Figli di genitori con disturbi mentali: tratti comuni

I genitori con disturbi mentali hanno difficoltà a offrire condizioni genitoriali ottimali, che influiscono sullo sviluppo emotivo dei loro figli. Scopri quali sono le sfide e come prevenirne le conseguenze.
Figli di genitori con disturbi mentali: tratti comuni

Ultimo aggiornamento: 25 agosto, 2022

I genitori hanno un’enorme influenza sullo sviluppo della personalità dei loro figli. Tutti i bambini hanno bisogno di sentirsi amati, al sicuro e guidati mentre crescono. Tuttavia, i genitori con disturbi mentali spesso non sono in grado di offrire queste condizioni genitoriali ideali. Per questo, crescere in ambienti familiari toccati da malattie psicologiche porta con sé diverse conseguenze che dovrebbero essere riconosciute e prevenute per quanto possibile. Ma cosa significa essere figli di genitori con disturbi simili?

Si calcola che più di un miliardo di persone nel mondo soffra di una malattia mentale. Ciò significa che ci sono molti minori i cui genitori soffrono di ansia, depressione, schizofrenia, dipendenze e altre condizioni. È vero che la gravità di ogni patologia è diversa, così come l’impatto che provoca sui bambini, ma vediamo quali sono le principali sfide che questi bambini devono affrontare.

Difficoltà affrontate dai figli di genitori con disturbi mentali

La quotidianità della famiglia sarà influenzata dalla condizione mentale dei genitori. Pertanto, di solito sorgono alcune situazioni e sfide di cui stiamo per parlare.

Maggiori possibilità di sviluppare una malattia mentale

I figli di genitori con disturbi mentali sono più a rischio di sviluppare condizioni psicologiche rispetto agli altri bambini. Questo perché la malattia mentale ha una forte componente genetica. Pertanto, i bambini possono ereditare una tendenza o avere una maggiore vulnerabilità psicologica che può innescare un disturbo, sia esso lo stesso dei genitori o uno diverso.

Inoltre, essere allevati da genitori con uno qualsiasi di questi problemi aumenta il rischio di una cattiva salute emotiva.

I figli di genitori con disturbi mentali hanno maggiori probabilità di sviluppare la stessa patologia o una diversa. Tendono a crescere in ambienti caotici e imprevedibili.

I figli di genitori con disturbi mentali sono soggetti a legami di attaccamento insicuri

Un attaccamento sicuro si instaura quando l’adulto responsabile della crescita di un bambino è in grado di comprenderne i bisogni e di saperli soddisfare. Questo significa offrire al piccolo affetto, protezione e risposte ogni volta che ne ha bisogno. Questo stile di attaccamento aiuta il bambino a crescere più felice, sicuro di sé e fiducioso negli altri e nella vita.

Ora, i genitori con disturbi mentali hanno spesso grandi difficoltà a legare con i propri figli. O perché il loro stesso disagio impedisce loro di essere coinvolti nella genitorialità, perché provano rifiuto nei confronti del bambino o perché sono sopraffatti dalla genitorialità. Di conseguenza, tendono a non rispondere alle richieste emotive dei bambini o a farlo in modo incoerente.

Questo fa sì che si stabilisca uno stile di attaccamento insicuro, che per il bambino significherà difficoltà a fidarsi degli altri, bassa autostima e persistente insicurezza che ostacoleranno la sua felicità e il suo successo nella vita.

Ambiente familiare caotico e imprevedibile

Le circostanze in cui il bambino vive e cresce dipenderanno dal disturbo mentale sofferto dai suoi genitori. Tuttavia, in questo tipo di casa si creano spesso ambienti caotici e inappropriati. Potrebbero esserci negligenza dei genitori, problemi di comunicazione e genitori che reagiscono in modo imprevedibile, mettendo così il bambino sotto stress.

La costanza è una delle maggiori esigenze dei minori, che hanno bisogno di potersi fidare degli adulti che li circondano e di essere emotivamente stabili. Quando la malattia mentale colpisce, le famiglie possono diventare molto conflittuali.

Apprendimento vicario (osservazionale) inappropriato

Infine, e anche se non ci sono abusi o negligenze di alcun tipo, i genitori con disturbi mentali possono trasmettere lezioni molto dannose ai loro figli, semplicemente con il proprio esempio.

Chi soffre di ansia insegna indirettamente ai bambini a temere, inibire e vedere il mondo come un luogo ostile. Dal canto loro, chi soffre di disturbi dell’umore può trasmettere una visione pessimistica e strategie di coping inadeguate.

I piccoli imparano dai genitori come percepire le situazioni, come comunicare e come risolverle. Se gli adulti non hanno buone risorse in tal senso, fungono da modelli di atteggiamenti e comportamenti inappropriati.

Come prevenire effetti nocivi nei figli di genitori con disturbi mentali

Avere un aiuto professionale sia per i genitori che per i bambini aiuterà a ridurre l’impatto delle conseguenze e a rendere la genitorialità il più sana possibile.

Crescere in una casa colpita da malattie mentali spesso mette a dura prova i bambini, poiché potrebbero non aver avuto l’affetto, la sicurezza, la stabilità o la comunicazione di cui avevano bisogno. Potrebbero essersi sentiti rifiutati, soli o insicuri nel loro rapporto con i genitori, e questo può influenzare la loro fiducia in se stessi e le relazioni adulte.

Tuttavia, ci sono alcuni fattori protettivi che possono aiutare a mitigare l’impatto:

  • Mettere al corrente il proprio figlio della malattia dei suoi genitori, in modo che possa capire in cosa consiste e che sappia che ciò che accade non ha nulla a che fare con lui, che non è colpa sua e che non definisce il suo valore personale.
  • Che il bambino possa sentirsi amato dal suo genitore. Anche se commette errori o se non applica la migliore genitorialità, sapere di essere amato fungerà da protezione.
  • Avere una figura di riferimento sana e solida. Può essere l’altro genitore o anche un altro parente stretto, come i nonni o gli zii. Avere un adulto che fornisca affetto e sicurezza è fondamentale per preservare la salute emotiva del bambino.
  • Stabilire relazioni significative e condurre una vita sana fuori casa. I legami di amicizia, gli hobby e gli spazi extrafamiliari in cui il bambino si sente accolto e realizzato sono di grande aiuto.
  • Assicurarsi che dei genitori con disturbi mentali abbiano un aiuto professionale. Ciò consentirà loro di ridurre o gestire i propri sintomi e quindi saranno in grado di acquisire linee guida per una genitorialità il più sana possibile, invece di provocare danni o trasmettere idee sbagliate ai figli.

Il supporto dell’ambiente e l’aiuto professionale sono essenziali

In definitiva, crescere con genitori con disturbi mentali influisce sulla personalità e sul benessere emotivo. Per questo è importante che il bambino abbia il sostegno dell’ambiente e anche che possa ricorrere ad un professionista che lo accompagni in determinati momenti della sua crescita. In ogni caso, nessuna infanzia è una sentenza e ci saranno sempre occasioni per lavorare, anche in età adulta, su tutte quelle sfide rimaste irrisolte.

Potrebbe interessarti ...
L’allattamento materno e i disturbi del comportamento
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
L’allattamento materno e i disturbi del comportamento

L'allattamento materno esclusivo riduce riduce i rischi di disturbi del comportamento nei bambini. Questo è ciò che afferma un recente studio.



  • García, J. T. (2005). Repercusiones en el niño de los trastornos mentales de sus progenitores y cuidadores. FMC-Formación Médica Continuada en Atención Primaria12(4), 220-235.
  • Schejtman, C. R. (2004). Efectos de la depresión materna en la estructuración psíquica durante el primer año de vida: psicoanálisis e investigación empírica con infantes.