Gengivite associata alla pubertà: cosa dovreste sapere

Quando inizia l'adolescenza, la gengivite diventa una possibilità. Ti diciamo tutto ciò che devi sapere su questo problema e su come prevenirlo.
Gengivite associata alla pubertà: cosa dovreste sapere

Ultimo aggiornamento: 24 maggio, 2022

L’infiammazione e il sanguinamento delle gengive non sono solo un problema per gli adulti, ma possono colpire anche bambini e adolescenti. In questo articolo vi parliamo della gengivite associata alla pubertà.

I cambiamenti tipici di questa fase della vita favoriscono la comparsa del problema: scarso interesse per l’igiene dentale, alimentazione scorretta e nuove abitudini sono alcuni dei fattori.

Inoltre, i cambiamenti ormonali fanno la loro parte per favorire l’infiammazione delle gengive.

Gli adulti svolgono ancora un ruolo chiave nella cura della salute orale dei loro figli. Pertanto, cercare una soluzione in tempo è essenziale per evitare complicazioni più scomode e gravi. Continuate a leggere per scoprirne di più.

Gengivite associata alla pubertà

La gengivite è un processo infiammatorio che colpisce le gengive. In questa condizione, il tessuto gengivale si gonfia, si arrossa, dà fastidio o fa male e sanguina al minimo tocco. Inoltre, è comune che sia accompagnato da alitosi e che si osservino depositi di placca batterica e tartaro sui denti.

Se la gengivite non viene trattata in tempo, può evolvere in piorrea o malattia parodontale. Questo non è il più comune negli adolescenti, ma è una possibilità.

In questo caso, l’infiammazione è più profonda ed è accompagnata da un’infezione che può danneggiare gravemente i tessuti di supporto dei denti. La distruzione dell’osso e del parodonto porta i denti a muoversi e persino a cadere.

La causa più comune di gengivite è la scarsa igiene orale. L’accumulo di placca batterica e la formazione di tartaro sulle gengive le irrita e innesca il processo infiammatorio come strategia di difesa.

Ma negli adolescenti si aggiunge un ulteriore fattore determinante: la produzione di ormoni sessuali. Sia nei ragazzi che nelle ragazze, l’aumento dei livelli ormonali tipici della pubertà genera alterazioni delle gengive.

Oltre alla tendenza a trascurare l’igiene dentale, i giovani hanno maggiori probabilità di sviluppare un’infiammazione gengivale in risposta al minimo contatto con la placca batterica.

Secondo la classificazione delle malattie parodontali dell’American Academy of Periodontics, la gengivite puberale rientra nel gruppo delle gengiviti indotte dalla placca batterica associata al sistema endocrino.

Per questo motivo, quando si affronta questa patologia negli adolescenti, non vengono presi in considerazione solo i fattori locali, ma anche i cambiamenti ormonali.

giovane adolescente afferra la bocca mal di denti spazzolino da denti bicchiere d'acqua
Il dolore e il sanguinamento da traumi minori, come lo spazzolamento, possono suggerire una gengivite puberale.

Cause di gengivite associata alla pubertà

Vi abbiamo già detto che i cambiamenti ormonali della pubertà giocano un ruolo molto importante, così come i nuovi comportamenti e atteggiamenti legati all’abbandono della bocca.

Questi sono alcuni dei fattori che, combinati, favoriscono la comparsa di gengiviti associate alla pubertà:

  • Ereditarietà: la genetica può avere un ruolo. Se i genitori soffrono di questo problema, i loro figli possono ereditare la predisposizione.
  • Cambiamenti ormonali: l’aumento radicale degli ormoni sessuali innesca una risposta infiammatoria esagerata delle gengive nei confronti degli irritanti locali. Ciò si verifica in entrambi i sessi, ma nelle donne può manifestarsi ciclicamente associato ai periodi mestruali, soprattutto durante l’ovulazione o per l’uso di pillole contraccettive.
  • Placca batterica e tartaro: un’igiene orale inadeguata consente l’accumulo di batteri e detriti alimentari che si depositano come una pellicola appiccicosa su denti e gengive. Non rimuovendolo, si calcifica con i minerali della saliva e si trasforma in tartaro. Entrambi gli elementi irritano le gengive.

Altre cause di gengivite associata alla pubertà

  • Situazioni che trattengono la placca: cavità, affollamento dentale, malposizioni dentali e apparecchi ortodontici favoriscono la permanenza e l’accumulo di placca batterica in bocca.
  • Respirazione orale: la respirazione attraverso la bocca e lo sfregamento con l’aria esterna provocano disidratazione e alcune alterazioni delle gengive che portano alla loro infiammazione.
  • Eruzione del dente: l’uscita degli ultimi denti permanenti può favorire l’infiammazione gengivale.
  • Dieta – Quando scelgono cosa mangiare, gli adolescenti tendono ad attenersi a diete malsane. Alimenti ultra-lavorati, bibite, dolci e dolcetti favoriscono la proliferazione di batteri nocivi in bocca.

Infine..

  • Tabacco: alcuni adolescenti potrebbero iniziare a fumare in questa fase. Questa abitudine danneggia la salute orale in generale e predispone alla gengivite.
  • Piercing : il posizionamento dei gioielli in bocca può essere una scelta di alcuni giovani, ma vale la pena ricordare che tali corpi estranei nella mucosa orale favoriscono il danno gengivale.

Trattamento della gengivite

Il modo migliore per affrontare e trattare la gengivite correlata alla pubertà è sottoporsi regolarmente alle visite dal dentista. A volte i sintomi possono essere molto sottili e solo un occhio esperto può individuare il problema.

L’esame clinico e le radiografie aiutano a diagnosticare i problemi gengivali. Ma per ribaltare la situazione, è importante che il giovane si impegni ad adottare buone abitudini di igiene orale.

Spazzolare i denti, usare il filo interdentale e speciali collutori sono fondamentali per migliorare la salute delle gengive. Inoltre, il dentista può eseguire una pulizia professionale per rimuovere i resti di placca batterica e tartaro. Questo aiuta il recupero dei tessuti.

Nei casi più gravi in cui sono coinvolte aree più profonde, sarà necessario ridimensionare e levigare le radici. Anche l’uso di antibiotici e antinfiammatori.

Molte volte, quando gli ormoni sono la causa principale del problema, pur eliminando i fattori locali, la situazione non migliora o ricompare. E in generale, dopo questa fase della vita, l’infiammazione diminuisce spontaneamente (purché il resto dei fattori condizionanti sia controllato).

Come evitare la gengivite associata alla pubertà

teen brushes lava igienizza i denti lavarsi l'igiene dentale
Le abitudini igieniche non vanno trascurate, perché in questa fase si aggiungono altri fattori che predispongono alla malattia parodontale.

I cambiamenti ormonali tipici dell’adolescenza non possono essere evitati e la comparsa di gengiviti associate alla pubertà è sempre una possibilità. In ogni caso, dovresti sapere che se il resto dei fattori è controllato, la salute orale di tuo figlio può migliorare.

Lavarsi i denti e usare dentifrici al fluoro e filo interdentale ogni giorno e in modo corretto sono fondamentali per rimuovere la placca batterica. I giovani dovrebbero essere consapevoli e responsabili dell’igiene della propria bocca. E i genitori svolgono un ruolo fondamentale nel motivare e insistere nel prendersi cura della propria salute orale.

Prendersi cura della dieta ed educare i giovani a scegliere cibi sani è anche una strategia per mantenere la salute, non solo della bocca, ma di tutto il corpo. Anche essere in grado di comunicare e riflettere sui rischi del consumo di tabacco e su alcune tendenze come i piercing è molto utile.

Riflessioni conclusive

Infine, andare dal dentista è fondamentale per prendersi cura delle gengive e della bocca in generale; in effetti, il professionista è un grande alleato della prevenzione.

Pertanto, la gengivite associata alla pubertà può essere evitata con l’educazione e con abitudini che promuovono la salute. Uno stile di vita sano aiuterà i giovani a godersi la bocca senza problemi.

Potrebbe interessarti ...
La gengivite nei bambini: cause e trattamento del disturbo
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
La gengivite nei bambini: cause e trattamento del disturbo

La gengivite può colpire i più piccoli. Scoprite qui in cosa consiste il trattamento della gengivite nei bambini.



  • Vereau, N. C., & Palacios, M. A. (2012). Enfermedad gingival en adolescentes: Diagnóstico y tratamiento. Revista Estomatológica Herediana22(3), 167-170.
  • Armitage, G. C. (1999). Development of a classification system for periodontal diseases and conditions. Annals of periodontology4(1), 1-6.
  • Koreeda, N., Iwano, Y., Kishida, M., Otsuka, A., Kawamoto, A., Sugano, N., & Ito, K. (2005). Periodic exacerbation of gingival inflammation during the menstrual cycle. Journal of Oral Science47(3), 159-164.
  • Machtei, E. E., Mahler, D., Sanduri, H., & Peled, M. (2004). The effect of menstrual cycle on periodontal health. Journal of periodontology75(3), 408-412.
  • Shourie, V., Doraswamy Dwarakanath, C., Vittalrao Prashanth, G., Vishwanathmurthy Alampalli, R., Padmanabhan, S., & Bali, S. (2012). The effect of menstrual cycle on periodontal health—a clinical and microbiological study. Oral Health and Preventive Dentistry10(2), 185.
  • Hennequin‐Hoenderdos, N. L., Slot, D. E., & Van der Weijden, G. A. (2016). The incidence of complications associated with lip and/or tongue piercings: a systematic review. International journal of dental hygiene14(1), 62-73.
  • Passos, P. F., Pintor, A. V. B., Marañón-Vásquez, G. A., Campos, T., Abrahão, A. C., Ferreira, D. M. T., … & Visconti, M. A. (2022). Oral manifestations arising from oral piercings: a systematic review and meta-analyses. Oral Surgery, Oral Medicine, Oral Pathology and Oral Radiology.
  • García, J. J. E., & Carrión, J. B. (Eds.). (2005). Manual SEPA de Periodoncia y Terapéutica de Implantes. Fundamentos y guía práctica. Ed. Médica Panamericana.