Si può bere il tè nero durante la gravidanza?

Il tè nero è una bevanda dalle numerose proprietà benefiche per la salute. Oggi vi diremo diremo se è possibile includerlo nella dieta durante la gravidanza.
Si può bere il tè nero durante la gravidanza?
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato da il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 19 ottobre, 2022

Durante la gravidanza è fondamentale migliorare la propria dieta per prevenire carenze di nutrienti essenziali che condizionano lo sviluppo del feto. Inoltre, sarà fondamentale evitare il consumo di tossine, poiché queste possono passare al bambino attraverso la placenta, causando alterazioni del suo stato di salute. Inoltre, molte infusioni vanno limitate in questa fase. Vi sveleremo, dunque, se potete bere il tè nero durante la gravidanza.

Deve essere chiaro che le bevande alle erbe possono avere molte interazioni farmacologiche. Per questo motivo è sempre fondamentale consultare un medico prima di consumarle. Questo vale soprattutto se assumete farmaci o se vi trovate in una situazione particolare, come la gravidanza. Pertanto, i rischi sono ridotti al minimo e i benefici possono essere massimizzati.

Si può bere tè nero durante la gravidanza?

È importante essere consapevoli di una cosa: durante la gravidanza è meglio limitare o addirittura eliminare il consumo di caffeina e derivati. In caso contrario, l’incidenza degli aborti spontanei potrebbe aumentare. Anche lo sviluppo del feto potrebbe risentirne, soprattutto a livello del sistema nervoso centrale. Non intendiamo insinuare che la caffeina sia dannosa in qualsiasi contesto. Al di fuori della gravidanza è una sostanza con diverse proprietà positive.

Nello specifico, il tè nero ha al suo interno un’alta concentrazione di alcaloidi. Non è esattamente caffeina ciò che contiene, ma contiene teina, una sostanza molto simile. La presenza di questo elemento, infatti, è nettamente superiore a quella che si trova in altri tè, come il verde. Per questo motivo occorre prestare particolare attenzione al suo consumo.

Gli esperti raccomandano di non consumare più di 200 milligrammi di caffeina al giorno durante la gravidanza. Una tazza di tè nero contiene circa 50 milligrammi di sostanza, quindi è sicuro includerla nella dieta delle donne in gravidanza. Tuttavia, questo importo non dovrebbe essere superato per evitare rischi inutili.

Il consumo di tè nero apporta benefici, anche in gravidanza, purché ne venga assunta la giusta quantità. Si raccomanda di non superare l’assunzione oltre una tazza al giorno.

Benefici del tè nero

Il tè nero, come molti altri infusi, è una bevanda che ha diversi benefici per la salute. Successivamente, ti parliamo di alcuni di loro.

Migliora la salute dell’apparato digerente

Il tè nero è in grado di migliorare la salute dell’apparato digerente riducendo l’incidenza del disagio intestinale, tipico del periodo di gestazione. La caffeina ha anche un effetto stimolante sul transito, quindi combatte la stitichezza.

Rafforza le difese dell’organismo

D’altra parte, il consumo regolare di tè nero è positivo per migliorare le difese dell’organismo. Gli antiossidanti che contiene al suo interno aiutano a stimolare le cellule del sistema immunitario e a proteggere l’organismo dalle patologie di tipo infettivo. Lo dimostra uno studio pubblicato su Frontiers in Immunology.

Stimola la concentrazione

Inoltre, è importante sottolineare che il tè nero è ottimo per stimolare la concentrazione. Ciò è dovuto all’effetto della caffeina, che aumenta temporaneamente le prestazioni cognitive.

Questa sostanza aiuta a combattere la fatica e migliorare le prestazioni nelle attività quotidiane e nelle attività sportive. Infatti l’inserimento di una tazza nella dieta può essere una buona strategia per combattere la stanchezza durante il terzo trimestre.

Contenente caffeina, il tè nero è una bevanda che favorisce la concentrazione e aumenta le prestazioni cognitive.

Stimola la salute cardiovascolare

Infine, va detto che il tè nero è particolarmente adatto a mantenere il cuore in perfetto stato di funzionamento. La sua assunzione regolare ha dimostrato di essere in grado ridurre i livelli infiammatori del corpo, favorendo la salute cardiovascolare. In questo modo è possibile prevenire lo sviluppo di numerose patologie complesse, come l’aterosclerosi.

Si può bere il tè nero durante la gravidanza?

Come avete visto, si può bere il tè nero durante la gravidanza, ma in quantità moderate. Si tratta di un infuso ad alto contenuto di caffeina, per cui si raccomanda di non superare l’assunzione di più di una tazza al giorno per evitare effetti dannosi sullo sviluppo del feto.

Per finire, è importante sottolineare la necessità di proporre una dieta variata durante la gravidanza che assicuri un corretto apporto di nutrienti. Pertanto, potete combattere la fatica e, al tempo stesso, assicurarvi che il feto cresca in modo ottimale.

Infine, in questo modo si evitano possibili alterazioni del loro stato di salute che potrebbero condizionare il benessere futuro. Durante la gravidanza, il corpo è particolarmente delicato ed è necessario prendersene cura coscienziosamente.

Potrebbe interessarti ...
Si può bere il tè verde in gravidanza?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Si può bere il tè verde in gravidanza?

Il tè verde può essere consumato durante la gravidanza, ma sempre in dosi moderate per evitare effetti dannosi sul feto.




Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.