Salute del cavo orale negli adolescenti: ecco cosa dovreste sapere

Gli adolescenti possono perdere interesse per la loro salute orale. Vi raccontiamo i problemi tipici di questa fase e come incoraggiarli a prendersi più cura della propria bocca.
Salute del cavo orale negli adolescenti: ecco cosa dovreste sapere

Ultimo aggiornamento: 12 ottobre, 2022

Che gli adolescenti si prendano cura della salute del cavo orale è molto importante. Ma in questa fase di tanti cambiamenti fisici, psicologici, sociali e comportamentali, è normale che la cura di quella parte del corpo passi in secondo piano.

Tuttavia, l’abbandono dell’igiene orale e i cambiamenti nella dieta possono portare alla comparsa di malattie comuni, come carie o gengiviti. Allo stesso modo, anche la crescita delle mascelle e la fine dell’eruzione dentale o la presenza di nuove abitudini e costumi possono influire sul benessere della bocca.

Come in ogni fase della vita, l’igiene orale durante l’adolescenza richiede cure specifiche. Ebbene, affinché i nuovi denti permanenti presenti rimangano sani fino all’età adulta, devono essere curati fin dall’inizio.

In questo articolo vi parleremo dei problemi di salute orale più frequenti tra gli adolescenti e di quali aspetti bisogna tener conto per mantenere il sorriso più sano che mai.

Problemi di salute orale comuni negli adolescenti

Gli adolescenti cercano autonomia e indipendenza. Questo atteggiamento può portarli a trascurare alcuni aspetti del loro corpo, compresa la bocca.

Cambiamenti nella dieta, nuove esperienze e un minor coinvolgimento degli adulti nell’igiene aumentano il rischio di alcuni problemi orali. Successivamente, commenteremo quelli più frequenti tra gli adolescenti.

Carie dentale

Comporta la distruzione dentale a causa degli acidi prodotti dai batteri nella bocca, quando metabolizzano i carboidrati nella dieta.

Una scarsa igiene dentale e una dieta ricca di zuccheri e sostanze acide favoriscono l’accumulo di batteri e la comparsa della malattia.

giovane adolescente afferra la bocca mal di denti spazzolino da denti bicchiere d'acqua
La carie dentale può causare problemi estetici, dolore e persino la perdita del dente definitivo.

Malocclusioni

L’occlusione dentale è il rapporto tra i denti superiori e inferiori durante il morso. Denti storti o fuori posto, affollamento, spazi vuoti, morsi aperti, morsi incrociati e morsi eccessivi influenzano il corretto impegno.

Dopotutto, la malocclusione dentale interferisce con processi orali altamente rilevanti, come masticare, mangiare, parlare, ma influenza anche l’aspetto estetico, con crollo dell’autostima e della vita sociale dell’adolescente.

trauma dentale

I colpi durante le pratiche sportive, i combattimenti e gli incidenti stradali sono comuni in questa fase e in essi la bocca può essere ferita.

Le conseguenze del trauma possono includere la frattura dentale, la mobilità del dente, l’affondamento del pezzo nell’osso, lo spostamento e persino la sua perdita.

Inoltre, sono comuni anche ferite e tagli nelle mucose (labbra, lingua e guance).

Gengivite

È l’infiammazione delle gengive che causa gonfiore, arrossamento, sanguinamento spontaneo o disagio in questo tessuto molle.

Il processo è prodotto dall’accumulo di placca batterica e tartaro sui denti e sulle gengive. Questa è una conseguenza dell’assenza o della scarsa igiene dentale, oltre ai cambiamenti ormonali della pubertà.

Bruxismo

Si tratta del fenomeno di serramento e digrignamento dei denti dovuto ad un’azione involontaria dei muscoli masticatori. Questa abitudine provoca usura dentale e provoca mal di testa e mal d’orecchi.

Le cause sono molteplici e comprendono malocclusioni, traumi, otturazioni mal eseguite, alcuni problemi sistemici, stress, bassa autostima, bullismo, test scolastici e altri problemi psicologici.

Denti del giudizio o denti del giudizio

Tra i 17 ei 21 anni, è normale che inizi l’eruzione dei denti del giudizio o dei terzi molari. Sono gli ultimi pezzi permanenti ad eruttare e lo fanno nella zona più posteriore dell’arcata dentale, dietro i secondi molari.

Per alcuni giovani, la rimozione di questi denti può essere complicata, poiché spesso lo spazio a disposizione è solitamente insufficiente e questo comporta alcuni problemi associati.

Pericoronite, denti inclusi o permanenza del molare all’interno dello spessore dell’osso sono alcune delle conseguenze più frequenti. Inoltre, l’eruzione di questi pezzi in direzioni anormali o in altri luoghi atipici. Tutti spiegano perché a volte è necessario rimuoverli dalla bocca.

Andare ai controlli odontoiatrici durante l’adolescenza è molto importante per monitorare l’eruzione dei denti del giudizio e anticipare le complicazioni.

Bretelle colorate per bambini.
L’ortodonzia genera una certa riluttanza tra gli adolescenti, per ragioni estetiche. Tuttavia, di solito è necessario evitare complicazioni future. Anche esteticamente.

Ortodonzia in adolescenza

L’adolescenza è il momento ideale per risolvere i problemi dentali. Ebbene, le ossa stanno ancora crescendo e questo favorisce la correzione dell’occlusione.

I trattamenti ortodontici durante l’adolescenza aiutano a migliorare l’aspetto del sorriso, anche se per molti giovani l’uso dell’apparecchio ortodontico è complesso. In questa fase l’aspetto è molto importante e il fatto di avere fili o plastica in bocca può essere un ostacolo nelle loro relazioni sociali.

In ogni caso, attualmente ci sono molte più opzioni estetiche per migliorare l’occlusione e influenzare il meno possibile l’aspetto della bocca. Gli allineatori invisibili e gli apparecchi linguali, in zaffiro o in ceramica sono buone alternative.

Il dolore e il disagio possono anche essere un motivo per cui gli adolescenti si oppongono all’apparecchio. Riflettere sui risultati che si otterranno con il trattamento può essere utile per una migliore accettazione.

È che la mancanza di intervento e la persistenza dei problemi del morso influenza negativamente l’autostima degli adolescenti. Evitare il trattamento è più dannoso che indossare l’apparecchio per un po’.

Nel caso di effettuare un trattamento ortodontico, è necessario che il paziente si impegni, poiché è fondamentale prendersi cura dell’igiene dentale e della dieta e recarsi alle visite di controllo programmate.

Va notato che indossare l’ortodonzia favorisce l’accumulo di placca batterica e rende difficile l’igiene orale. Ciò aumenta il rischio di carie, gengiviti e altre condizioni orali.

Comportamenti adolescenziali che possono influenzare la salute del cavo orale

Abbiamo già menzionato molti dei comuni problemi di salute del cavo orale dell’adolescenza. La maggior parte ha a che fare con la crescita stessa, l’eruzione dei denti, i cambiamenti ormonali, la scarsa igiene e il modo di mangiare.

Ma ci sono anche altre condizioni legate all’adolescenza dovute alle abitudini, ai comportamenti o alle mode di questa fase. Successivamente, te li menzioniamo.

  • Gioielli in bocca: indossare i piercing in bocca favorisce l’accumulo di placca batterica, fa male alle gengive e alla lingua e può scheggiare i denti. Inoltre, le vecchie otturazioni possono essere danneggiate e rendere difficile mangiare e parlare. Infezioni, gonfiore della lingua e ostruzione delle vie aeree sono altre possibili complicazioni.
  • Tabacco: l’abitudine al fumo può emergere durante l’adolescenza come atto di ribellione. Macchie sui denti, carie, secchezza delle fauci, alitosi e cancro orale sono alcuni dei suoi effetti dannosi.
  • Bocca di metanfetamina: gli adolescenti possono anche cadere nell’uso di droghe illegali, come la metanfetamina. Questo pericoloso stimolante può causare cavità dilaganti e denti rotti e macchiati di nero, che spesso necessitano di estrazione.

Altri problemi che complicano la salute del cavo orale:

  • Erosione dentale: gli adolescenti tendono ad avere un consumo elevato di bevande acide, zuccherate e gassate, come bibite e bevande energetiche. Ciò provoca l’erosione dello smalto dentale e l’esposizione della dentina, con la conseguente sensibilità.
  • Disturbi alimentari: i problemi alimentari derivano dalla combinazione di disturbi fisici, emotivi e sociali molto complessi. Una cattiva alimentazione è correlata al sanguinamento delle gengive e di altre mucose. Sono comuni anche secchezza delle fauci e alitosi. E in caso di vomito ripetuto, l’acidità di stomaco danneggia le strutture dentali, alterandone colore, forma e dimensione.
Salute del cavo orale e visite.
Partecipare alle visite dentistiche semestrali è una buona strategia per prevenire malattie e disturbi del cavo orale nei giovani.

Gli adolescenti possono prendersi cura della salute del cavo orale

L’adolescenza è una fase in cui i bambini cercano di sentirsi liberi e di fare tutto da soli. Tuttavia, l’accompagnamento dei genitori è fondamentale per garantire la cura della salute orale e del corpo in generale.

Ricordare ai giovani l’importanza di lavarsi i denti in modo corretto e frequente è sempre un buon aiuto. I genitori non saranno più lì per pulire la bocca dei loro figli, ma un rinforzo sulla necessità di sostenere questa pratica non farà mai male.

Anche il filo interdentale, i dentifrici al fluoro e i collutori sono importanti. In questa fase in cui l’aspetto personale è di grande importanza, motivare i giovani a svolgere queste attività nell’ambito della cura del corpo può essere una buona strategia.

Un altro aspetto da considerare è garantire che la dieta sia adeguata e nutriente. Accompagnare i bambini nella scelta responsabile del loro cibo è un prezioso investimento per la vita.

Considerazioni finali

Per prendersi cura della salute del cavo orale e della salute in generale, è necessario che i giovani evitino un consumo eccessivo di bevande e snack dolci e altamente acidi. Anche la presenza attiva degli adulti è essenziale affinché possano far fronte alle pressioni di gruppo che possono portarli a fumare, usare droghe o provare mode pericolose.

Le visite dal dentista ogni 6 mesi sono di grande importanza, in quanto consentono di rilevare e curare in tempo qualsiasi patologia. Inoltre, il professionista può eseguire le necessarie pulizie, terapie di prevenzione (come sigillanti e topici al fluoro) e fornire la consulenza necessaria per un’adeguata cura di sé.

Gli adolescenti possono mostrare disinteresse e mancanza di impegno quando si tratta di prendersi cura della propria bocca. Ma con genitori responsabili che accompagnano e comunicano con i loro figli, è possibile godere di una corretta salute orale.

Potrebbe interessarti ...
Igiene dentale nei bambini con disturbo dello spettro autistico
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Igiene dentale nei bambini con disturbo dello spettro autistico

Vi illustriamo alcune strategie che possono contribuire a una corretta igiene dentale nei bambini con disturbo dello spettro autistico.



  • Percy, M. S. (2008). It’s More Than Dental Caries. MCN: The American Journal of Maternal/Child Nursing, 33(1), 26-31.
  • Rivera-Hermosillo, G., Martínez-Torres, J., & Hernández-Laguna, E. (2006). Caries dental e higiene bucal en adolescentes. Revista de la Asociación Dental Mexicana, 63(6), 231-234.
  • de Castro-Yero, J. L., Torrecilla-Venegas, R., Yero-Mier, I. M., Castro-Gutiérrez, I., & Valdivia-Morgado, G. (2020). Caracterización de caries dental e higiene bucal en adolescentes de 12 a 15 años. Gaceta Médica Estudiantil, 1(3), 198-208.
  • Sively, M., Mamani, L., Mercado, J., & Tapia, R. (2018). Maloclusiones y calidad de vida en adolescentes. Revista KIRU, 15(2).
  • Abreu, L. G., Melgaço, C. A., Abreu, M. H., Lages, E. M. B., & Paiva, S. M. (2016). Perception of parents and caregivers regarding the impact of malocclusion on adolescents’ quality of life: a cross-sectional study. Dental Press Journal of Orthodontics, 21, 74-81.
  • Sánchez, T. B., Avila, J. O. T., Segueo, M. S., & Gil, L. P. (2016). Traumatismos dentarios en niños y adolescentes. Correo Científico Médico de Holguín, 20(4), 741-756.
  • Martínez-Menchaca, H. R., Guerrero-Ferreira, M. A., Morín-Juárez, A. A., De la Garza-Herrera, A., & Rivera-Silva, G. (2019). Directriz sobre el cuidado de la salud oral en adolescentes. Revista de la Asociación Dental Mexicana, 76(1), 26-29.
  • Vereau, N. C., & Palacios, M. A. (2012). Enfermedad gingival en adolescentes: Diagnóstico y tratamiento. Revista Estomatológica Herediana, 22(3), 167-170.
  • Gastañaga, V. A. A., López, M. C. B., & Carrillo, V. M. (2020). Bruxismo en niños y adolescentes: Revisión de la literatura. Odovtos: International Journal of Dental Sciences, 22(1), 9.
  • Patterson, M. D. C. R., Rosales, S. J., Pico, M. P., & Martínez, R. M. U. (2019). Evaluación de la higiene bucal en adolescentes con tratamiento de Ortodoncia. Archivos del Hospital Universitario” General Calixto García”, 7(1), 59-66.
  • Murillo, J. A. G., Jaet, D. R., Rovira, R. O., Doczi, R. J., & López, S. G. (2018). Evaluación de la confianza personal, impacto psicosocial y calidad de atención recibida de pacientes jóvenes y adultos posterior al tratamiento de Ortodoncia. Revista Mexicana de Ortodoncia, 6(1), 8-15.