche sono associate a diversi problemi di salute, tra cui la carie e l’erosione dentale.

È importante insegnare ai più piccoli che il modo in cui mangiano influisce sulla salute del nostro corpo. Questo prezioso contributo li accompagnerà per tutta la vita.

Inoltre, renderli consapevoli e coinvolti nella cura del proprio corpo è molto importante. Guidarli nel mantenimento di un’adeguata igiene orale, visitare regolarmente il dentista e offrire loro cibo sano è un compito che porterà grandi benefici alla loro piccola bocca.

Potrebbe interessarti ...
La salute dentale nei bambini con bisogni speciali
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
La salute dentale nei bambini con bisogni speciali

I bambini con bisogni speciali corrono un rischio maggiore di problemi di salute dentale, come carie e malattie gengivali.



  • López, E. P. (2022). Diagnóstico del consumo de azúcar proveniente de bebidas comerciales con contenido de azúcar añadido. InterSedes, 18-44.
  • Dommarco, J. Á. R., Bernal, A. V., & Lutzenkirchen, A. C. CONSUMO DE REFRESCOS, BEBIDAS AZUCARADAS Y EL RIESGO DE OBESIDAD Y DIABETES.
  • Gutiérrez Ruvalcaba, C. L., Vásquez-Garibay, E., Romero-Velarde, E., Troyo-Sanromán, R., Cabrera-Pivaral, C., & Ramírez Magaña, O. (2009). Consumo de refrescos y riesgo de obesidad en adolescentes de Guadalajara, México. Boletín Médico del Hospital Infantil de México66(6), 522-528.
  • Segovia, M. G. (2019). Políticas públicas para reducir el consumo de bebidas azucaradas en niños y adolescentes. Acta Pediatrica Espanola77(7/8), E151-E153.
  • Gleason, P., & Suitor, C. (2001). Children’s diets in the mid-1990s: dietary intake and its relationship with school meal participation (No. 8db693ba4d8640ec87d978a342a6ec5d). Mathematica Policy Research.
  • Piaggio, L. R. (2019). Bebidas azucaradas y patrocinio de eventos deportivos: El derecho a la salud de niños, niñas y adolescentes en juego. Archivos argentinos de pediatría117(1), e8-e13.
  • Oramas, L. A. C. (2015). Bebidas gaseosas y su impacto en la salud bucal. Acta odontológica venezolana53(1), 27-28.
  • Brimacombe, C. (2001). The effect of extensive consumption of soda pop on the permanent dentition: A case report. Northwest dentistry80(3), 23-25.