Test O'Sullivan per rilevare il diabete gestazionale

Il test di O'Sullivan è un test complementare che viene eseguito nel secondo trimestre di gravidanza. Cerca di rilevare in modo tempestivo il rischio di diabete gestazionale. Lo conosci?
Test O'Sullivan per rilevare il diabete gestazionale

Ultimo aggiornamento: 09 agosto, 2022

Il test O’Sullivan è un test specialistico che viene eseguito nel sesto mese di gravidanza per valutare i livelli di glucosio nel sangue della madre e garantire il benessere suo e quello del bambino.

Scoprite in cosa consiste questo esame e perché è importante farlo.

Cos’è il test di O’Sullivan?

Il test O’Sullivan è un test analitico di routine che viene effettuato durante la gravidanza. Cerca di verificare il grado di controllo della madre sui suoi livelli di glucosio nel sangue. Cioè, scopre se l’insulina prodotta dal suo corpo è sufficiente per svolgere questa funzione di controllo in questa fase.

Dai risultati, il medico può determinare se la futura madre è a rischio di diabete gestazionale. Questa complicanza è associata ai cambiamenti metabolici della gravidanza e se non controllata in tempo può portare a seri problemi per la salute della coppia.

Nel diabete gestazionale, il sangue della madre concentra un’elevata quantità di glucosio. Questo raggiunge il feto direttamente attraverso la placenta e condiziona vari aspetti della sua crescita e sviluppo.

Tra gli effetti negativi che questa patologia genera sulla gravidanza, spiccano:

  • Polidramnios.
  • Morte intrauterina.
  • Macrosomia fetale (bambini in sovrappeso alla nascita).
  • Prematurità.
  • Ipoglicemia neonatale (basso livello di glucosio nel sangue).
  • Distress respiratorio acuto nel neonato.
  • Obesità e aumento del rischio di diabete in futuro.

Pertanto, l’importanza del test O’Sullivan risiede nel fatto che permette di determinare il rischio di diabete gestazionale in modo semplice e tempestivo.

Si precisa che non si tratta di un test diagnostico, ma di un esame di screening. In altre parole, ha lo scopo di allertare il medico e la futura mamma sulla necessità di effettuare esami più specifici per confermare o escludere tale condizione.

La sindrome HELLP è un quadro clinico grave
Durante la gravidanza vengono effettuati numerosi test di screening sulla donna incinta per scoprire alcuni dei rischi a cui lei o il suo bambino potrebbero essere esposti.

Quando viene eseguito il test O’Sullivan?

Il test è indicato per tutte le donne in gravidanza tra la 24a e la 28a settimana di gestazione, ovvero il sesto mese di gravidanza. Questo perché gli esperti hanno concluso che questo periodo è il più appropriato per rilevare uno scarso controllo glicemico.

In ogni caso, nei casi in cui sia giustificato, il test può essere indicato a partire dal primo trimestre di gravidanza. Soprattutto se la madre ha una storia familiare di diabete, ha più di 35 anni, è in sovrappeso o ha avuto un bambino di peso superiore a 4 kg in una precedente gravidanza.

In cosa consiste la procedura?

Per fare il test O’Sullivan dovete andare in laboratorio e avere abbastanza tempo, perché sarete lì per almeno 1 ora.

In generale, il digiuno non è essenziale, in quanto la quantità di glucosio fornita a volte può causare sintomi negativi a stomaco vuoto. La cosa più opportuna è che consulti il centro sanitario sul protocollo da seguire con questo test.

Per iniziare vi verrà offerta una soluzione dolce (con 50 g di glucosio al 25% diluiti in 200 cc di acqua) o una tavoletta di glucosio da bere.

Quindi, dovrete attendere un’ora affinché l’elemento in questione raggiunga il sangue. Durante quel periodo non dovreste mangiare alcun tipo di cibo, bevanda o fumo. La cosa più consigliabile è rimanere seduti e calmi, senza fare alcuno sforzo fisico.

Trascorso tale tempo, preleveranno un campione di sangue per analizzare i livelli di glucosio nel sangue o i livelli di glucosio nel sangue in laboratorio.

Come vengono interpretati i risultati del test O’Sullivan?

Come abbiamo accennato, questo test è screening o screening, non è diagnostico. Ciò significa che cerca di rilevare le donne in gravidanza a rischio di diabete o in una fase precoce o asintomatica del diabete gestazionale, per intervenire prima che sviluppino complicanze.

Detto questo, consideriamo i due possibili scenari:

  • Esame negativo: i livelli di glucosio nel sangue al momento dell’ingestione sono inferiori a 140 mg/dl. Ciò significa che l’insulina è stata attivata, ha catturato il glucosio dal sangue e lo ha introdotto nelle cellule.
  • Test positivo: i livelli di glucosio nel sangue al momento dell’ingestione sono uguali o superiori a 140 mg/dl. Ciò significa che l’insulina non è stata sufficiente per svolgere la sua funzione e molte molecole di glucosio rimangono ancora nel sangue.

In caso di esito positivo al test O’Sullivan, il medico prescriverà un test più specifico per confermare il sospetto. Questa procedura è il test di tolleranza al glucosio orale (OGTT) o test da carico orale di glucosio, che è molto simile al precedente, solo con un’assunzione più voluminosa e diverse misurazioni del sangue.

Il progesterone si misura nel sangue.
Il test O’Sullivan è uno strumento efficace per rilevare le donne in gravidanza a rischio di diabete gestazionale.

Come monitorare il diabete gestazionale?

Se l’OGTT è positivo, il medico conferma la diagnosi di diabete gestazionale e indica il trattamento appropriato per prevenire le complicanze di questa malattia.

In genere si inizia con una dieta specifica, con esercizi regolari e con un controllo quotidiano della glicemia prima e dopo i pasti.

Se con tutti questi accorgimenti il diabete non si abbassa o i livelli iniziali di glucosio nel sangue sono molto alti, è probabile che lo specialista debba indicare un trattamento con insulina.

L’importanza dei test di screening in gravidanza

Dopo aver letto questo articolo avrete capito perché l’O’Sullivan Test è un test comodo e necessario. Infatti, è il più utilizzato per identificare il rischio di diabete gestazionale, in quanto è abbastanza pratico, efficace ed economico.

In alcuni paesi, questo test non fa parte del protocollo di analisi del sangue per il secondo trimestre; tuttavia, a seconda dei fattori di rischio materno, il medico potrebbe comunque prescriverlo.

Potrebbe interessarti ...
Come prevenire il diabete gestazionale
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come prevenire il diabete gestazionale

Ci sono dei piccoli accorgimenti attraverso i quali è possibile prevenire il diabete gestazionale, come seguire una dieta equilibrata.