Bambini vs verdure. Come vincere la battaglia?

18 giugno 2018

Siamo onesti, da bambini anche noi avevamo dei problemi con alcuni alimenti in particolare, soprattutto con le temute, odiate e disprezzate verdure. Ore che siamo adulti, più maturi e siamo diventati genitori continuiamo ad avere sempre lo stesso problema, ma con i nostri figli.

Nonostante non lo crediate possibile, esistono delle semplici strategie per riuscire a far sì che vostro figlio, anche se magari non le adorerà, almeno le consumi con più facilità.

Le verdure non sono altro che ortaggi che apportano una grandissima quantità di nutrienti, che vanno da vitamine come la A e la C, a minerali e fibre. Inoltre, sono fonte di antiossidanti, importanti componenti di qualsiasi piano alimentare.

Dobbiamo chiederci: cos’è che non gli piace?, il loro odore?, la consistenza?, o magari è solo per il sapore? Magari non arriveremo mai ad avere una risposta, però possiamo realmente trovare il modo di fargliele mangiare.

È scientificamente provato che le verdure sono una meraviglia, un regalo della natura, ma i nostri figli decisamente non la vedono in questo modo.

Quando mangiare diventa una guerra

Un piatto di verdure creativo

La tavola è imbandita, avete dedicato un sacco di tempo a preparare un delizioso piatto. Avete combinato delle proteine, qualche carboidrato e una saporitissima insalata! Oh, no, scattano gli allarmi, c’è un problema in vista.

Vostro figlio detesta le verdure e voi invece desiderate solo che ne mangi un po’. Inizia una guerra e alla fine uno dei due vincerà la battaglia.

Capricci e rimproveri vanno e vengono. Il fatto di servire le verdure a vostro figlio diventa un momento ostile e per lui il momento del pasto diventa il peggiore della giornata.

La verità è che non c’è motivo perché debba essere così per nessuno dei due. Il mangiare non solo deve essere un mero atto di sopravvivenza, il mangiare deve anche essere un’esperienza piacevole e piena di riconoscenza.

Quando si presenta lo scenario bambino vs verdure, l’unico modo per vincere questa battaglia, ma in favore del benessere e della crescita di vostro figlio, è con pazienza e astuzia, elementi molto importanti in questo percorso.

Consigli per far mangiare le verdure ai bambini

I colori delle verdure

A seguire, vi presentiamo una lista di consigli per far mangiare questo fantastico alimento ai bambini:

  • Iniziate con il dare il buon esempio. Mangiare le verdure non è una cosa solo per i bambini, è un’abitudine che devono avere tutti i membri della famiglia.
  • La presentazione è importante. Se pensate di servire delle verdure senza guarnizioni o salse, distribuitele nel piatto in modo allettante, attraente. “Disegnate” qualche figura nel piatto e approfittate dei colori delle verdure per fare ciò.
  • Non tutto in una volta. È possibile che durante il processo dell’abituarsi alle verdure non mangi tutta la porzione in una volta sola. Non obbligatelo a farlo, dategli un po’ di tempo.
  • Cucinate con lui. Permettetegli di cucinare con voi e includete le verdure negli ingredientida utilizzare nella preparazione del menù. Una pizza più salutare può essere un’ottima opzione.
  • Non utilizzate il dolce come premio. Se al momento del pranzo dite a vostro figlio che solo se mangia tutte le verdure avrà il dolce, state commettendo un grave errore. In questo modo lo vedrà come un obbligo o un castigo.
  • Spiegategli quanto fanno bene le verdure al suo organismo. Potete parlare con il bambino ed elencargli tutte le qualità delle verdure, i vantaggi che mangiarle rappresenta per il suo sviluppo fisico e intellettivo. Se gli dite che deve mangiarle semplicemente “perché sì”, creereste solo un profondo rifiuto.

Sicuramente i vostri genitori vi avranno raccontato che il vostro atteggiamento verso le verdure era lo stesso, o addirittura peggio, di quello dei vostri figli. Oggi questo è cambiato, divorate le vostre verdure con solo un po’ di olio e di sale.

Con i bambini è difficile che questo succeda, la creatività sarà il vostro miglior alleato per trasformare qualsiasi alimento in un piatto delizioso.

Combinare gli alimenti è una tecnica che dobbiamo applicare in ogni momento. L’idea non è di “mascherarli” o ingannare il bambino perché li mangi, però possiamo realmente far sì che le verdure siano più gradevoli al loro inesperto palato.

Degli spinaci o della bietola con un po’ di formaggio possono essere il ripieno perfetto per un pasticcio o una torta salata. Trasformate la cucina nel vostro laboratorio, giocate a sperimentare consistenze e sapori. Vostro figlio prima o poi vi ringrazierà.

Guarda anche