Spiegare le emozioni ai bambini: ecco come riuscirci

Anche se per noi è ovvio, per i bambini non è sempre facile interpretare le proprie emozioni, tanto meno quelle degli altri. Con questi semplici consigli riuscirete a spiegare le emozioni ai bambini, in modo che capiscano cosa sta succedendo nella loro testa e come comportarsi.
Spiegare le emozioni ai bambini: ecco come riuscirci

Ultimo aggiornamento: 08 gennaio, 2022

Le emozioni sono stati interiori dell’essere umano determinati da sensazioni, pensieri, comportamenti e reazioni soggettivi. Hanno un’enorme influenza sul comportamento e sui pensieri, specialmente nei bambini. Ecco perché è necessario conoscere e saper spiegare le emozioni ai bambini.

Aiutarli a conoscersi ea riconoscere le proprie emozioni favorirà il loro corretto sviluppo mentale. Inoltre, impareranno a controllarsi, avranno un’alta autostima e questo contribuirà alla loro felicità.

Perché è importante spiegare le emozioni ai bambini?

Gli studi e l’esperienza hanno dimostrato che l’educazione emotiva in casa aumenta il benessere della famiglia. L’idea è di fornire metodi in famiglia per regolare le emozioni senza evitarle o esagerarle.

Alcuni dei più importanti vantaggi di questa pratica sono i seguenti:

  • Permette al bambino di conoscere se stesso e aumenta la percezione di controllo su ciò che gli accade.
  • Contribuisce notevolmente allo sviluppo sociale del ragazzo.
  • Aiuta a limitare i comportamenti aggressivi nei luoghi di studio.
  • Riduci le possibilità di usare sostanze che creano dipendenza, come alcol e tabacco.
  • Ridurre al minimo la percentuale di comportamenti antisociali e autodistruttivi ed evitare i gravi danni da essi causati.

È importante sottolineare che le emozioni devono essere controllate ma non represse. Il bambino deve imparare ad esprimerle a seconda del momento, delle persone e dell’occasione.

Bambina seria e arrabbiata.

Conoscere le emozioni

I bambini nascono con le emozioni, ma il modo in cui interagiscono con esse può essere un comportamento o innato o acquisito. Il corso della vita può dipendere da come vengono controllate le emozioni. Alcuni li vedono come una guida autentica, ma devi imparare ad usarli. Da qui l’importanza di spiegare le emozioni ai bambini.

Le prime emozioni sui cui lavorare con i bambini sono le seguenti:

  1. Rabbia : è la rabbia che si genera quando il bambino non ottiene ciò che vuole. Se il piccolo non è in grado di controllarlo, nel tempo potrebbe incontrare problemi comportamentali.
  2. Paura: si tratta dell’insicurezza anticipata di fronte a pericoli immaginari o reali. Genera comportamenti positivi, poiché ci motiva ad agire con cautela. Tuttavia, deve essere controllato in modo che non diventi una paura eccessiva.
  3. Disgusto: è l’antipatia verso qualcuno o qualcosa . In genere, i bambini disgustano alcuni cibi; Questo li fa rifiutare e non vuole mangiarli.
  4. Tristezza: sensazione di dolore con tendenza a piangere. Può essere associato a una perdita reale o immaginaria. Perdere un giocattolo o un animale domestico causerà tristezza nel piccolo.
  5. Gioia: sensazione di piacere provocata da un evento, persona, cosa o desiderio favorevole. Incoraggia l’azione, l’affetto e la gratitudine.
  6. Sorpresa: è la sensazione di stupore; aiuta i bambini a capire cose nuove e li motiva a cercare risposte e soluzioni.

Cosa dire su queste emozioni?

Queste sono le emozioni di base con le quali iniziare ad avvicinare i propri figli al mondo emotivo. Per aiutarli a identificarli e capirli, procedi nel seguente modo:

  • Dai un nome all’emozione
  • Definiscilo e spiegalo quando appare. Ad esempio, la paura sorge quando crediamo che qualcosa sia pericoloso, la tristezza quando perdiamo qualcosa di prezioso e la rabbia quando le cose non vanno come vogliamo.
  • Mostra l’espressione emotiva corrispondente. Puoi stampare diversi volti che mostrano le espressioni facciali associate (come il cipiglio di rabbia o l’ampio sorriso di gioia); Ma devi anche spiegare al bambino cosa facciamo di solito di fronte a queste emozioni (ad esempio, urlare di rabbia, piangere di tristezza o scappare dal pericolo).

Usate metodi diversi per spiegare le emozioni ai bambini

Dovreste cogliere ogni opportunità per aiutare vostro figlio a riconoscere ed esprimere le emozioni. Se il bambino è riservato, usate metodi semplici che facilitino la comunicazione e siano divertenti.

Giochi per spiegare le emozioni ai bambini

Ecco alcune attività pratiche che puoi includere nella tua routine quotidiana:

  • Occhiolino emotivo. Scrivi emozioni diverse in più lettere. Usa un personaggio o un burattino e recita una storia con le emozioni scritte sulle carte. Questo gioco incoraggerà l’espressione dei sentimenti del bambino.
  • Detective delle emozioni. Consiste nel dare a tuo figlio personaggi diversi da storie, internet o riviste e chiedergli di scoprire lo stato emotivo di ognuno. Ognuno deve dichiarare quelle che crede siano le cause dello stato emotivo dei personaggi.

“I bambini nascono con le emozioni, ma il modo in cui agiscono su di esse può essere un comportamento innato o acquisito”

Spiega le emozioni con la musica

Fin dalla tenera età, i bambini hanno la capacità di elaborare la musica, in modo che possa cambiare il loro umore. La musica libera la funzione emotiva e l’energia repressa.

Per questo motivo è un buon metodo per insegnare ai bambini. Seleziona diversi stili musicali e ascoltali con tuo figlio. Quindi chiedigli di esprimere la sua emozione.

Spiegare le emozioni.

Dategli un diario

Per i bambini di età superiore ai 6 anni che hanno difficoltà a esprimere le proprie emozioni, può essere utile avere un diario in cui catturarle. Pertanto, non ti sentirai costretto a dire i tuoi sentimenti in modo approssimativo, ma gradualmente sarai incoraggiato a esprimerti liberamente.

Suggerimenti per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva nei bambini

L’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere i propri sentimenti e quelli degli altri. Motiva a gestire le emozioni in diverse circostanze. È importante avere una personalità equilibrata.

Per aiutare tuo figlio a sviluppare l’intelligenza emotiva, segui questi suggerimenti:

  • Incoraggialo a esprimere ciò che sente.
  • Aiutalo a conoscere i suoi gusti, bisogni, opinioni, desideri e limiti.
  • Incoraggialo a cercare di risolvere i suoi problemi e dagli aiuto se ne ha bisogno offrendo suggerimenti.
  • Riconosci i loro sforzi.
  • Mostragli come riconoscere i suoi errori e instillali in lui che sono una parte essenziale dell’apprendimento.
  • Spiegare l’importanza di rispettare i gusti e le emozioni degli altri.

“L’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere i propri sentimenti e quelli degli altri”

Saper spiegare le emozioni ai bambini ti permetterà di conoscere il mondo interiore del piccolo e, allo stesso tempo, aprirgli la porta per farlo. Indubbiamente contribuirà molto al tuo benessere e alla tua felicità.

Potrebbe interessarti ...
L’importanza di riconoscere le emozioni dei bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
L’importanza di riconoscere le emozioni dei bambini

Riconoscere le emozioni dei bambini è fondamentale se si vuole instaurare un legame basato sul rispetto e sulla comprensione reciproci.