Bruciore di stomaco nei bambini: 6 rimedi casalinghi

Vi insegneremo una serie di rimedi naturali per ridurre il bruciore di stomaco nei bambini. In questo modo potrete contribuire al loro benessere e migliorare il riposo notturno.
Bruciore di stomaco nei bambini: 6 rimedi casalinghi

Ultimo aggiornamento: 09 novembre, 2022

Anche i bambini possono soffrire di bruciore di stomaco e, in questi casi, si tratta di una conseguenza del reflusso gastroesofageo. Questa patologia compare quando lo sfintere dell’esofago non è completamente competente e il cibo o i liquidi contenuti nello stomaco vi ritornano. In questo modo si genera una sensazione di disagio, bruciore e fastidio.

Sebbene il bruciore di stomaco sia un sintomo tipico dell’età adulta, anche i bambini lo sviluppano in determinate circostanze. Ad esempio, quando contraggono il batterio Helicobacter pylori.

La prima cosa da chiarire è che è consigliabile rivolgersi al pediatra ai primi segni di bruciore di stomaco, poiché le possibili cause sono diverse ed è necessario individuarle per offrire le cure adeguate. Invertire questa situazione il prima possibile è essenziale per prevenire cambiamenti irreversibili nell’epitelio dell’esofago.

Cosa fare per migliorare il bruciore di stomaco nei bambini

Colica dolore addominale flatulenza addominale bambino raggrinzito viso fastidioso gas

Per cercare di alleviare il disagio del bruciore di stomaco nei bambini, è obbligatorio apportare alcune modifiche alla dieta e ad alcune abitudini della vita quotidiana. Nei paragrafi successivi condividiamo qualche consiglio efficace con voi.

1. Evitare cibi irritanti

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Current Opinion in Gastroenterology, è fondamentale evitare cibi piccanti e grassi, nonché bevande gassate e contenenti caffeina. Va notato che il cioccolato può anche causare una certa irritazione gastrica e peggiorare il disagio, quindi è consigliabile limitarne l’assunzione.

2. Avere abbastanza tempo per mangiare

Mangiare in fretta incoraggia l’assunzione di più cibo e aria. Ciò si traduce in porzioni più grandi e una sensazione di pesantezza postprandiale.

Pertanto, è conveniente prendersi il tempo per sedersi a tavola, inserire piccoli bocconi in bocca e lentamente. In questo modo il cibo viene masticato correttamente e viene facilitata la successiva digestione.

3. Non andare a letto subito dopo cena

È importante non addormentarsi subito dopo l’ingestione e lasciare che lo stomaco si svuoti completamente per un paio d’ore. Soprattutto dopo un’abbondante assunzione, poiché la loro digestione tende ad essere ancora più lenta.

4. Dormire con la testa sollevata

Allo stesso modo, è una buona alternativa sdraiarsi con il busto leggermente sollevato. In questo modo la risalita del cibo è resa difficile per una semplice questione di gravità, che allevia notevolmente i sintomi. Ancora meglio se il piccolo riposa sul fianco sinistro.

5. Non fumare in casa

D’altra parte, è necessario evitare di fumare in casa o vicino al bambino, poiché è stato dimostrato che il fumo di tabacco aumenta l’incidenza del problema. In generale, gli effetti dannosi di questo veleno influiscono sulla salute del fumatore e di chi lo circonda.

6. Indossare abiti larghi

Si consiglia inoltre di evitare indumenti stretti, poiché la pressione esercitata sull’addome stimola la risalita del cibo attraverso l’esofago. Ciò si verifica principalmente quando lo sfintere non è molto competente.

Il sovrappeso, un fattore predisponente al bruciore di stomaco

bruciore di stomaco

Oltre alle linee guida discusse, è importante implementare l’attività fisica come parte della strategia per l’adozione di abitudini sane.

Da un lato, essere in sovrappeso e obesi sono fattori che peggiorano il bruciore di stomaco, poiché il grasso addominale in eccesso fa pressione sullo stomaco e favorisce il reflusso. D’altra parte, la sedentarietà è associata ad alcuni cambiamenti nel metabolismo e nella dieta, che sono direttamente correlati a questi disturbi gastrici.

Quando andare dal dottore?

Potrebbe essere normale che il bambino soffra occasionalmente di bruciore di stomaco dopo un pasto pesante e piccante. Tuttavia, questo sintomo non dovrebbe essere ripetuto regolarmente, poiché ciò potrebbe indicare la presenza di qualche alterazione della funzione digestiva.

In ogni caso, quando i sintomi non migliorano con queste misure, sarà necessario consultare un medico. Lo specialista sarà in grado di consigliare il trattamento farmacologico appropriato per combattere il problema di fondo e migliorare la qualità della vita del bambino. Tuttavia, quando possibile, i rimedi naturali dovrebbero essere prioritari rispetto ai farmaci.

Il bruciore di stomaco nei bambini è un problema che deve essere trattato

Come avrete visto, anche i bambini possono soffrire di bruciore di stomaco e questa condizione ha spesso una soluzione. È meglio intervenire sulla causa del problema per evitare che riappaia dopo un po’ di tempo. In tal senso, è importante promuovere il controllo del peso, ottimizzare la dieta e adottare abitudini di vita più sane.

Fondamentale, invece, evitare la presenza di tossine in casa, soprattutto quando ci sono bambini. Respirare il fumo di tabacco è molto dannoso, non solo a livello dello stomaco, ma anche a livello polmonare e sistemico.

Potrebbe interessarti ...
Gastroenterite nei bambini: cosa c’è da sapere?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Gastroenterite nei bambini: cosa c’è da sapere?

La gastroenterite nei bambini si manifesta principalmente con diarrea e vomito, per cui vale la pena prestare attenzione all'idratazione.



  • Basha S, Enan ET, Mohamed RN, Ashour AA, Alzahrani FS, Almutairi NE. Association between soft drink consumption, gastric reflux, dental erosion, and obesity among special care children. Spec Care Dentist. 2020 Jan;40(1):97-105.
  • Gonzalez Ayerbe JI, Hauser B, Salvatore S, Vandenplas Y. Diagnosis and Management of Gastroesophageal Reflux Disease in Infants and Children: from Guidelines to Clinical Practice. Pediatr Gastroenterol Hepatol Nutr. 2019 Mar;22(2):107-121.
  • Gremse DA. GERD in the pediatric patient: management considerations. MedGenMed. 2004 May 5;6(2):13.
  • Leung AK, Hon KL. Gastroesophageal reflux in children: an updated review. Drugs Context. 2019 Jun 17;8:212591.
  • Rosen R, Vandenplas Y, Singendonk M, Cabana M, DiLorenzo C, Gottrand F, Gupta S, Langendam M, Staiano A, Thapar N, Tipnis N, Tabbers M. Pediatric Gastroesophageal Reflux Clinical Practice Guidelines: Joint Recommendations of the North American Society for Pediatric Gastroenterology, Hepatology, and Nutrition and the European Society for Pediatric Gastroenterology, Hepatology, and Nutrition. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2018 Mar;66(3):516-554.
  • Sethi, S., & Richter, J. E. (2017). Diet and gastroesophageal reflux disease: role in pathogenesis and management. Current opinion in gastroenterology33(2), 107–111. Disponible en: https://doi.org/10.1097/MOG.0000000000000337
  • Ness-Jensen, E., & Lagergren, J. (2017). Tobacco smoking, alcohol consumption and gastro-oesophageal reflux disease. Best practice & research. Clinical gastroenterology31(5), 501–508. Disponible en: https://doi.org/10.1016/j.bpg.2017.09.004