Guida per una corretta igiene del sonno nei bambini

18 Gennaio 2019
Una corretta igiene del sonno è una routine che favorisce un riposo adeguato per i nostri figli. Vi spieghiamo come ottenerla.

Sapevate che l’insonnia produce effetti dannosi se non viene trattata in tempo? È importante che i bambini acquisiscano, sin dai primi anni, delle buone abitudini notturne. Il sonno è un bisogno fondamentale dell’organismo e consente di ripristinare le funzioni fisiche e psicologiche più importanti. Imparando a conoscere l’igiene del sonno, i vostri figli non solo dormiranno meglio, ma avranno anche una vita più sana e lunga. Vediamo di cosa si tratta, in questo articolo.

Guida all’igiene del sonno per bambini in 5 passi

Per fare in modo che i vostri bambini dormano molto e bene, ecco per voi 5 consigli pratici che vi permetteranno di garantire la migliore igiene del sonno:

1. Andare a dormire sempre alla stessa ora

È essenziale creare nel bambino l’abitudine di andare a letto, tutti i giorni, alla stessa ora. Per riuscire a fare ciò, dovreste inserire questa attività nella normale routine giornaliera. Un po’ come succede per il momento del bagno o dei pasti. Inoltre è consigliabile cenare almeno due ore prima di mettere i bimbi a letto, stabilire un tempo prudenziale e fisso per permettergli di guardare la televisione o per leggergli una favola.

La qualità del sonno dipende in gran parte da una routine consolidata: mettete a nanna il piccolo sempre alla stessa ora e fatelo riposare finché ne ha bisogno. Svegliarlo troppo presto la mattina potrebbe essere controproducente.

bambino si stropiccia occhio con orsetto

2. Creare un ambiente che favorisce il riposo

La stanza dei vostri figli deve garantire il miglior riposo possibile. Ciò suppone che abbia una temperatura adeguata, che sia accogliente, confortevole e che sia completamente buia di notte. Se il bambino ha paura dell’oscurità, potete lasciare accesa una fievole luce fino a quando non si sarà addormentato, ma sempre lontano dal suo letto.

Non tralasciate aspetti secondari, ma ugualmente importanti, come il fatto che il bambino dorma sempre nello stesso letto c che il suo pigiama sia comodo e adatto ai suoi movimenti. Cuscino, lenzuola e coperte devono garantire sempre il massimo comfort, a seconda delle stagioni dell’anno.

3. Evitate distrazioni e rumori eccessivi

I videogiochi, la televisione o l’ascolto di musica sono tutti elementi da evitare prima di andare a nanna. E’ stato provato che l’esposizione alla luce di questi dispositivi agisce sul cervello come una vera e propria “sveglia”. Inoltre, è molto importante controllare la rumorosità della stanza, in modo che il sonno non venga interrotto frequentemente, dato che sarà difficile riconciliarlo più volte.

4. L’importanza di dormire da soli

Anche se il bambino ha bisogno del contatto fisico con i genitori per sentirsi al sicuro, dovrete insegnargli a dormire da solo nella sua stanza. Il suggerimento è di stargli vicino, parlandogli o leggendogli un racconto, o anche solo accarezzandolo, finché non chiude gli occhi. Permettergli di dormire nel lettone con mamma e papà è una cattiva abitudine da evitare, tranne che in occasioni sporadiche.

5. Limitare le attività fisiche prima del sonno

Un altro aspetto fondamentale per una corretta igiene del sogno nei bambini è quella di limitare al massimo qualsiasi attività fisica prima di dormire, almeno 2 ore prima di coricarsi.

Ribadiamo il concetto di farlo cenare circa 2 ore prima di dormire e non offrirgli alimenti con eccessive quantità di zucchero. Inoltre, è conveniente eliminare i carboidrati complessi di sera, in modo che la digestione non sia eccessivamente pesante (ad esempio pasta, pane, riso, orzo, farro, mais, segale, patate…). Evitate l’assunzione di bevande stimolanti come tè, caffè o cioccolata. Molto meglio privilegiare piatti ricchi di frutta e verdure. Tutto ciò garantirà che il bambino dorma a sufficienza e che il suo sonno sia pienamente rigenerante.

bambino con gomiti su tavolo e pugni su occhi

Bambini con difficoltà a dormire: effetti negativi

Se un bambino non ha una corretta igiene del sonno, vale a dire dorme poco o male di notte, le conseguenze saranno più che evidenti. Cambiamenti dell’umore, riluttanza a fare attività fisica, disinteresse e diminuzione dell’attenzione e della capacità di concentrazione, sono alcuni dei tratti che un genitore facilmente riuscirà a verificare. Saranno più propensi a piangere e a fare capricci, a causa del disequilibrio provocato dal mancato recupero delle energie psico-fisiche.

Cause di insonnia nei bambini

Sono molteplici i fattori che possono provocare l’insonnia nei bambini, come negli adulti del resto. Le condizioni ambientali, per esempio, come la troppa luce o la paura del buio. Senza dimenticare l’assunzione di farmaci, eventuali allergie o fenomeni come l’enuresi, ovvero l’incapacità di controllare la vescica che produce il rilascio di urina nel letto. Solo in pochissimi casi, l’insonnia infantile nasconde delle problematiche più serie a livello psicologico e mentale.

Sebbene non sia facile stabilire e far rispettare una routine del sonno al vostro bambino, dovrete impegnarvi al massimo, con l’aiuto di tutti i membri della famiglia. Si tratta di uno sforzo necessario che servirà per garantire ai piccoli di casa uno sviluppo sano e una migliore qualità della vita. Una corretta igiene del sonno è cruciale per la salute e il benessere, non dimenticatelo.