Dormire male nell’adolescenza: quali conseguenze?

17 Agosto 2019
Dormire è fondamentale per il corretto sviluppo degli adolescenti. In questo articolo vi spieghiamo cosa succede se si dorme male in questa fase della vita.

Dormire è un’attività che svolgiamo ogni giorno in maniera automatica, di fondamentale importanza per rigenerare il corpo e la mente. È essenziale per qualunque persona, ma, in particolare, per chi si trova ancora nella fase dello sviluppo. Per questa ragione in questo articolo vi spieghiamo tutto quello che succede quando si tende a dormire male nell’adolescenza.

Durante questa fase, i giovani subiscono diversi cambiamenti fisici, psicologici, emotivi e sociali, che possono influenzare anche la qualità del sonno.

Dormire male nell’adolescenza: quali sono i motivi?

Nel corso della notte, mentre dormiamo, si alternano due tipi di sonno:

  • Il sonno NREM: distribuito in quattro fasi che passano dalla transizione dal sonno-veglia fino al sonno a onde lente.
  • Il sonno REMchiamato anche “sonno paradosso” o dai rapidi movimenti oculari.

Il sonno profondo a onde lente sembra essere la fase più importante. Svolge, infatti, la funzione fondamentale di rallentare il metabolismo cerebrale e consentire al cervello di riposare. Si ritiene, inoltre, che il sonno REM abbia relazione con lo sviluppo cerebrale e l’apprendimento.

Adolescente che usa il cellulare di notte

Durante l’adolescenza, queste fasi possono subire facilmente delle alterazioni, per ragioni legate a una cattiva igiene del sonno o a esigenze sociali tipiche dei giovani studenti di oggi.

L’igiene del sonno

Una buona igiene del sonno richiede di seguire una serie di pratiche necessarie per mantenere uno stato normale durante il sonno notturno e la veglia diurna. Le ragioni che possono portare a dormire male nell’adolescenza possono dunque essere le seguenti:

  • Seguire abitudini alimentari poco sane, soprattutto durante la notte.
  • Fare sport prima di andare a dormire.
  • Consumare determinate sostanze, come caffè, bevande energetiche, tabacco, alcol o altre droghe.
  • Guardare film o serie televisive di sera fino a ore tarde.
  • Utilizzare il telefono prima di addormentarsi.
  • Giocare con i videogiochi la sera.

“La fase di transizione dall’infanzia all’età adulta deve agevolare lo sviluppo di un adulto maturo, responsabile e ben preparato. A questo scopo, è necessario un triumvirato di abitudini di vita sane che permangano nel tempo come stili di vita permanenti. Le abitudini nutrizionali e l’esercizio fisico sono due pilastri fondamentali. Un sonno sano e adeguato consente di godere di alcune ora di veglia sane. Se il nostro sonno non è sano, la salute ci abbandona. Tuttavia, l’insegnamento di questo pilastro della salute, generalmente, è assente o minimo”.

– William Charles Dement –

Le esigenze sociali

Se pensiamo alle alte esigenze imposte dall’attuale società, è possibile che i doveri scolastici e sociali danneggino il sonno degli adolescenti. Molti di loro, infatti, svolgono diverse attività extrascolastiche, oppure trascorrono il pomeriggio con il proprio gruppo di amici. Tutto ciò impedisce di adempiere i proprio doveri scolastici durante la giornata.

Molti giovani studenti fanno i compiti e studiano per gli esami di notte. Eppure, paradossalmente, dormire poche ore è direttamente correlato a cattivi risultati, dal momento che gli adolescenti hanno bisogno di eccellenti livelli in termini di qualità del sonno per ottenere ed elaborare in modo adeguato le informazioni che ricevono, agevolando, così, il processo di apprendimento.

Ragazzo che gioca ai videogiochi di notte

Dormire male nell’adolescenza e le conseguenze

Durante l’anno scolastico, gli adolescenti devono affrontare giornate di studio che durano diverse ore, e che possono risultare estremamente pesanti dopo aver trascorso la notte in bianco. Tutto ciò può provocare diverse conseguenze nocive, come:

  • Difficoltà nel comprendere le spiegazioni dell’insegnante.
  • Problemi di concentrazione nello svolgimento dei compiti.
  • Stanchezza e affaticamento diurni.
  • Perdita di memoria.
  • Difficoltà nel prendere appunti senza distrarsi.
  • Problemi di carattere sociale.
  • Basso rendimento scolastico, se non completo fallimento.
  • Irritabilità e sbalzi di umore.
  • Diminuzione della motivazione e dell’energia.
  • Deficit nella risoluzione di problemi e nel prendere decisioni.

In definitiva, dormire male impedisce il corretto funzionamento del corpo e della mente, con le conseguenti disfunzioni cognitive, motorie e dell’umore, che possono compromettere la vita quotidiana. È dunque necessario trovare una soluzione ai problemi di privazione del sonno durante l’adolescenza, perché potrebbero poi aggravarsi nell’età adulta.

  • Andreu, M. M. y Arboledas, G. P. (2013). Trastornos del sueño durante la adolescencia. Revista de3, 29-66.
  • Carlson, N.R. (2006). Fisiología de la conducta. Madrid: Pearson Educación.
  • Sierra, J.C., Jiménez-Navarro, C. y Martín-Ortiz, J.D. (2002). Calidad del sueño en estudiantes universitarios: importancia de la higiene del sueño. Salud Mental25(6), 35-43.